Connect with us
Pubblicità

Trento

Lorenzo Ossanna restituisce metà del sussidio: «Ho chiesto i soldi per i dipendenti»

Pubblicato

-

Si difende Lorenzo Ossanna uno dei tre consiglieri provinciali che hanno richiesto il sussidio dell’operazione «Riparti Trentino» in favore delle partite iva gravemente danneggiate dall’emergenza coronavirus. Nel merito il consigliere ha preso 4.200 euro. 

L’architetto del Patt Lorenzo Ossana nel 2017 ha dichiarato un reddito di 167.255,00 euro, salito nel 2018 a 177.463,00 euro. Possiede inoltre tre auto (due Nissan Qashqai e una Fiat Panda Active), il 33,3% dello Studio Tecnico Abaco di Cles, di due fabbricati a Trento e della Pho-Energy di Mezzolombardo, il 50% di tre fabbricati a Lover, il 25% di due fabbricati a Fai della Paganella, il 100% di un fabbricato a Gardolo e il 50% di un immobile a Santa Teresa di Gallura in Sardegna.

In questi giorni, com’era naturale, l’argomento di indubbio interesse ha riempito giornali 
e notiziari e da tanti si è levato, soprattutto sui social, un forte
 senso di sdegno e di condanna.

Pubblicità
Pubblicità

Ossanna però precisa che non ha chiesto il Bonus dei 600 euro che l ‘INPS nazionale aveva riservato a tutte le partite iva.

«Io sono titolare di un’azienda da anni, uno studio tecnico – spiega Lorenzo Ossanna –  con due
 dipendenti e chiaramente le restrizioni imposte e le problematiche
legate alla pandemia hanno determinato un azzeramento del fatturato e
la chiusura dello studio per diversi mesi. Questo mi ha dato modo di
poter usufruire dell’aiuto previsto dalla misura “Riparti Trentino”
riservato alle aziende in sofferenza nel periodo primaverile. Tengo a precisare che tale misura viene concessa unicamente per pagare
 dipendenti e fornitori e che obbliga l’azienda che ne fruisce a
mantenere il numero di addetti attuali fino alla fine dell’anno:
 praticamente ci si impegna a non licenziare nessuno, pena il decadimento
stesso dell’aiuto».

Il consigliere del Patt è consapevole «della difficoltà che un messaggio di logica separazione
di ruoli istituzionali ed imprenditoriali è ad oggi compromesso da mille
ragioni e soprattutto da un’infausta idea che chi fa politica non può
essere un imprenditore! Già la scorsa legislatura una legge fatta a doc contro la mia
 professione e votata da tutti ha stabilito che un libero professionista
 non può ricevere incaici pubblici dalle amministrazioni comunali oltre
a quelle provinciali e regionali se ricopre un posto di Consigliere
Provinciale e Regionale; e questo nel mio caso ha significato una
riduzione di fatturato e di lavoro che ha messo in seria difficoltà
l’esistenza stessa dell’azienda»..

Pubblicità
Pubblicità

Tuttavia, Ossanna spiega di aver resistito, e alimentato lo studio con risorse 
personali per garantire il mantenimento dei dipendenti e per far
 fronte a tutti i fornitori: «ad oggi sono orgoglioso di poter dire,
al di là di tutti i pregiudizi, che un imprenditore può far politica ed
 è apprezzato per questo; prova ne è la mia rielezione nel 2018. Non mi stancherò mai di ripeterlo che per una ideale amministrazione il
consiglio provinciale deve contenere diverse anime tutte portatrici di
stimoli e di contributi e fra queste è indispensabile anche la presenza
di imprenditori e di liberi professionisti».

Ossanna spiega anche che «da attento osservatore, non mi sono, 
da una parte impressionato da quanti hanno espresso sdegno in modo
volgare ed oltraggioso, cogliendo invece utili stimoli da chi ha tentato
di motivare tale argomento in modo meno populistico ed infine da chi
invece mi ha dimostrato solidarietà e condivisione che il ruolo politico
e imprenditoriale devono essere considerati del tutto separati».

Il consigliere ha deciso di restituire alla Provincia 
Autonoma di Trento una parte del contributo, «ho già dato mandato al mio 
commercialista» – sottolinea, quello relativo all’aiuto sull’affitto e di mantenere,
 per le motivazioni espresse, quello del sostentamento dei dipendenti.

«Questo al fine di riconoscere giusta, e di condividere quindi, la tesi
 che in un momento di crisi, anche per opportunità politica, il
 sottoscritto possa ulteriormente confluire nella sua attività 
imprenditoriale risorse proprie al fine di onorare fornitori e affitti;
 ma dall’altra di mantenere la mia personale convinzione (e per fortuna
non sono l’unico che la pensa così), che a causa il ruolo politico che
 ricopro, i miei dipendenti non debbano subire restrizioni o peggio
rischiare di rimanere senza lavoro» – conclude la nota di Lorenzo Ossana

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022
    Il programma lotteria degli scontrini che ha accompagnato molti italiani per tutto il 2021, potrebbe subire dei cambiamenti a partire dal 2022. A differenza del cashback, la lotteria degli scontrini infatti, è stata confermata anche... The post Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro
    Dopo l’ok ufficiale da parte dell’Unione Europea, i contributi a fondo perduto per le P.Iva disposti dal Decreto Sostegni Bis vengono sbloccati e arriveranno entro l’anno. I dettagli della misura Il sostegno finanziato con 4,5... The post P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Necrologi

Categorie

di tendenza