Connect with us
Pubblicità

Le ultime dal Web

Insulti sessisti alla ragazza fotografata a cavalcioni sulla statua di Camilleri

Pubblicato

-

(Credits photo: agrigento.gds.it)

Ha fatto non poco scalpore in questi giorni la foto di una giovane seduta a cavalcioni sulla statua di Andrea Camilleri esposta in pieno centro ad Agrigento. Lo scatto in poco tempo è diventato virale sui social.

Il sindaco, i cittadini e tantissimi utenti del web hanno duramente condannato l’episodio, pretendendo le scuse della ragazza (di cui non si conosce l’identità) per il gesto irrispettoso.

Ora, però, arriva la risposta della protagonista dello scatto. La giovane siciliana, pur scegliendo di mantenere l’anonimato, ha voluto raccontare la sua versione dei fatti al quotidiano La Sicilia.

Pubblicità
Pubblicità

Innanzitutto la ragazza si dice consapevole di aver fatto una cosa stupida, ma non ha alcuna intenzione di scusarsi. Smentendo molte accuse, la ragazza ha affermato con fermezza che dietro quel gesto non c’era alcuno scopo e di sicuro non quello di attirare l’attenzione o cercare la notorietà. “Anzi – afferma a sostegno di quanto appena detto – ho pure disattivato il mio profilo Instagram”.

In difesa della ragazza interviene anche un amico, autore dello scatto incriminato. Il giovane rivela che la ragazza è impegnata nel sociale e decisa ad indossare un giorno la divisa.

A conclusione dell’intervista, la giovane denuncia di essere vittima da giorni di insulti:“Non dormo da tre notti. Sto davvero male per i commenti che ricevo, specie quelli a sfondo sessista“. E conclude: “La cosa più brutta è sapere che mia mamma legge ogni giorno quei brutti commenti su di me. È uno strazio“.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza