Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Consorzio per lo sviluppo turistico Rovereto-Folgaria: una realtà che cerca basi solide

Pubblicato

-

Ogni grande progetto nasce dalle idee di menti brillanti che inizialmente vengono viste come assurde o impossibili da realizzare” potremmo definire così l’dea da cui è partita la fondazione del Consorzio per lo sviluppo turistico Rovereto-Folgaria.

Storicamente parlando, un collegamento tra la Vallagarina e l’Altopiano di Folgaria non è una novità. Però, riprendere questo concetto e cercare di realizzarlo può essere sicuramente un buon modo per pianificare un futuro che parla di sviluppo, innovazione e nuove risorse.

Secondo Marco Fontanari, Presidente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio, l’idea di unire direttamente Rovereto e Folgaria è ambiziosa e non di facile attuazione, ma di certo è la base di un progetto che vale la pena cercare di concretizzare.

Pubblicità
Pubblicità

In questa prima fase, a sostenere Marco Fontanari (Unione Commercio e Turismo – Confcommercio Sezione Autonoma di Rovereto e Vallagarina) ci sono gli altri soci fondatori del Consorzio per lo sviluppo turistico Rovereto-Folgaria, ovvero: dott. Mirco Petri (MAK Invest S.r.l.); dott. Matteo Sartori (Corona Calcestruzzi S.r.l.); dott. Vincenzo Catellani (Acqua Green Energy Solution S.r.l.); ing. Massimiliano Valli (Studio di Ingegneria Betti e Vialli).

Per questo progetto, i soci sopracitati hanno messo a disposizione idee e risorse: ora, per mettere il primo tassello a delle solide fondamenta e per iniziare un percorso che andrebbe ad arricchire soprattutto il turismo della zona, manca il nulla osta dato dai primi controlli che serviranno a confermare la possibilità di attuarla o meno.

Oltre a Marco Fontanari, durante la conferenza stampa hanno preso la parola anche il Sindaco di Rovereto, Francesco Valduga ed il Sindaco di FolgariaMichael Rech.

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto deve avere dei legami forti con i comuni vicini e con Folgaria – ha dichiarato il Sindaco di Rovereto, Francesco Valduga Rovereto concede servizi, ma vive grazie ai comuni della zona. C’è una necessità di avere un rapporto tra la città e gli Altopiani. È ottima la disponibilità di privati che vogliono investire sul territorio e sulle forma di mobilità alternativa, sostenibile e accessibile a tutti”.

Pubblicità
Pubblicità

Ed è proprio proprio sulla mobilità che si è discusso prevalentemente nell’ultima parte dell’incontro: se da un lato abbiamo il Sindaco Valduga che, seppur con qualche riserva su un collegamento diretto tra Folgaria e Rovereto, appoggia il fatto che un territorio debba fare il possibile per supportare chi intende promuovere l’unione, la capacità di collaborare e la voglia di investire in qualcosa che può aiutare la Vallagarina a tornare a brillare come meta e come centro turistico; dall’altra abbiamo il Sindaco di Folgaria Michael Rech, che appoggia completamente l’idea di un possibile collegamento tra le due località.

Si tratta di un progetto che unisce l’interesse economico, l’interesse turistico e l’interesse sociale della comunità. Questi progetti moderni non devono essere sostenuti solo dal mercato ma anche da delle idee condivise puntando anche ad un ritorno indiretto – ha dichiarato il Sindaco di Folgaria Michael Rech Un collegamento diretto tra Folgaria e Rovereto è da fare, ma bisogna tenere a mente che la mobilità alternativa è competitiva solo se c’è un buon numero di turisti, studenti e lavoratori che quotidianamente la preferiscono rispetto ai più comuni mezzi di spostamento. Questi sono comunque investimenti che per entità sono condivisi e compatibili con le realtà nostrane“.

Fondamentalmente, le idee che vanno a creare questa ipotesi di realtà futura sono tutte molto valide ed interessanti non solo per chi poi le andrà a realizzare ma anche per tutti coloro che poi ne usufruiranno. I problemi principali si possono riassumere con qualche domanda: la creazione di una funivia che va a collegare Rovereto e Folgaria andrà a mettere la parola fine all’idea di un casello autostradale a Terragnolo? Per quanto riguarda le strade, rimarranno tutte attive? Alcune verranno chiuse? Come si intende proseguire, nel caso in cui la funivia si riveli troppo dispendiosa rispetto all’utilizzo dell’automobile se si parla di residenti o lavoratori e di autobus per quanto riguarda gli studenti ed i turisti?

Ovviamente, un progetto di tale portata punterebbe al far aumentare il turismo sia in città che in Altopiano: bisogna quindi mettere in conto che se si partisse da Rovereto, servirebbero nuove strutture alberghiere, nuovi parcheggi e sicuramente nuovi spazi adatti ad ospitare una struttura comunque importante come una funivia.

Achille Spinelli, Assessore allo Sviluppo Economico, ha poi preso la parola sottolineando giustamente le motivazioni per cui Folgaria è molto più decisa nel voler vedere realizzato questo progetto che, comunque, per quanto sia da valutare nelle sue possibilità di realizzazione resta comunque molto valido dato che potrebbe essere il giusto trampolino di lancio che servirebbe in questo momento a Rovereto e alla Vallagarina.

Secondo quanto riportato da Spinelli, la sostenibilità ambientale, la sostenibilità economica e la sostenibilità dovuta alla capacità di far vedere il territorio in modo diverso ai residenti sono dei punti chiave per creare del reale interesse ai cittadini nell’avere la possibilità di vivere il territorio di casa in modo turistico. “Rovereto è una città che merita questo collegamento.

Anche il Consigliere provinciale Alessandro Olivi appoggia le idee brillanti alla base del Consorzio per lo sviluppo turistico Rovereto-Folgaria, Non stiamo immaginando un’unione innaturale” ha infatti dichiarato riguardo al collegamento tra città e montagna prima di spostare l’attenzione sul salto culturale che servirebbe alle persone per effettivamente vedere la funivia come un mezzo di trasporto utile e di uso quotidiano.

In conclusione possiamo dire che siamo davanti ad un progetto ambizioso e che merita sicuramente la possibilità di essere valutato sia dal lato delle possibilità economiche che di quelle riguardanti il territorio.

Rovereto può approfittare del turismo di Folgaria e Folgaria potrebbe sfruttare al meglio la posizione strategica della Città della Quercia. Il tutto è ancora da vedere e si saprà qualcosa di più certo entro il prossimo gennaio. Resta solo molta curiosità nel vedere come verranno sviluppate tutte le idee e tutte le carte che sono state messe in tavola: potrebbe essere solo un’utopia come invece potrebbe rivelarsi poi una ricca realtà.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza