Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Un forte temporale si abbatte sul Trentino occidentale. Esonda il rio Taviela in Val di Pejo. Il video

Pubblicato

-

Momenti di paura per un grosso temporale che ieri nel tardo pomeriggio ha colpito la Val di Pejo.

Sono migliaia i metri cubi di fango, roccia e alberi trasportati in un lungo striscione di detriti lungo la Val Taviela. Nella zona si trovavano qualche decina di turisti, per fortuna non coinvolti dalla colata.

Sulla valle si è scatenata una vera e propria bomba d’acqua che in pochi minuti ha fatto gonfiare il rio Taviela, che è esondato all’imbocco della Val del Monte.

Pubblicità
Pubblicità

Come si vede nel video una colata di acqua e fango ha interrotto la strada, bloccando alcuni automobilisti che stavano transitando proprio in quel momento.

Il forte temporale ha trascinato a valle una grande quantità di materiale che ha ostruito una briglia filtrante costruita negli anni scorsi per la protezione dell’alveo.

Superata la capacità di contenimento della colata, i detriti sono fuoriusciti creando un piccolo conoide. Stando agli accertamenti della protezione civile, non risultano fortunatamente persone coinvolte dal fenomeno che si è verificato con inaspettata e repentina violenza.

Pubblicità
Pubblicità

La perturbazione è durata qualche decina di minuti ed al momento risulta esaurita, ma domenica sono annunciati nuovi temporali, ragion per la quale già da domani le squadre dei bacini montani si muoveranno per scavare un po’ di materiale e creare un invaso capace di reggere eventuali nuove scariche.

Il Dipartimento alla protezione civile della Provincia sta presidiando la zona ed ha effettuato un sopralluogo aereo con tecnici del Servizio geologico e del Servizio bacini montani. Sul posto dopo l’allerta sono arrivati subito anche alcuni Corpi di vigili del fuoco volontari.

Il maltempo – previsto dal meteo – si è abbattuto anche sulla val Rendena e val Venosta e su tutto il Trentino occidentale, mentre a Trento non è caduta nemmeno una goccia.

A partire da ieri le temperature sono sensibilmente aumentate grazie all’anticiclone africano che durerà fino a sabato sera. Le temperature raggiungeranno in questo week end anche picchi di 35 gradi per poi scendere all’inizio della settimana prossima.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza