Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

La Val di Non capitale italiana di parkour: la nazionale maschile si allena a Cles per 10 giorni

Pubblicato

-

I ragazzi della nazionale sollevano simpaticamente Paola de Concini, responsabile tecnico dell'Asd Ginnastica Val di Non. Sotto i tecnici Francesco Venturelli, Roberto Carminucci e Marco Bisciaio

In questi giorni la Val di Non è diventata la capitale italiana di parkour: la nazionale maschile, sotto la guida del direttore tecnico del settore Salute e Fitness della Federazione Ginnastica d’Italia Roberto Carminucci e dei tecnici Marco Bisciaio e Francesco Venturelli, sta svolgendo un collegiale di 10 giorni a Cles grazie all’ospitalità e all’organizzazione dell’Asd Ginnastica Val di Non, in particolare del responsabile tecnico della società Paola de Concini.

Sette ragazzi tra i 18 e i 30 anni, provenienti da diverse parti d’Italia, si stanno allenando al Ctl di Cles in vista della prima edizione assoluta dei mondiali a Hiroshima, in Giappone, inizialmente in programma ai primi di aprile di quest’anno e poi spostata, causa Covid, a marzo 2021.

UNA DISCIPLINA SPETTACOLARE – Tutto iniziò negli anni ‘80 nelle cittadine che circondano Parigi: tipiche giungle suburbane cresciute velocemente e caoticamente per fornire alloggi a basso costo.

PubblicitàPubblicità

Il parkour, il cui nome deriva da parcours du combattant (“percorso del combattente”) utilizzato nell’addestramento militare della marina francese durante la prima guerra mondiale, è una disciplina metropolitana nata ufficialmente in Francia agli inizi degli anni ‘90.

I ragazzi della nazionale sulle rive del Lago di Santa Giustina

Lo scopo consiste nell’eseguire un percorso, superando qualsiasi genere di ostacolo con la maggior efficienza, velocità e semplicità di movimento possibile, adattando il proprio corpo all’ambiente circostante, naturale o urbano, attraverso corsa, salti, equilibrio, scalate, arrampicate.

Pubblicità
Pubblicità

Il parkour arriva in Italia attorno al 2005, sviluppandosi molto grazie al web. Siti minori di rilevanza locale fondati dai praticanti incominciano a creare i primi incontri tra tracciatori. Una delle prime palestre di parkour ad aprire in Italia fu il Momu (movimento mutamento). Viene riconosciuto come sport a tutti gli effetti dal Coni nel 2017.

PAROLA AL DIRETTORE TECNICO NAZIONALE – Ma come funziona una competizione di parkour? È il direttore tecnico Roberto Carminucci a spiegarlo. «Sono previste due categorie: velocità e corpo libero – rivela –. Nello speed-run gli atleti, proprio secondo il principio di scappare via veloci, devono superare rapidamente gli ostacoli del percorso per raggiungere il traguardo nel minor tempo possibile. Nel free-style, invece, si hanno a disposizione 70 secondi di tempo per mostrare il proprio stile e la propria creatività, sfruttando gli ostacoli ma non necessariamente tutti, mentre vengono giudicate le prestazioni tecniche. Questa è la parte più artistica, se vogliamo, del parkour».

Come detto, il parkour è una disciplina nata in strada e alle Olimpiadi di Parigi 2024 dovrebbe esordire come sport dimostrativo. Ma parliamo di una specialità che intende anche educare.

«Gli atleti della squadra nazionale sono portatori proprio di questo messaggio – aggiunge Carminucci –. Sono dei modelli educativi e i video che pubblicano non mirano ai like o alle visualizzazioni, ma alla divulgazione tecnica, calibrata sulle capacità».

La spettacolare sequenza di un salto

LA VISITA DEL SINDACO RUGGERO MUCCHI – La nazionale maschile di parkour ospite in Val di Non, nei giorni scorsi ha ricevuto anche la visita del sindaco di Cles Ruggero Mucchi, accompagnato dal suo vice Diego Fondriest e dall’assessore Massimiliano Girardi.

Un’occasione utile per rinsaldare gli ottimi rapporti tra la Federazione Ginnastica d’Italia e l’amministrazione comunale, che lo scorso dicembre avevano portato il presidente federale Gherardo Tecchi in sala giunta per la progettazione della futura palestra ginnica polifunzionale.

Un impianto di 43 metri di lunghezza per 21 di larghezza, su due piani, un vero e proprio gioiello che darebbe la possibilità, non solo ai clesiani e ai nonesi, ma a tanti atleti da ogni parte d’Italia, di praticare un’attività motoria di base e agonistica sotto l’egida della Federazione Ginnastica d’Italia.

Oggi sarà poi l’ultimo giorno di riprese video curate dalla Gazzetta dello Sport che saranno utilizzate per scopo didattico.

Una splendida Val di Non a fare da cornice: le rive del Lago di Santa Giustina in località le Plaze (grazie alla collaborazione del Comune di Predaia), ma anche il Ctl e il centro storico di Cles.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza