Connect with us
Pubblicità

Trento

L’aggressione di Andalo: per la prima volta in Trentino e in Europa l’attacco di un orso maschio

Pubblicato

-

È stata una lunga serata e notte frenetica quella che ha coinvolto la comunità di Andalo sabato 22 agosto 2020.

Sono state ore molto difficili con un orso in circolazione in paese dove erano presenti 15 mila persone, tra turisti e residenti. Poi finalmente il sospiro di sollievo e la cattura avvenuta elle 4 del mattino da parte dei forestali. Ma rimane la grande paura della comunità e soprattutto della coppia che ha rischiato davvero la vita.  

Luca Balasso, 24 enne, carabiniere stava passeggiando tranquillamente con Alexandra Punga a pochi metri dal campeggio gestito da «Andalo Live» quando l’orso è balzato dalla staccionata sul sentiero correndo incontro ai due.

Pubblicità
Pubblicità

L’orso è balzato addosso al carabiniere che è caduto a terra tenendosi il capo fra le mani mentre la donna terrorizzata fuggiva verso il campeggio chiedendo aiuto  a due ragazzi che avevano appena finito di organizzare uno spettacolo per i bimbi.

Quando sono arrivati sul posto l’orso stava ancora aggredendo Diego Balasso e solo le loro urla disperate sono riuscite a mettere in fuga l’orso.

Sul posto sono arrivati i soccorsi con due ambulanze del 118, i vigili del fuoco volontari e i carabinieri del radiomobile di Cles, raggiunti poi anche dagli uomini del Corpo forestale provinciale.

Pubblicità
Pubblicità

Il 24enne è stato trasportato al santa Chiara di Trento con varie ferite su tutto il corpo. Particolarmente gravi sono i graffi sulla testa, alle braccia e i morsi sui fianchi. Non è comunque in pericolo di vita. Vita che forse deve alla sua grande stazza e preparazione atletica che gli ha permesso di resistere ai numerosi attacchi dell’orso.

Sul posto è arrivato anche il dirigente generale del dipartimento agricoltura e foreste, Romano Masè che nella serata di ieri ha affiancato il governatore Maurizio Fugatti nella conferenza stampa organizzata a palazzo Belli.

«Questa ulteriore aggressione dimostra quanto siano sensati gli allarmi che da diversi mesi abbiamo lanciato sulla situazione orsi in Trentino. Situazione che sta diventando sempre più ingestibile». – ha esordito il presidente Fugatti su quanto accaduto ieri sera ad Andalo, dove un giovane è stato aggredito e ferito, non gravemente, con morsi e graffi da un orso.

«Si tratta di un caso molto grave, che secondo il protocollo Pacobace – ha spiegato il presidente – ci dava due opzioni; l’abbattimento o la cattura per sedazione. Non è stata una decisione facile, ma abbiamo preferito catturarlo, optando per una scelta diciamo “reversibile”, anche perché poteva esserci la possibilità, seppur minima, che l’orso catturato non fosse l’autore dell’aggressione. Tutto è andato bene – ha aggiunto – e ringrazio il personale della Forestale che ha operato con grande efficienza, insieme alle forze dell’ordine e a quanti hanno collaborato, compreso il sindaco di Andalo, per la riuscita dell’operazione. Alle 4.45 mi hanno comunicato che il plantigrado era arrivato al Casteller. L’Autonomia trentina ha saputo, in questo caso, dare una risposta pronta, anche a tutela dei tanti turisti che affollano in questi giorni la zona».

L’orso autore dell’attacco, come ha spiegato Masè, è quasi sicuramente M57, anche se saranno le indagini genetiche a confermarlo. Si tratta di un maschio di due anni e mezzo, già conosciuto per i suoi atteggiamenti “confidenti” nei confronti dell’uomo, avvistato spesso nella zona dell’Altipiano della Paganella, dove in passato ha seguito delle persone o ha rovistato nei bidoni dell’umido.

A questo proposito va ricordato che negli ultimi anni proprio in quella zona, la Provincia, d’intesa con la locale società di gestioni rifiuti, ha attivato 100 siti con più 200 cassonetti anti intrusione orso. La cosa più grave, è stato evidenziato nel corso della conferenza stampa, è che per la prima volta in Trentino, l’attacco avvenga non per la difesa dei cuccioli.

Va detto, inoltre, che quando è stato catturato, cosi come in tutte le fasi che hanno seguito l’aggressione è rimasto nei pressi del centro abitato di Andalo e anche di un campeggio. 

«Il punto – ha ribadito più volte il presidente, che ha informato dell’accaduto il ministro dell’ambiente – è che gli orsi in Trentino sono troppi e la gente comincia ad essere davvero esasperata. Come chiediamo da tempo, dobbiamo poter gestire noi in prima persona i grandi carnivori presenti sul nostro territorio. E lo dobbiamo poter fare al di là delle ideologie. Ci sono altri casi di orsi confidenti e adesso comincia ad esserci anche il problema dei lupi, anche loro sempre più confidenti. Mercoledì ci sarà un Comitato per l’ordine e la sicurezza in cui affronteremo proprio la questione dei lupi. Non è solo un problema che riguarda l’allevamento, è diventato un problema di ordine pubblico. Per questo dobbiamo avere la possibilità di agire autonomamente, per la sicurezza delle persone e anche per la sopravvivenza stessa del progetto grandi carnivori»

In realtà nessuno nessuno riesce a dare una spiegazione al comportamento dell’orso M57, un esemplare maschio di due anni e mezzo di vita di 120 kg di peso che con la sua forze e i suoi artigli è in grado di uccidere un essere umano in poco tempo.

Un attacco così da parte di un orso maschio non era mai accaduto ne in Trentino ne in Europa.

 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • La Nasa lo conferma: sulla Luna c’è acqua ed è accessibile
    Sulla Luna c’è acqua, un annuncio clamoroso ma vero. L’incredibile notizia arriva da due studi della Nasa pubblicati su Nature. Il primo studio coordianato dalla Nasa dimostra la scoperta rilevata dal telescopio volante Sofia della molecola dell’acqua sulla Luna. Grazie al telescopio Sofia, montato a bordo di un boeing 747 ha infatti risolto il mistero […]
  • A Trento è arrivato l’innovativo franchise di SkinMedic Beauty Clinic
    SkinMedic è un nuovo modo di concepire il mercato dell’estetica, in cui la realtà in franchising diventa un’opportunità di crescita condivisa. Da qualche mese, il noto marchio ha aperto anche una Beauty Clinic a Trento, presso il quartiere Le Albere. “Operiamo sul campo nel settore medicale-estetico da oltre 20 anni, inizialmente come produttori di attrezzatura […]
  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]

Categorie

di tendenza