Connect with us
Pubblicità

Trento

Rubano mezzo chilo di oro ad un’anziana in via Briamasco: arrestata una 21 enne sinta e un minore croato

Pubblicato

-

Nella mattinata di ieri la Squadra Mobile della Questura di Trento, nel corso di un’attività investigativa diretta a reprimere i furti in abitazione, ha arrestato per ricettazione, d’intesa con la Procura della Repubblica di Trento, una ventunenne di origine sinti, residente in provincia di Torino e denunciato un diciasettenne di nazionalità croata.

I due sono stati trovati in possesso di circa mezzo chilo di oro, distribuito in fedi nunziali, orecchini, braccialetti, catenine, nonché arnesi atti allo scasso, rubati in un’abitazione di via Briamasco, nella stessa mattinata di ieri, ad una signora uscita di casa per recarsi all’ufficio postale.

La refurtiva è stata interamente recuperata e sarà restituita alla proprietaria, una sessantasettenne di Trento, che ha già riconosciuto i preziosi sottrattigli.

Pubblicità
Pubblicità

Le indagini avviate dagli investigatori della Polizia di Stato rientrano in una strategia più ampia di contrasto ai furti in abitazione voluta dal Questore di Trento, Cracovia, attraverso un’intensificazione dell’attività di controllo del territorio. In particolare, innalzando il livello di attenzione attraverso ripetuti controlli in stazione, così come nello stesso capoluogo da parte della Polizia di Stato, per identificare soggetti sprovvisti di documenti, nonché in possesso di precedenti penali, giunti in città e sanzionati attraverso fogli di via obbligatori, ovvero il divieto di ritorno a Trento.

L’attività investigativa che ha portato ieri mattina a bloccare i due giovani con la refurtiva sottratta in via via Briamasco, è stata frutto di un’attenta valutazione degli indizi emersi nel corso dei sopralluoghi effettuati in alcuni furti avvenuti in città dall’inizio del mese di agosto; tali da far ritenere che si trattasse di azioni criminose ben organizzate, probabilmente commesse da ladri “trasfertisti”, non residenti nel capoluogo trentino. Ma piuttosto itineranti alla ricerca degli obiettivi da derubare.

In primis le modalità di scasso con cui sono entrati i ladri nelle abitazioni. In tutti gli episodi in cui è intervenuta la Polizia di Stato, sono stati rilevate porte o finestre forzate attraverso cacciaviti ed altri attrezzi da scasso, trovati a poca distanza dai luoghi di furto. Arnesi simili sono stati trovati ai due ragazzi indagati dalla Squadra Mobile.

Pubblicità
Pubblicità

Nei prossimi giorni, d’accordo con la Procura della Repubblica di Trento, saranno effettuati degli accertamenti scientifici per verificare se vi fossero le medesime impronte sugli arnesi da scasso sequestrati ai due giovani fermati ieri dalla Polizia di Stato, e quelli rivenuti in altri luoghi di furto.

Un’altra dato che fatto da subito propendere per l’ipotesi investigativa di azioni delittuose programmate con attenzione, è stato ricavato dal fatto che le abitazioni derubate, al pari di quella di via Briamasco, fossero tutte, al momento dell’ingresso dei ladri, disabitate, perché i proprietari in vacanza oppure appena usciti per andare al lavoro nonché a svolgere alcune commissioni. La conferma è arrivata attraverso le testimonianze raccolte dai poliziotti della Questura di Trento proprio dalle stesse vittime, nonché da altre persone residenti nei pressi delle abitazioni derubate.

I racconti delle persone derubate e dei vicini hanno sempre segnalato la presenza di una coppia di giovani, visti aggirarsi nei pressi delle abitazioni nei giorni immediatamente precedenti i furti. Un particolare, che unito alle descrizioni dei tratti somatici dei due giovani, ha indirizzato gli investigatori della Squadra Mobile su una pista investigativa precisa, rivelatasi, nella mattinata di ieri, risolutiva.

I due giovani bloccati con la refurtiva rubata poco prima in via Briamasco, sono stati visti da un pattuglia della Squadra Mobile, aggirarsi nei pressi di alcune abitazioni in località Madonna Bianca.

Alla vista dell’equipaggio in borghese della Polizia di Stato, i ladri sono fuggiti, lanciando un oggetto, rivelatosi un borsello pieno di monili in oro. Una volta raggiunti dai poliziotti della Questura di Trento i due sono stati bloccati e condotti presso gli uffici della Squadra Mobile e sottoposti la ragazza, in quanto maggiorenne ad un fermo di indiziata di delitto ed il ragazzo, il minorenne, collocato presso una comunità per minori non accompagnati.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]

Categorie

di tendenza