Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Immigrazione fuori controllo: sbarchi triplicati negli ultimi 12 mesi

Pubblicato

-

Arrivano notizie di continue aggressioni e rivolte in tutta l’Italia col rischio di contrarre il coronavirus dai migranti che riescono a fuggire dai centri di accoglienza e diventano vere e proprie bombe sanitarie in grado di scoppiare da un momento all’altro.

L’estate delle forze dell’ordine è rovente a causa dei continui sbarchi di migranti sulle nostre coste. Gli operatori di polizia sono allo stremo e arrabbiati.

A peggiorare la situazione c’è il covid-19 che spaventa chi lavora a stretto contatto con i clandestini, talvolta anche in condizioni estreme. In alcuni centri di accoglienza ormai al collasso, come Pozzallo, secondo alcune fonti parte dei migranti positivi al virus sarebbero tenuti in tende con recinzioni precarie.  Situazione invece drammatica a Treviso dove nella ex caserma Serena 260 migranti su 300 sono stati trovati positivi al tampone. I migranti non vogliono più rimanere in quarantena e tentano di fuggire. Da due giorni è nuovamente in corso una guerriglia contro la polizia dopo i disordini di giugno. 

Pubblicità
Pubblicità

Dal 1 gennaio ad oggi, da dati del Viminale, sono arrivate 15.198 persone contro le 4.261 del 2019. Il picco si è avuto a luglio con 7.067, il dato più alto degli ultimi tre anni. 

Negli ultimi 12 mesi, cioè dal primo agosto 2019 al 31 luglio 2020, il Viminale ha registrato 21.618 sbarchi, in aumento rispetto a quelli dello stesso periodo nel 2018-9, fermi a 8.691. (dati contenuti nel rapporto del dicastero dell’Interno presentato dal ministro Lamorgese in persona)

E in tutto questo, le forze dell’ordine devono contrastare un’escalation di violenze da parte degli ospiti nei Centri di accoglienza. L’ultimo episodio è quello di Marsala, dove un agente ha riportato gravi lesioni durante l’inseguimento di 40 tunisini fuggiti dal Cas. In seguito, sono state sequestrate le armi che i rivoltosi hanno usato per aggredire i poliziotti: pezzi di vetro appuntiti e una spranga. 

Pubblicità
Pubblicità

Sui questi dati drammatici è intervenuto anche l’ex ministro dell’interno Matteo Salvini che era riuscito ad azzerare gli sbarchi durante il suo mandato.

«15.198 sbarchi dall’inizio dell’anno a oggi, contro i 4.261 dello stesso periodo di un anno fa: il fallimento di questo governo è nei numeri, mentre il ministro Lamorgese si vanta di aver controllato più di 20 milioni di italiani durante l’emergenza Covid»

Sulla stessa lunghezza d’onda di Salvini anche Roberto Calderoli. Il vice presidente leghista del Senato ha così replicato alla conferenza di Luciana Lamorgese: «Sono davvero incredibili le esternazioni del ministro Lamorgese secondo cui in Italia il problema non sono gli immigrati che stanno arrivando ma il Covid».

«Intanto ha chiarito Calderoli– facciamo notare al ministro che sotto la sua gestione c’è stato un incremento degli arrivi rispetto ad un anno fa del 148%, con oltre 15mila clandestini sbarcati, e che tra questi c’è un’elevata percentuale di positivi al Covid“. Questo governo, secondo Calderoli, non solo non è in grado di controllare le acque territoriali italiane così da limitare gli approdi di migranti; una volta fatti sbarcare i naufraghi non riesce neppure a controllarli e impedire la loro fuga dai centri in cui vengono smistati».

“Quest’estate stiamo assistendo a una recrudescenza senza precedenti in tutta Italia di fenomeni aggressivi da parte dei migranti nei Centri di identificazione e di rimpatrio – spiega Domenico Pianese, segretario del Coisp – Questo è dovuto sia all’emergenza covid, e quindi alla necessità di sottoporre queste persone che arrivano da Paesi extracomunitari a protocolli sanitari obbligatori, ma anche al fatto che il sistema è al collasso, dal momento che ogni Centro ospita tanti migranti in più rispetto alle sue capacità. Quello che noi delle forze dell’ordine troviamo inconcepibile durante lo svolgimento del nostro lavoro è il fatto che queste rivolte nella maggior parte dei casi vengono premeditate e organizzate confezionando vere e proprie armi per aggredirci. Purtroppo, dunque, quello che riscontriamo è un sistema d’accoglienza che non sta riuscendo a far fronte alle esigenze di sicurezza del Paese e di tutti i cittadini – sottolinea Pianese – La nostra non vuole essere una sterile polemica politica sull’esclusivo malfunzionamento dell’accoglienza, tuttavia non possiamo non tener conto del fatto che i protocolli di intervento non stanno funzionando come dovrebbero. Le donne e gli uomini della Polizia fanno sempre il massimo per garantire la sicurezza del Paese, ma non possono più sopportare questa situazione: già costretti a turni massacranti, a ore di straordinario obbligate e a poche accortezze per la loro incolumità fisica, non possono rischiare persino la vita per arginare una situazione alla quale il governo non sembra voler porre rimedio”.

Il grido di allarme per quello che sono costrette a subire le forze dell’ordine, arriva anche dal Sinafi, Sindacato nazionale finanzieri. “Siamo fortemente preoccupati per le condizioni in cui si trovano ad operare gli appartenenti alle forze di Polizia che operano nella gestione dei migranti che continuano ad arrivare sulle coste italiane, molti dei quali risultati positivi al Covid 19 – dichiara il segretario Eliseo Taverna – L’accoglienza verso i più deboli, seppur rientra in una fondamentale vicinanza e solidarietà tra i popoli, deve avvenire con regole certe e in piena sicurezza, sia per gli operatori, sia per la collettività. Non è possibile scaricare sulle forze di polizia l’onere della gestione dei migranti, peraltro con modalità, regole e strutture che non diano certezze sotto l’aspetto della sicurezza. Per queste ragioni e fortemente sollecitati dai finanzieri che operano in prima linea nella gestione dell’immigrazione, nei giorni scorsi la segreteria nazionale ha scritto ai Prefetti delle province siciliane chiedendo un preciso intervento volto a contenere il fenomeno e ad implementare il livello di sicurezza nei centri di accoglienza”

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]
  • Domus Aventino: a Roma un museo archeologico all’interno del nuovo condominio, da novembre aperto a tutti
    L’Italia come sempre è una meravigliosa sorpresa. Durante dei lavori per la riconversione di alcuni uffici della Bnl in appartamenti di lusso nel centro di Roma, sono affiorati dei mosaici e una sontuosa residenza romana. La bellezza della scoperta ha spinto l’idea di valorizzazione del ritrovamento che convivesse sinergicamente con il complesso residenziale. Si parla […]

Categorie

di tendenza