Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Cinema, arte, scultura: nonostante il Covid, sarà un’estate ricca di appuntamenti culturali a Predaia

Pubblicato

-

Anche quest'estate le rive del lago di Coredo ospiteranno gli artisti del legno

Proposta rivisitata – causa Covid – ma non per questo meno ricca e accattivante. Anche quest’anno il programma culturale estivo di Predaia sarà ricco di appuntamenti in grado di rendere vivo e attrattivo il territorio.

«L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo ci ha costretto a ridefinire e ridurre la programmazione delle attività ricreative e culturali – spiega l’assessore alla cultura Elisa Chinima è nostro dovere dare comunque un segnale forte di presenza e un messaggio importante che tenga viva la voglia e l’interesse di conoscere e apprezzare il nostro territorio. Ci auguriamo che l’estate possa proseguire nel migliore dei modi, sia per i residenti, che per chi anche quest’anno ha scelto Predaia per il proprio benessere e relax».

Nella seconda parte di un anno così anomalo è decisa dunque la volontà dell’amministrazione comunale di rispondere al desiderio di ritorno alla normalità con la realizzazione di diverse proposte.

Pubblicità
Pubblicità

UN’ESTATE AL CINEMA – Si comincia venerdì prossimo 24 luglio con la rassegna cinematografica estiva e autunnale (nei mesi di luglio, agosto e settembre) pensata in collaborazione con il Coordinamento Provinciale Teatrale sotto la direzione artistica di Michele Bellio.

La prima proiezione, “Un figlio di nome Erasmus” , commedia italiana di Alberto Ferrari, è in programma venerdì e sabato sera alle 21 a Coredo. Per rimanere aggiornati sui prossimi appuntamenti basta consultare le pagine Facebook “Cinema Predaia” e “Predaia Eventi” o il sito www.cinemateatropredaia.com

«Personalmente ritengo fondamentale la riapertura del Cinema Dolomiti a Coredo per la consueta stagione estiva – sono le parole di Bellio –. In quest’annata particolare non è stato facile costruire un calendario che potesse soddisfare giovani e meno giovani, residenti e turisti. Siamo comunque riusciti a programmare un’estate che recuperi alcuni titoli forti della stagione primaverile bruscamente interrotta dal lockdown, su tutti “Il richiamo della foresta” in programmazione il weekend di Ferragosto».

Pubblicità
Pubblicità

Saranno proposti film commedie per famiglie, con un paio di titoli d’autore che verranno introdotti al pubblico proprio da Bellio, data anche la prematura fine del “Mercoledì al Cinema” di Cles lo scorso marzo.

«In questo modo si rafforzano la simbiosi e la collaborazione fra due strutture strategiche per l’intera valle – aggiunge il direttore artistico – mantenendo una proposta di qualità, un servizio culturale e un’occasione di intrattenimento fondamentali per il nostro territorio. Il cinema torni ad essere occasione di emozioni condivise e di splendidi ricordi».

PERCORSI D’ANAUNIA IN MOSTRA – Sarà visitabile da sabato prossimo 25 luglio l’esposizione intitolata “Percorsi d’Anaunia in mostra”, allestita negli spazi di Casa da Marta a Coredo, che ben si prestano all’accoglienza dei visitatori in piena sicurezza.

L’intento di questo progetto è quello di dare ampio spazio alla natura e all’ambiente, con l’intento di valorizzare i paesaggi naturali, i luoghi della memoria e della storia, che i visitatori potranno poi ammirare e apprezzare personalmente percorrendo i Percorsi stessi: sentieri di montagna, tra boschi e grotte nascoste, tra ponti sospesi e maestosi castelli; percorsi romani in mezzo alla fauna selvatica, siti archeologici circondati da forre profonde scenario di eremi e santuari; passeggiate accanto a ruscelli e laghi; luoghi dove si vive l’intimo rapporto tra la natura e il passato dell’uomo.

A corredo dell’esposizione ci sarà una personale dell’artista locale Maria Stancher, dedicata in particolare alla 7^ tappa del Cammino Jacopeo d’Anaunia, che da Vigo di Ton arriva a San Romedio. Un sentiero caro a Maria perché da sempre guardato e ammirato, vivendo accanto ad esso.

Nel rispetto delle prescrizioni legate all’emergenza epidemiologica da Covid-19, verrà inoltre valutata l’opportunità di realizzare iniziative collaterali alla mostra stessa, quali convegni a tema, concerti musicali, laboratori, proiezioni cinematografiche, organizzati in collaborazione con varie associazioni operanti sul territorio comunale e il Coordinamento Teatrale Trentino.

La mostra sarà visitabile da martedì a giovedì dalle 16.30 alle 18.30, venerdì e sabato dalle 10 alle 12, dalle 16.30 alle 18.30 e dalle 20.30 alle 22.30 e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16.30 alle 18.30.

PREDAIA ARTE E NATURA – Dal 3 all’8 agosto l’Asuc di Coredo e l’assessorato alla cultura del Comune di Predaia ripropongono, forti di una prima edizione ricca di soddisfazioni e successo, il progetto “Predaia Arte e Natura – Sentiero, Simposio, Festival”, ideato dall’Ufficio Cultura e volto alla valorizzazione del territorio naturalistico della frazione Coredo, stimolando l’attenzione per la tradizione del legno e la realizzazione di una vera e propria galleria d’arte all’aperto.

Anche quest’anno il progetto sarà diretto artisticamente dallo studio Marte di Gianni Mascotti, che accompagnerà i 7 artisti del Simposio di sculture e di “Colomela Art”, nato sull’esperienza delle 17 edizioni passate del Simposio “Il legno riprende vita”.

Il paese di Coredo si trasformerà nuovamente in un laboratorio del legno, dove sette scultori internazionali daranno libero sfogo alle proprie capacità creative ed artistiche.

Gli artisti presenti, scelti tra più di 60 candidati e provenienti da diverse parti del mondo, saranno: Daniela Schwarz (Germania), Emanuela Camacci (Italia), Giovanni Capelletti (Italia), Pavel Spelda (Repubblica Ceca), Peter Ripka (Germania), Tiziano Beber (Italia) e Umberto Rigotti (Italia).

Sei degli artisti avranno la splendida opportunità di scolpire i tronchi sulle suggestive rive del lago di Coredo. Gli artisti Beber e Rigotti avranno, invece, l’arduo compito di realizzare un’opera di “Colomela art”, composizione di “land art” creata riutilizzando le “colomele” e “scandole” prodotte nella gara di abilità durante la “Festa della Colomela”.

Le opere d’arte prenderanno posto in uno dei numerosi ed agevoli sentieri che si dipartono dal noto “Viale dei Sogni”, in continuazione del percorso artistico-culturali aperto al pubblico di tutte le età e condizioni fisiche, dove i visitatori potranno ammirare le opere degli artisti internazionali senza rinchiudersi tra le mura di una mostra/museo, godendo dell’arte immersi nella bellezza dalla natura.

Maggiori informazioni sul progetto possono essere attinte dal sito www.predaiaarteenatura.eu

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza