Connect with us
Pubblicità

Politica

Alessandro Olivi (PD) incassa 1,5 milioni di euro dei trentini poi chiede il sussidio per l’emergenza Covid

Pubblicato

-

Le situazioni patrimoniali ed economiche dei tre consiglieri provinciali trentini che hanno avuto il «coraggio» di chiedere i sussidi dello Stato e della Provincia sono sostanzialmente molto diverse fra loro.

Se la richiesta di Job è legata ad una sua società dove ricordiamo ci sono anche altri soci che a riguardo potrebbero sempre pretendere che sia fatto anche il proprio interesse al di là della posizione dentro il consiglio provinciale del socio è difficili invece trovare scuse per Ossanna e Olivi.

Quest’ultimo ha costruito la sua fortuna grazie alla politica dove, vedremo dopo, ha incassato cifre da capogiro scucite ai cittadini trentini. 

Pubblicità
Pubblicità

Il consigliere regionale Ivano Job, sospeso dal segretario della Lega Salvini Trentino Mirko Bisesti (qui l’articolo), risulta essere il “più bisognoso” fra i tre consiglieri che hanno chiesto i sussidi alla provincia e allo Stato.

Per l’anno 2017 il consigliere aveva dichiarato infatti un reddito di 13.323,00 euro. Un reddito molto basso per un albergatore e la cosa aveva sollevato parecchi dubbi.

Dopo l’elezione a consigliere la situazione è nettamente migliorata, e improvvisamente il reddito nel 2018 è schizzato a 37.550,00 euro, triplicandosi.

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto riguarda la situazione patrimoniale Job ha dichiarato di essere comproprietario (1/6) di un fabbricato e di alcuni terreni, di possedere una Fiat Panda del 1995, di essere socio accomandatario (1/6) dell’Hotel Job sas a Presson di Dimaro-Folgarida, di essere socio al 50% della Skirent Val di Sole sns e di essere amministratore de La Dolomia Immobiliare srl.

L’avvocato del Pd Alessandro Olivi è invece al secondo posto in quanto a ricchezza. Nel 2017 aveva dichiarato un reddito di 174.115,00 euro, sceso a 160.442,00 euro nel 2018.

Riguardo alla situazione patrimoniale il consigliere possiede due fabbricati al 100% e una Bmw 320 D Berlina del 2009.

Ma se vogliamo andare ancora più indietro vediamo che Olivi nel 2012 era giudicato il paperone del consiglio provinciale con un reddito complessivo di 187.071 euro

Per Olivi questa è la sua terza legislatura dove come semplice consigliere riceve 5.500 al mese più una buona uscita di circa 50 mila euro. Alla fine di questa legislatura Olivi avrà percepito circa 380 mila euro più 72 mila euro di indennità come vice presidente della provincia. In totale quindi circa 452 mila euro.

Nei precedenti due mandati Alessandro Olivi ha ricoperto la carica di assessore percependo in totale circa 960 mila euro netti. A questo vanno naturalmente aggiunti tutti i benefit come per esempio il rimborso spese che solo dal 2013 al 2018 per il membro del PD è stato di 21.198 euro 

Cifre da capogiro che certamente non giustificano la richiesta del sussidio di 3.600 euro per l’emergenza Covid. Probabilmente la situazione di Olivi è la più grave di tutt’Italia se si pensa che dal 2008 fino alla scadenza di questo mandato Olivi ha percepito la cifra pazzesca di quasi 1, 5 milioni di euro. E tutti pagati dai contribuenti trentini che si sono visti sottrarre anche i 3.600 euro del bonus che l’ex assessore ha chiesto e che gli è stato concesso. A queste cifre vanno inoltre aggiunti i ricavi del suo studio professionale.

Suona strano, ma non tanto, il silenzio del suo partito (PD) che oltre a non sospenderlo non è nemmeno intervenuto per criticare il suo operato. Un atteggiamento che francamente grida vendetta in un momento dove molte partite iva trentine devono ancora ricevere i bonus di 600 euro di marzo e aprile 2020

L’architetto del Patt Lorenzo Ossana risulta invece essere “il più agiato” dei tre consiglieri. Nel 2017 ha dichiarato un reddito di 167.255,00 euro, salito nel 2018 a 177.463,00 euro.

Possiede inoltre tre auto (due Nissan Qashqai e una Fiat Panda Active), il 33,3% dello Studio Tecnico Abaco di Cles, di due fabbricati a Trento e della Pho-Energy di Mezzolombardo, il 50% di tre fabbricati a Lover, il 25% di due fabbricati a Fai della Paganella, il 100% di un fabbricato a Gardolo e il 50% di un immobile a Santa Teresa di Gallura in Sardegna.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza