Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Ex Marangoni Meccanica di Rovereto, il grande bluff una colata di cemento: dov’è finito il grande parco per la comunità di Lizzanella?

Pubblicato

-


Il grande bluff è ormai smascherato, fortunatamente prima delle elezioni del 20-21 settembre prossimi quando i roveretani saranno chiamati a scegliere sindaco ed amministrazione comunale per i prossimi 5 anni: dopo tante belle parole, dopo che la Giunta Valduga si era vantata per il premio assegnato a “Urbanpromo 2019” al progetto di riqualificazione, con l’avanzare dei lavori di realizzazione dei 2 grandi “ecomostri” (il fatto che siano realizzati con materiali sostenibili non impedisce che abbiano un impatto visivo ed un’occupazione assolutamente rilevante) si svela inesorabilmente il grande bluff dell’area ex Marangoni Meccanica di via Abetone, a Rovereto sud.

Già avevamo scritto a suo tempo dell’apertura in tutta fretta dell’ennesimo supermercato (il 6° sull’asse via Abetone-via del Garda in poco più di un chilometro di strada, che diventeranno 7 con la già annunciata realizzazione di un altro supermercato a marchio Conad sull’area “La Favorita”, acquistata all’asta a prezzo di saldo dalla stessa proprietà che ha acquisito, sempre all’asta, l’area ex Marangoni Meccanica per poi rivenderla a pezzi realizzando grosse plusvalenze).

Ponti d’oro per questi “investitori” illuminati da parte della Giunta guidata dal sindaco Francesco Valduga, che ha permesso alla società Rovim Srl dei noti Hager e Signoretti, già protagonisti di una querelle con il Comune di Riva del Garda per l’area ex Cattoi (con sentenza del Tar che ha dato ragione al Comune), di realizzare grandi profitti, anche con soldi pubblici, visto che i 68 alloggi che verranno ricavati nei due “ecomostri” di 9 e 5 piani, tra i più grandi di questo genere sul suolo nazionale, sono da tempo stati acquistati e destinati al social housing.

Pubblicità
Pubblicità

Che fine ha fatto il grande parco verde di 5.000 mq, con alberi ad alto fusto ed un mix di piante semigrasse e di prati verdi come promesso da immagini e rendering assolutamente fuorvianti? Molti residenti e roveretani, infatti, ora che i due grandi condomini stanno prendendo forma, si sono resi conto che gli spazi verdi sono davvero limitati e, soprattutto, sono ricavati tra i grandi corpi residenziali e gli spazi commerciali, complementari e non certo centrali rispetto al piano di lottizzazione.

Un’unica, grande colata di asfalto, dal tremendo impatto visivo, in particolare, è rappresentata dall’enorme (e sempre vuoto almeno a metà) parcheggio del supermercato MD, dove di verde non c’è proprio nulla. Un’operazione dall’elevato profitto per la Rovim Srl di Signoretti ed Hager, non c’è dubbio, ma l’interesse pubblico di quest’operazione dov’è finito?

Tutte le concessioni rilasciate dall’Amministrazione comunale (compresa quella di spezzettare in tre parti l’area, ed addirittura ulteriormente in due parti l’area commerciale per consentire al supermercato di aprire tra i mucchi di materiale per non perdere lo shopping natalizio) a chi hanno giovato?

Pubblicità
Pubblicità

I roveretani stanno comprendendo bene il giochetto anche perché quello che sembrava un grande “regalo” del duo Signoretti-Hager alla comunità (il rivestimento in erba sintetica del campo da calcio “Prà dele Monache” di via Benacense, gestito con passione dall’Ac Leno che vanta decine e decine di giovani praticanti, peraltro consegnato in grandissimo ritardo) si è rivelato una grande “bufala”: è notizia recente, infatti, che la Federcalcio non ha concesso l’omologazione del campo per disputare gare ufficialia causa di una serie di anomalie rilevate dagli ispettori federali”.

Pubblicità
Pubblicità

Grandissima la delusione della società Ac Leno, del suo direttivo e dei suoi tesserati, anche perché il campo doveva essere terminato ancora nel 2019, ben prima del lockdown causa coronavirus che ha bloccato molte opere e lavori pubblici.

Lasciamo ai nostri lettori effettuare le debite considerazioni sui risultati “di interesse pubblico” scaturiti dagli accordi tra la coppia Hager-Signoretti e l’Amministrazione del sindaco Francesco Valduga, che proseguirà, lo ricordiamo, anche sull’area “La Favorita” in via del Garda, dove ci saranno nuove colate di cemento e nuove aperture di grandi superfici commerciali, a meno che il 20-21 settembre….

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]

Categorie

di tendenza