Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Accoglienza: smantellati i decreti sicurezza, per i migranti già stanziati 545 milioni. Ritornano anche i 35 euro al giorno per migrante

Pubblicato

-

Per l’immigrazione vengono tranquillamente stanziati 545 milioni di euro mentre molti italiani devono ancora ricevere il bonus Covid 19 di 600 euro di marzo ed aprile. Un’ incongruenza che di questi tempi fa riflettere e non poco.

Si ritorna da dove si era partiti coi governi della sinistra. Nessuna discontinuità gestionale quindi nell’amministrare l’immigrazione, i cinque stelle si allineano ad PD e alle sue politiche migratorie smentendo se stessi e i decreti sicurezza votati e sostenuti insieme all’ex ministro dell’interno Matteo Salvini grazie ai quali in soli 2 mesi era stato messo un forte freno all’immigrazione clandestina.

Si ritorna al passato remoto quando il termine richiedente asilo e rifugiato erano considerate dizioni omologhe, quando c’era la protezione umanitaria e il buonismo imperante la faceva ipocritamente da padrone.

Pubblicità
Pubblicità

Nelle ultime settimane sono stati riaperti i servizi per i richiedenti asilo e sono stati messi a disposizione, proprio questa settimana, 375 milioni di euro e oltre (375.445.844,01 per l’esattezza) per garantire l’accoglienza negli Sprar da gennaio prossimo a dicembre 2023.

È da rammentare che a luglio scorso era di già stato coperto ampiamente il semestre corrente fino alla fine dell’anno con altrettanti 170 milioni. Insomma soldi a pioggia che verranno erogati proporzionalmente a tutti gli 800 comuni della rete d’accoglienza, rigorosamente come prevede il cosiddetto modello Riace di popolare memoria. Però non è il caso di dimenticare che, come si evince dalle valutazioni del Viminale solo il 40 per cento dei richiedenti asilo possiede i requisiti per ottenere la protezione internazionale, il resto riceve un sonoro diniego.

E spesso come via di fuga entra in clandestinità per poi delinquere.

Pubblicità
Pubblicità

Il governo giallorosso sta riorganizzando l’accoglienza chiudendo i centri straordinari e speciali per distribuirli in realtà locali più piccole e detenute direttamente dai comuni. Il programma è stato accennato dal ministro dell’Interno Luciana Lamorgese che però ha anche assicurato che se ne parlerà a settembre.

Le cooperative, le onlus e le Ong si stanno già fregando le mani  dopo che negli ultimi 2 anni avevano visto ridurre le proprie entrate grazie alla diminuzione del budget imposta da Matteo Salvini con i decreti Sicurezza e dall’altro per la chiusura degli Sprar.

Dopo la prima boccata d’ossigeno alle associazioni benefiche con il rialzo delle basi d’asta voluto dalla Lamorgese che ha incrementato i compensi del 10% ora si è passati anche a voler rivalutare il rientro al prezzo iniziale di 35 euro pro capite e pro die.

Nulla di nuovo anzi, i Comuni che vorranno ospitare gli immigrati ne gioiranno, almeno sulle prime. Valutazioni innegabili infatti porteranno a chiedersi come le municipalità saranno in grado di amministrare gli arrivi dei migranti nei diversi centri una volta che le prefetture non avranno più il controllo dell’organizzazione.

In assenza di autorità di pubblica sicurezza, messe a disposizione dalle prefetture in accordo con il Viminale, non è chiaro se i territori dovranno mettere a disposizione i vigili urbani per controllare i migranti e sedare eventuali stati di agitazione. 

 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze
    Dopo anni di pressione dell’Unione Europea, Whasington cede e apre la possibilità di una tassa digitale globale per le multinazionali del web. Di cosa si tratta e come funziona L’accordo parla di un’imposta minima del... The post Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze appeared first on Benessere Economico.
  • Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano
    Con il nuovo Decreto varato dal Governo, esce anche il nuovo Portale del Reclutamento per la Pubblica Amministrazione, un luogo rivoluzionario dove si incontrerà domanda e offerta di lavoro pubblico. Di cosa si tratta All’interno... The post Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano appeared first on […]
  • Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo
    L’Italia rincorre la strada per la ripresa e cresce la fiducia dei consumatori che si riavvicina ai livelli pre-pandemia. I dati vengono confermati dall’Istituto nazionale di statistica, Istat che racconta di un’Italia più fiduciosa e... The post Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo appeared first on Benessere Economico.
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]
  • Tempo di vacanze: conoscete già l’Hotel Alpen Tesitin a Tesido?
    A Monguelfo si trova un eccezionale luogo di benessere e relax, dove ci si dedica ai piaceri della bella vita. Gli spazi inondati di luce e la piacevole sensazione di essere a proprio agio sono frutto dell’arte dell’accoglienza che si respira dal primo momento durante le vacanze in Val Pusteria all’Hotel Alpen Tesitin. La posizione […]

Categorie

di tendenza