Connect with us
Pubblicità

Trento

Il Ministro Costa incapace di prendere decisioni, Fugatti: «In Trentino ci sono 30 orsi di troppo. Il nostro territorio non li può gestire»

Pubblicato

-

“Mi sto adoperando con tutti i canali possibili per trovare una nuova casa all’orso M49, la migliore casa possibile.” Queste le parole pronunciate dal Ministro per l’ambiente Costa il 29 aprile 2020.

Da allora sono passati 100 giorni di silenzio nonostante le ripetute richieste fatte dal governatore della provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti. 

Dopo le razzie di questi ultimi giorni adopera di M49 (qui l’articolo e le foto agghiaccianti)si riaccende la questione degli orsi. Mercoledì, a Roma, il presidente della Provincia Maurizio Fugatti e l’assessora Giulia Zanotelli incontreranno il ministro dell’ambiente Sergio Costa per discutere la situazione degli orsi in Trentino.

Pubblicità
Pubblicità

Al momento, secondo Fugatti, sono presenti trenta esemplari di troppo che la regione non riesce a gestire. Si stima che sul territorio ci siano fra i 90 e 100 esemplari. (ma potrebbero essere anche di più).

Con il trend di crescita costante il loro numero potrebbe salire fino a 110/120 esemplari. Il Trentino riesce a gestirne 60. Ma il caso aperto non è solo quello d M49, bisogna infatti trovare una soluzione anche per quanto riguarda JJ4 reputata pericolosa.

Fugatti confida che il ministro trovi una risoluzione alle due problematiche: «Se il ministro ha a cuore la continuità esistenziale di questi soggetti, e lui assicura di avercela, deve dirci dove portare gli orsi pericolosi ma anche i 20/30 in soprannumero. Noi siamo dispostissimi a collaborare, a pagare le spese di trasporto nelle aree e nelle zone interessate che Costa sicuramente troverà».

Pubblicità
Pubblicità

Nelle ultime settimane si è però aggiunto un altro orso problematico. Si tratta di un cucciolone che interessa la zona di Cavedago, ed è solito avvicinarsi alle abitazioni e rovistare nei rifiuti. La Forestale sta cercando di catturarlo per munirlo di radiocollare.

Oltre al tema dell’orso, mercoledì si discuterà anche della questione dei lupi. L’assessora Zanotelli ha spiegato che la volontà sarebbe quella di arrivare ad avere un piano condiviso dalle altre regioni italiane interessate ad avere un piano unico di gestione. Ci sono però posizioni molto diverse.

Ad oggi sono presenti circa 10 branchi di lupi sul territorio trentino e continuano a predare pecore e caprette. Il governatore Fugatti ha ereditato dal centro sinistra una situazione che sta diventando esplosiva ogni giorno di più. Il fallimentare progetto Life Ursus ideato da Lorenzo Dellai e sostenuto dalle giunte di centro sinistra potrebbe portare ad avere sul nostro territorio fra un lustro anche fino ad oltre 150 orsi. Un numero impossibile da gestire per una situazione che è già fuori controllo ora.

Le responsabilità ricadranno ora sul Ministro Costa, incapace di prendere qualsiasi decisione a riguardo, che osteggia il nostro governatore e le sue decisioni prese nel rispetto del lavoro degli allevatori e per la sicurezza dei cittadini.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza