Connect with us
Pubblicità

Trento

Far West all’Hotel Everest di Trento ieri sera: dipendenti contro Rom, succede di tutto. Il Video

Pubblicato

-

Quanto successo ieri sera dalle 19.30 alle 20.00 presso l’Hotel Everest di via Corso Alpini nel rione di Cristo Re ha dell’incredibile.

Un episodio che sottolinea ormai in modo indicibile il degrado del capoluogo e come la politica del buonismo abbia portato solo criminalità, onnipotenza, arroganza e prepotenza da parte dei criminali comuni, capovolgendo completamente le regole che ora vedono la gente onesta penalizzata e perseguitata e i delinquenti osannati e difesi.

Una situazione ormai fuori controllo che sta davvero prendendo una brutta piega per la nostra ex isola verde e che questa volta ha penalizzato un hotel che è un biglietto da visita per la nostra città frequentato da turisti italiani ed esteri presenti in massa ieri sera dentro l’albergo.

PubblicitàPubblicità

Abbiamo diviso in due video le riprese girate dal circuito di videosorveglianza interno dell’hotel cercando di estrapolare i momenti più salienti di una rissa che è durata circa 30 minuti, l’ultima parte avvenuta sotto gli occhi delle forze dell’ordine inermi.

Il video numero uno (sopra)parte con la visione di un ragazzo rom completamente ubriaco che insieme al suo cane (più volte molestato nella parte del video non riproposto) è seduto ad un tavolino sopra il quale, dopo essersi levato le scarpe, poggia i piedi, dormendo. Il ragazzo è in quella posizione da 10 minuti quando, dopo l’arrivo di alcuni clienti che intendono cenare all’aperto, escono dalla porta dell’Albergo una ragazza e un ragazzo, entrambi dipendenti dell’Hotel.

Il dipendente dell’Everest con gentilezza chiede al Rom di levare i piedi dal tavolo, ma riceve un bel «vaffa» per due volte.

Pubblicità
Pubblicità

Allora sposta il tavolo nel tentativo di svegliare il rom dal torpore della gigantesca sbornia. Qui comincia il nervosismo, ma il dipendente dell”Hotel non si fa intimorire e dopo essere stato insultato e strattonato parte all’attacco sferrando un pugno che però va fuori misura. I due fuori campo si azzuffano e poi in difesa dell’amico piombano sul teatro di «guerra» in cerca di vendetta tutti gli amici Rom che abitano nelle case popolari di fronte dove hanno dimora anche alcuni soggetti agli arresti domiciliari. Alcuni cercano di calmare l’amico, altri invece tentano di cercare il dipendente dell’hotel per vendicare l’amico.

Volano altri pugni, spintoni, e una sedia sulla testa di qualcuno. Nella rissa viene coinvolto anche il titolare Giorgio Sembenotti che più volte con scatti felici riesce a schivare i pugni degli aggressori. Molti rischiano anche di essere investiti dalle macchine.

Nel secondo video (sotto) la rissa continua anche dopo l’arrivo delle forze dell’ordine con 4 pattuglie. Mentre gli agenti stanno tentando di sedare gli animi sul marciapiede di fronte alcuni rom sfuggono al controllo delle forze dell’ordine e tornano all’attacco dei dipendenti dell’Hotel

Tutti gli agenti rimangono inermi di fronte a quanto succede, anzi, uno di loro (fuori video) sembra prendersela persino col titolare dell’albergo.

Gli sguardi dei clienti sono terrorizzati di fronte a quello che succede, ma lo sono ancora di più davanti al fatto che le forze dell’ordine non intervengano assolutamente a sedare la rissa che fra un video e l’altro è continuata sul marciapiede di fronte fuori campo.

I lettori ora si chiederanno come è andata a finire: ebbene, qui arriva il bello. Nessuno dei rom è stato ne identificato, ne tanto meno fermato. Per il momento non ci sono notizie di denunce per rissa oppure per il mancato uso delle mascherine. Ma, udite udite: tutti quelli della banda Rom, ubriachi, sotto gli occhi della polizia, sono saliti in macchina e partiti per altre mete.

Singolari e laconiche le parole del proprietario dell’Everest Giorgio Sembenotti: «Non capisco perché la polizia se la sia presa con me. Capisco invece i Rom, è una vergogna infatti che abitino nella case popolari gratis pagate dai contribuenti trentini. Dovrebbero avere a disposizione delle ville con piscine e campi da tennis, naturalmente sempre pagati dalla comunità».

Una frase ironica detta nella mattinata di oggi a mente fredda ma che certamente pensano ormai migliaia di trentini costretti ad essere governati da una giunta comunale le cui scelte buoniste hanno aiutato i criminali nullafacenti penalizzando la gente onesta e gli imprenditori, che come in questo caso, hanno fatto la storia della città di Trento.

Poi si viene anche a sapere che lo stesso ragazzo aveva creato scompiglio anche 3 giorni fa davanti al bar Zinzorla dove a rimetterci «le penne» sono state altre due persone prese a botte e meno coraggiose e preparate del dipendente dell’Hotel Everest. Ma vien da chiederci: ma questa è veramente la nostra città?

Sul clamoroso episodio stamane è intervenuto anche Paolo Primon che non ha lesinato critiche nei confronti delle forze dell’ordine. Qui il suo intervento

Secondo l’esponente politico i Rom non sarebbero dovuti far salire sulle autovetture in quello stato di alterazione alcoolica. «Perché non sono state sequestrate le macchine dei rom?». Si chiede Primon, che aggiunge: «finché a Trento gireranno queste persone nessuno potrà vivere in pace». Il suo è stato in intervento durissimo che ha chiamato in causa il sindaco Andreatta e il questore Cracovia.

Ora nei confronti dei residenti delle case popolari coinvolti nella rissa dovranno scattare delle sanzioni come deliberato dalla giunta Fugatti dopo il suo insediamento.

Clicca qui per iscriverti con un solo click alle newsletter gratuite de «La Voce del Trentino» per rimanere aggiornato in tempo reale

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]
  • Uno sguardo a Kazan, un microcosmo di stili e culture che vivono in armonia
    A circa 820 kilometri da Mosca, dove i fiumi Volga e Kazanka si uniscono, si erge da oltre 1000 anni la splendida capitale della repubblica del Tatarstan: Kazan. Il suo splendore e le sue innumerevoli caratteristiche l’hanno portata ad essere nominata, nel 2005, la Terza Capitale della Russia (appellativo a cui può essere ufficialmente associata […]
  • Riscoprire il turismo lento in Italia, con le mini crociere fluviali
    Una parte della penisola Italiana è composta da un piccolo mosaico di isole e canali che insieme rappresentano la perfetta geometria di un mondo pieno di fascino. Riscoprire una dimensione lenta del turismo, attraverso gli imperdibili itinerari fluviali italiani è uno dei modi migliori per visitare questo mondo. Le crociere fluviali in houseboat sono in […]
  • Il rosmarino e le sue innumerevoli caratteristiche che fanno bene alla salute
    Il rosmarino è un arbusto perenne e sempreverde del genere della Salvia, originario dell’area mediterranea. Questa pianta, infatti, cresce nelle zone litoranee, macchia mediterranea, dirupi sassosi e assolati dell’entroterra, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma si può trovare e coltivare anche nella zona dei laghi prealpini e nella Pianura Padana. Sin dall’antichità, […]

Categorie

di tendenza