Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

Crollo delle assunzioni nel mese di agosto, – 11,4%. Bort: «Grave incertezza per mancanza di liquidità»

Pubblicato

-

Secondo l’indagine del Progetto Excelsior – il sistema informativo per l’occupazione e la formazione, gestito da Unioncamere in accordo con l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro e le Camere di Commercio – nel mese di agosto le imprese trentine prevedono l’attivazione di 2.720 nuovi contratti di lavoro, dato che registra un calo dell’11,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e che conferma la flessione già registrata nel mese di luglio (-19% rispetto a luglio 2019).

In linea con gli anni precedenti, le figure professionali più richieste per il mese di agosto riguardano prevalentemente il turismo (1.040 unità) e i servizi alle persone (400 unità).

Positivo il dato fornito dalle imprese del settore delle costruzioni, che per questo mese prevedono di assumere 320 unità, 60 in più rispetto alla stima dell’agosto 2019.

Pubblicità
Pubblicità

Nel mese di luglio le previsioni di nuovo personale erano legate, in particolare, alla richiesta di addetti per il comparto turistico e della ristorazione a copertura della stagione estiva (4.720 unità), per i servizi alle persone (570 unità) e per il commercio (450 unità).

I contratti proposti dalle imprese sono prevalentemente a termine e raggiungono la percentuale dell’83% in luglio e del 75% in agosto, mentre quelli a tempo indeterminato sono rispettivamente il 17% e il 25% del totale.

Diploma e qualifica professionale sono tradizionalmente i titoli di studio più richiesti dalle imprese trentine e, insieme, assorbono quasi il 60% delle potenziali offerte di lavoro dei mesi di luglio e agosto, seguiti dal diploma di scuola dell’obbligo (36%; 29%) e dalla laurea (6%; 15%).

Pubblicità
Pubblicità

In aggiunta alle previsioni occupazionali, l’indagine Excelsior offre anche alcuni approfondimenti sulle criticità affrontate dalle imprese a seguito dell’emergenza sanitaria e sulle loro prospettive di ripresa.

La maggior parte (85%) dichiara di non avere ancora superato le difficoltà causate dal lockdown, poco più della metà (50,9%) si aspetta di poter ritornare a un livello di attività normale solo nei primi mesi del 2021, il 26,6% è convinto che le difficoltà si protrarranno fino alla fine dell’anno, mentre il 7,5% conta di riprendersi già entro la fine ottobre 2020.

Considerando i principali settori, le prospettive di recupero si rivelano particolarmente critiche per quelli del turismo e della ristorazione, che, nel primo trimestre dell’anno, non solo hanno subito importanti riduzioni del fatturato, ma sono anche stati penalizzati dal calo dei flussi turistici e dai cambiamenti nelle abitudini di consumo e spesa.

La percentuale degli imprenditori del turismo che ritiene di poter tornare a livelli di attività adeguati solo in tempi lunghi supera infatti il 60%. Dello stesso tenore appare anche la percezione di un’elevata quota di imprenditori dei settori del commercio (56,2%) e dei servizi alle imprese (54%), su cui pesano, in particolare, il calo degli ordinativi e del fatturato.

La mancanza di liquidità, in particolare, è un problema primario che riguarda un’ampia platea di imprese e interessa, anche se in misura diversa, tutti i settori.

L’indagine rileva infatti che il 47,1% delle imprese attive prevede di dover affrontare carenze di liquidità nei prossimi sei mesi.

Le percentuali aumentano se si considerano i settori maggiormente coinvolti nella sospensione delle attività, quali la filiera dell’accoglienza e della ristorazione (61,1%), i servizi alla persona (48,3%) e il commercio (47,6%).

Si tratta di un dato confermato anche dal consistente ricorso alle fonti di finanziamento da parte delle imprese nella fase post-Covid: nella rilevazione, riferita al mese di luglio, è emerso infatti che quasi il 61% delle imprese trentine attive aveva richiesto un sostegno finanziario e, nella maggior parte dei casi, per importi fino a 25mila euro.

“È evidente – ha commentato Giovanni Bort, Presidente della Camera di Commercio di Trento – che, tra gli imprenditori, oltre alla preoccupazione in merito al dilatarsi dei tempi di recupero post-Covid, prevale l’incertezza e la difficoltà di poter operare in mancanza di liquidità. La disponibilità di fondi è infatti il presupposto essenziale per far ripartire un’impresa dopo i mesi di lockdown, per permetterle di produrre e fornire servizi, per fare investimenti mirati, confermare posti di lavoro, garantire tutele e creare benessere. Al momento, però, il quadro che ci si prospetta è tutt’altro che promettente e, a complicarlo ulteriormente, si presentano i nodi, non ancora risolti, che riguardano l’accesso alla cassa integrazione, senza oneri economici, e il blocco dei licenziamenti”.

 

 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza