Connect with us
Pubblicità

Trento

A settembre 270 classi in più, la Provincia stanzia 45 milioni per le nuove assunzioni

Pubblicato

-

Una cosa è certa. A settembre – se le condizioni dell’epidemia saranno le attuali, ovvero con un basso grado di contagio – circa 70.000 studenti della scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado, formazione professionale e circa 14.000 bambini della scuola dell’infanzia torneranno sui banchi di scuola del Trentino.

È stato calcolato che l’emergenza sanitaria porterà alla gestione di circa 270 classi in più rispetto all’anno scorso.

Come ha spiegato l’assessore all’istruzione, università e cultura Mirko Bisesti “Sarà una scuola che da Covid19 ha trovato l’occasione per innovarsi e darsi nuovi stimoli.Abbiamo lavorato con la consapevolezza di dover essere pronti nel caso in cui il virus dovesse tornare. Ecco perchè abbiamo ipotizzato degli scenari e conseguenti applicazioni diverse della didattica in presenza o a distanza. A settembre, se la situazione sarà quella attuale, ovvero con un basso grado di contagio, la didattica e il tempo scuola saranno assicurati in presenza. Si riparte quindi, ma in sicurezza. Bambini, studenti, docenti, famiglie e personale scolastico dovranno attenersi alle indicazioni sanitarie contenute nell’apposito protocollo salute e sicurezza. Per poter ripartire abbiamo stanziato 45 milioni di euro, tali risorse serviranno per assumere nuovi insegnanti e mettere in sicurezza le strutture”.

PubblicitàPubblicità

Per chi e quando suona la campanella – Sono circa 70.000 gli studenti della scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado, formazione professionale che il 14 settembre 2020 torneranno sui banchi di scuola.

Le lezioni si concluderanno il 10 giugno 2021. Qualche giorno prima, il 3 settembre, torneranno alla scuola dell’infanzia 14.000 bambini. Per loro la scuola si concluderà il 30 giugno 2021.

Gli scenari possibili– La pandemia ha costretto l’amministrazione provinciale a programmare l’avvio dell’anno scolastico tenendo conto di 4 possibili scenari: contagio zero, basso grado di contagio (situazione di attenzione), medio grado di contagio (ritorno del virus) e un alto grado di contagio, quindi la diffusione del virus con conseguente ritorno al lockdown. Nel caso di totale assenza del virus si proporrà un’offerta formativa a regime ordinario, con misure di igiene e sicurezza standard.

Pubblicità
Pubblicità

In uno scenario di attenzione – ovvero un basso grado di contagio – sarà garantita a settembre l’offerta formativa in presenza con misure di attenzione e prudenza (igienizzazione, sanificazione, distanziamento).

Nel caso ci fosse un ritorno importante del virus sarà attuato un modello didattico integrato (in presenza e didattica a distanza).

Tale ipotesi dovrà in ogni caso salvaguardare le categorie più fragili degli studenti. Infine, nel caso di un nuovo lockdown è previsto l’uso esclusivo di una didattica digitale da remoto, con definizione di apposite linee guida.

La scuola per il futuro: i punti chiave – Nelle linee guida provinciali sono stati indicati alcuni punti chiave sulla base dei quali si sta programmando il nuovo anno scolastico e che saranno poi dettagliati nell’apposito Piano scuola a.s. 2020/2021.

 Tra questi:
– piani di apprendimento individualizzati e piano straordinario di recupero;
– risorse straordinarie per fronteggiare l’emergenza;
– patti educativi tra scuola, famiglia e territorio;
– flessibilità, per adattarsi alla realtà in continua evoluzione;
– bambini, studenti, docenti, famiglie e personale scolastico dovranno attenersi al protocollo salute e sicurezza;
– garanzia del tempo scuola, ovvero non sarà ridotta l’offerta scolastica;
– piano straordinario di formazione del personale scolastico(realizzato con il supporto di Iprase);
– tavoli di confronto e azioni di monitoraggio;
– consolidamento delle esperienze maturate nei mesi di lockdown grazie all’utilizzo delle tecnologie.

A scuola in sicurezza – Le linee guida valide per l’intero sistema di istruzione e formazione provinciale prevedono l’applicazione del protocollo scuola salute e sicurezza. Tra i punti principali:
– gruppi classi dimensionati (stabili e con distanza di sicurezza)
– accesso e uscita da scuola scaglionati e con procedure definite
– educazione fisica e attività pratiche con distanze maggiorate
– mensa e intervallo sì, ma con le dovute precauzioni
– aerazione frequente dei locali
– igienizzazione delle mani e sanificazione dei locali e delle attrezzature
– ammissione in classe con temperatura inferiore a 37.5°
– uso della mascherina solo negli spostamenti.

La scuola in sicurezza richiede però l’impegno di tutti, in particolare nel rispettare le distanze, nei mezzi di trasporto, nelle relazioni interpersonali e nelle procedure di igienizzazione e sanificazione.

Più risorse professionali per garantire sicurezza e tempo scuola – Per fronteggiare la necessità di un maggior numero di ore per garantire il tempo scuola sono previste due azioni.

La prima prevede che agli insegnanti in servizio venga chiesta una nuova proposta contrattuale per il 2020/2021 che garantisca una rimodulazione con più attività docente a contatto diretto con gli studenti.

L’altra azione prevede un’integrazione dell’organico di circa 500 unità complessive.

Risorse straordinarieSono 45 milioni le risorse straordinarie messe in campo per fronteggiare l’emergenza. Di questi 33 milioni di euro sono destinati ai docenti, 5 milioni al personale Ata, 4 milioni per i bisogni educativi speciali, 3 milioni per arredi e attrezzature.

Per quanto riguarda l’edilizia scolastica è prevista un’integrazione ai budget comunali per coprire gli investimenti straordinari necessari per mettere in sicurezza le strutture.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza