Connect with us
Pubblicità

Politica

Nervosismo ieri dentro il palazzo della Regione: Walter Kaswalder litiga con 3 giornalisti

Pubblicato

-

Non era mai successo prima. Walter Kaswalder nella mattinata di ieri ha letteralmente perso il controllo e ha «aggredito» tre  giornalisti alla buvette del palazzo della regione.

La ricostruzione dell’episodio non è ancora chiara del tutto e su quanto successo ci sono contraddizioni che Luca Guglielmi esprime in una sua nota. 

Secondo i giornalisti di Adige, Trentino e Corriere del Trentino il presidente del consiglio provinciale avrebbe usato le male parole e gli strattoni per allontanarli dalla Buvette dove non potevano rimanere per le leggi sul contenimento del coronavirus.

Pubblicità
Pubblicità

Ma i giornalisti pare non fossero nell’area dove si trova il bar dove non sono mai entrati. Nel parapiglia, raccontano i giornalisti, Kaswalder avrebbe anche tentato di afferrare la mano di uno dei tre nella quale teneva il cellulare.

Il motivo scatenante è stata la registrazione all’insaputa di Kaswalder di una sua riflessione sulle minoranze pronunciata sulle scale d’entrata della regione «Noi siamo qui a lavorare, la minoranza al bar a cazzeggiare» avrebbe detto il presidente del consiglio provinciale chiamando in causa Paolo Ghezzi.

In serata sono arrivate le scuse di Walter Kaswalder: «E’ mio desiderio chiarire quanto avvenuto oggi alla buvette del Consiglio provinciale. Il mio intento è stato esclusivamente quello di promuovere il rispetto delle regole valide in questo periodo di emergenza sanitaria. Regole chiare, che prevedono l’accesso alla buvette solo dei consiglieri provinciali, del personale consiliare e – per il tempo necessario – di un collaboratore in ragione di ciascun consigliere eletto. Per la stampa è a disposizione lo spazio deputato al piano superiore all’emiciclo. Il mio intervento nei confronti dei tre giornalisti è stato forse brusco e di questo mi scuso, l’ho fatto subito nei confronti degli interessati. Nulla di personale, nulla contro la funzione giornalistica, ma solo – lo ripeto – la mia personale preoccupazione di assicurare l’applicazione delle regole a protezione di tutti».

Pubblicità
Pubblicità

In sua difesa sono arrivate alcune perplessità inserire in una nota del consigliere Luca Guglielmi che chiede se la bufera mediatica creata (in parte) per destabilizzare il Presidente Kaswalder sia fondata su notizie certe.

«Lo chiedo perché chi era presente in buvette in quel momento, anche alcuni colleghi consiglieri di minoranza, hanno dichiarato, anche in aula, una versione completamente differente rispetto a quella scritta dall’ordine dei giornalisti del Trentino Alto Adige e dal sindacato dei giornalisti del Trentino Alto Adige.

Appare (se fosse vero) grottesco che le famose “fake news” vengano, a quanto pare, prodotte e divulgate proprio da quelle associazioni che dovrebbero garantire la correttezza di libertà di espressione e di difesa delle prerogative degli organi di stampa. È noto, da alcuni mesi, che l’accesso alla buvette è riservato esclusivamente ad alcune persone. Il covid-19 non ha limitato l’accesso solo ai giornalisti, ma anche ai collaboratori dei Consiglieri, limitati in numero ed in presenza. Ritengo che il Presidente Kaswalder abbia semplicemente fatto rispettare le circolari in essere. Nulla di più. Se i toni sono stati bruschi sicuramente le mani non sono state decise.» – Così Luca Guglielmi

Il Gruppo consiliare del PD invece esprime solidarietà ai giornalisti:  «il Gruppo consiliare provinciale del Partito Democratico del Trentino esprime una piena e convinta solidarietà ai giornalisti vittime di comportamenti autoritari e prevaricatori, prontamente stigmatizzati in aula dalla capogruppo Ferrari, che denotano assenza di cultura istituzionale e di educazione personale da parte del Presidente che, più di ogni altro Consigliere, dovrebbe essere interprete quotidiano dei valori del dialogo, della democrazia, della pluralità d’informazione e del rispetto delle altrui opinioni».

Critico anche Alex Marini del movimento 5 stelle, ma con le minoranze però: «Mi sarei anche stancato di dirlo ma se Walter Kaswalder è ancora seduto alla presidenza del Consiglio è anche per colpa delle minoranze che non hanno saputo agire unitariamente nei suoi confronti né rinunciare ai posti garantiti in Ufficio di presidenza»

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Chalet Pinocchio, dove sentirsi sempre a casa
    Chalet Pinocchio si trova a Brentonico, nel sud del Trentino, a 16 km dal centro di Rovereto e a 10 km dall’uscita autostradale di Rovereto sud. Situato in una piccola località montana che d’inverno diventa il centro ideale per accedere alla Ski Area Polsa San Valentino, con piste facili ideali anche per chi vuole imparare; d’estate, […]
  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]

Categorie

di tendenza