Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Intervista a Emanuela Gentilin: Miss Italia, le donne e il giornalismo, il Grande Fratello

Pubblicato

-

Emanuela Gentilin è un volto noto della tv, conduttrice televisiva e inviata per l’Isola dei Famosi e il Grande Fratello, i due reality show del Gruppo Mediaset.

Consegue la laurea in Pubbliche Relazioni all’Università IULM di Milano, annovera esperienze in Rai e Sky, è una professionista dell’informazione iscritta all’Ordine dei giornalisti del Lazio.

Partecipa al concorso di Miss Italia a Salsomaggiore Terme nel 2003, giungendo al quarto posto nella graduatoria finale dell’edizione che incorona la siciliana Francesca Chillemi vincitrice della Kermesse. Nell’occasione, la conduzione è affidata a Carlo Conti, mentre la presidentessa della giuria è Claudia Cardinale.

Pubblicità
Pubblicità

Emanuela nasce un venerdì di primavera in provincia di Vicenza, terra laboriosa tra le bellezze del Palladio. Il suo segno zodiacale è il Toro.

Adora viaggiare, ama la fotografia e la musica, il buon cibo e lo shopping.

Capelli lunghi e castani, occhi verdi, è una donna espressiva e mamma di una bimba. Possiede uno sguardo attento e incisivo, scruta l’interlocutore con un velo di discrezione.

Pubblicità
Pubblicità

Tra le pieghe del “portrait” emerge un carattere brillante, ambizioso e sagace, un concreto e celato pragmatismo.

Il portamento e l’eleganza alimentano la spiccata personalità, la sua voce intensa e curvilinea narra il racconto e la cronaca.

-Emanuela ci racconti un aneddoto inedito e la tua passione per Miss Italia?

«Un curioso aneddoto?! Durante le prove a Salsomaggiore abbiamo rischiato di ammalarci tutte (anzi qualcuna ha gareggiato con la febbre) perché Carlo Conti aveva sempre caldo e faceva mettere l’aria condizionata molto forte. Noi eravamo in costume e non potevamo coprirci…c’erano delle regole molto severe, come andare in bagno solo accompagnate dalle assistenti del concorso. Non parlerei proprio di passione per Miss Italia. È sempre stata una kermesse importante. All’epoca andava in onda su Rai Uno, con 4 prime serate molto seguite. Era il concorso di bellezza per eccellenza ed un ottimo trampolino di lancio per il mondo dello spettacolo. Tuttavia, io non ne avevo mai visto per intero un’edizione e non sapevo nemmeno come avvenivano le selezioni. Mi ci sono avvicinata per caso…un giorno mio papà mi disse: “Tu non avresti mai il coraggio di partecipare” e così, di nascosto, mi sono iscritta. Poi quello che è successo ha stupito anche me».

-I Reality show sono una sorta di spaccato della società, soddisfano la pressante richiesta del pubblico o sono un’esigenza di fama e di gloria dei VIP?

«I reality show dovrebbero essere una sorta di spaccato della società, anche se forse erano così più agli inizi, durante le prime edizioni. Successivamente, la conoscenza del format e delle dinamiche ha permesso ai concorrenti di entrare “più preparati”, perdendo sicuramente in spontaneità. Se soddisfano o meno la pressante richiesta del pubblico direi: “A volte sì, a volte no”. Dietro c’è un grande lavoro autoriale, sia nella scelta del cast, sia durante il programma, per vivacizzare il gioco. Esigenza di fama e gloria? Certo! Il successo porta denaro».

-Nell’ultimo decennio, nelle trasmissioni tv e nei talkshow (ad esempio sportivi) le donne in qualità di giornaliste e/o opinioniste si sono ritagliate spazi importanti, cosa ne pensi a riguardo?

«Evviva le donne “parlanti”, intelligenti e preparate. Il gentil sesso negli anni ha occupato ruoli sempre più importanti in tv, spaziando dall’intrattenimento alla cronaca, dalla politica allo sport. Una brava professionista piace alle donne e agli uomini, mette tutti d’accordo, è rassicurante e, in più, rispetto ai maschietti, può giocarsi la carta del look e/o una fisicità prorompente».

-Nello spettacolo, come in altri ambiti, prevale ancora una sorta di maschilismo, trattasi di stereotipo o la “valletta” è una figura all’interno degli show  ormai superata?

«La “valletta” è una figura superata. Lo dicevamo prima: ci sono donne in gamba, di successo, ambiziose e capaci che continuano a scontrarsi con un mondo prevalentemente maschilista. Purtroppo il maschilismo è radicato nella nostra società patriarcale, nei valori che ci hanno trasmesso, nella cultura, nel comune sentire».

-I social media rappresentano oggi una modalità di dialogo e narrazione. Se dovessi comporre un post, un paragrafo in bianco: Emanuela rivela Gentilin?

«Nei miei post racconto quello che voglio raccontare di me, naturalmente la parte migliore».

Intervista a Emanuela Gentilin: Miss Italia, le donne e il giornalismo, il Grande Fratello.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza