Connect with us
Pubblicità

Trento

15 milioni di euro di contributi a fondo perduto per le assunzioni nei settori del turismo e del commercio

Pubblicato

-

Fondamentale in queste settimane per l’economia del nostro territorio è garantire un buon livello di qualità nelle strutture ricettive, nei pubblici esercizi e nel commercio al dettaglio.

La qualità passa innanzitutto attraverso il personale e proprio per questo la Giunta ha ritenuto necessario aiutare le aziende nel sostenere i costi delle assunzioni a fronte di un contesto di grande incertezza.

Per questo è stata prevista l’introduzione per la prima volta di contributi a fondo perduto per le assunzioni di personale a tempo determinato nei settori legati al turismo e del commercio a copertura della stagione estiva 2020.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta di contributi aggiuntivi, al di fuori delle tradizionali regole del “de minimis”.

La previsione normativa è stata inserita nell’assestamento di bilancio che sarà approvato dal Consiglio provinciale a fine luglio. L’intervento, finanziato inizialmente con 15 milioni di euro, è destinato alle imprese che assumono o mantengono, nella stagione estiva in corso, un numero di dipendenti almeno parzialmente in linea rispetto all’anno 2019, nonostante gli effetti dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

“È questa una misura che abbiamo previsto per aiutare gli operatori economici che, nonostante l’incertezza sull’andamento della stagione cercano di offrire un servizio di alta qualità, con effetti sicuramente non secondari sull’economia e sul mercato del lavoro locale”  ha commentato l’assessore Achille Spinelli annunciando la misura.

Pubblicità
Pubblicità

“Questo contributo si aggiunge alle numerose attività di promozione messe in campo da Trentino Marketing in queste settimane e al Bonus Vacanza che vuole incentivare i trentini a trascorrere le proprie vacanze sul nostro territorio con l’obiettivo di sostenere un settore che è fondamentale per la nostra economia” ha aggiunto l’assessore Roberto Failoni.

I contributi potranno essere richiesti da ottobre mediante un’apposita piattaforma informatica che sarà messa a disposizione dalla Provincia. Per il calcolo del contributo viene preso come riferimento il costo del personale nel periodo giugno-settembre 2020 e confrontato con quello del medesimo periodo nell’anno 2019.

L’entità del finanziamento, il cui limite massimo è fissato in 40 mila euro, va dal 15 al 25% della differenza del costo del personale giugno-settembre 2020 rispetto a quello di giugno-settembre 2019.

Le informazioni di dettaglio, con l’elenco dei settori interessati e le modalità di calcolo del contributo sono visibili sul sito cliccando qui

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Chalet Pinocchio, dove sentirsi sempre a casa
    Chalet Pinocchio si trova a Brentonico, nel sud del Trentino, a 16 km dal centro di Rovereto e a 10 km dall’uscita autostradale di Rovereto sud. Situato in una piccola località montana che d’inverno diventa il centro ideale per accedere alla Ski Area Polsa San Valentino, con piste facili ideali anche per chi vuole imparare; d’estate, […]
  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]

Categorie

di tendenza