Connect with us
Pubblicità

Politica

Maggioranza nel caos, va sotto due volte al Senato. Giorgia Meloni attacca il premier che ride: «Siete dei pazzi irresponsabili». Il video

Pubblicato

-

Dalla giornata di ieri, lunghissima e carica di tensione alle Camere, la maggioranza esce sempre più fragile e divisa.

Il caos è scoppiato in serata, dopo aver raggiunto il sì alla proroga dello stato d’emergenza fino al 15 ottobre (con l’attacco frontale di Giorgia Meloni al premier: qui il video dell’intervento della leader di Fratelli d’Italia) e l’ok sullo scostamento di bilancio.

Giorgia Meloni attacca il premier che ride definendo lui e la maggioranza «pazzi ed irresponsabili».

Pubblicità
Pubblicità

La maggioranza al Senato è andata sotto due volte sulle nomine dei presidenti di commissione. È il frutto del gioco dei voti segreti che, come commenta Francesco Verderami sul Corriere della Sera, svela la vera – litigiosa e vendicativa – essenza di un’alleanza che non è mai riuscita a diventare coalizione. Oggi è il giorno di un altro voto delicato, quello sul processo a Matteo Salvini per il caso Open Arms.

Ricapitoliamo: i fatti risalgono allo scorso agosto, quando l’allora ministro dell’Interno rifiutò di concedere lo sbarco alla nave spagnola con a bordo oltre 160 migranti. Il risultato? Rimasero in mare per 19 giorni al largo delle coste siciliane. Salvini è accusato di “sequestro di persona” e “rifiuto di atti di ufficio” e il Senato deve decidere se mandarlo a giudizio o no.

Con un voto a maggioranza: la relazione Gasparri contro l’autorizzazione a procedere ha bisogno di 160 voti e il centrodestra è a 135. Con la pesante incognita di come voteranno i renziani.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza