Connect with us
Pubblicità

Trento

A Roma la manifestazione «Giustizia per Chico Forti»: il governo batta un colpo, deve fare di più

Pubblicato

-

Sotto Montecitorio stamane, 16 luglio 2020, si è svolta la manifestazione per «Chico Forti Libero». Erano circa un centinaio i manifestanti che hanno voluto esserci. Dal Trentino è arrivato un pullman di sostenitori.

Presenti anche a vario titolo alcuni uomini politici e l’attore Enrico Montesano che ha preso a cuore insieme alla moglie la situazione di Chico.

Matteo Salvini ha preso parte alla manifestazione parlando con gli amici di Chico ed intrattenendosi con loro per circa un’ora. Delusione profonda invece per il ministro della giustizia cinque stelle Bonafede che si è fermato solo 60 secondi.

Pubblicità
Pubblicità

Presenti i parlamentari della lega Martina Loss, (foto in fondo) Diego Binelli, Mauro Sutto e Vanessa Cattoi che hanno dichiarato:«Giustizia per Chico Forti. Sì alla sua estradizione in Italia. Il governo batta un colpo. Faccia di più per riportare a casa il nostro concittadino recluso da 20 anni in un carcere degli Stati Uniti, lontano dalla sua famiglia e dalla sua-nostra terra. Una richiesta non solo legittima: consentirgli di riabbracciare i figli, i genitori, i nipoti che non ha mai visto di persona è una questione umana. Assieme a Matteo Salvini e a numerosi colleghi, come deputati trentini della Lega lo abbiamo detto a viva voce manifestando davanti oggi a Montecitorio a fianco dei rappresentanti del comitato #londadichico per chiedere azioni forti e concrete da parte dell’esecutivo. Dopo innumerevoli interventi nelle sedi parlamentari, mozioni e interrogazioni vogliamo risposte e iniziative concrete. La Lega continuerà a seguire da vicino la situazione e a sollecitare ogni azione possibile affinché Chico Forti torni in Italia»

Nella scorsa notte, nell’aula virtuale del consiglio comunale riunito in videoconferenza, si sono discusse due mozioni relative alla richiesta di azioni da parte del Comune di Trento per la causa di Chico Forti.

Lo scorso maggio, il gruppo Lega e delle forze di centro destra ha presentato una mozione, mentre in altre sedi istituzionali la Lega si muoveva nella stessa direzione, con un’interrogazione parlamentare da parte dei deputati Lega trentini e con un’azione diretta il Presidente del consiglio della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol, Roberto Paccher.

Pubblicità
Pubblicità

«Purtroppo, in Comune, nel momento della discussione congiunta delle due mozioni, entrambe con parere favorevole della Giunta, con pretesti demagogici da parte del Sindaco e non solo, si è scelto di voler discriminare invece di unificare. Infatti, mentre a parole si parlava di unità nel nome di Chico Forti, nei fatti si è di fatto negato il diritto a presentare un atto legittimo, portando avanti una richiesta di ritiro del documento del centrodestra. Con lo spirito della massima collaborazione, per il bene della causa di Chico Forti, il gruppo Lega proponendo l’inserimento di uno dei punti dell’impegno nel documento della maggioranza, ha rinunciato alla discussione e ritirato il proprio documento, sostenendo con il voto il testo rimasto» -Così i consiglieri comunali della lega

Parla invece di «Troppe ombre» la senatrice leghista Elena Testor (Lega): «Sono felice del sit in che stamattina, sotto Montecitorio, ha ricordato a tutti la vicenda del nostro Chico Forti. Come anche ha ribadito Matteo Salvini, chiediamo giustizia per un nostro connazionale che da venti anni è incarcerato al termine di una vicenda giudiziaria che presenta moltissime ombre ed evidenti errori. Ho personalmente seguito la vicenda di Forti anche nella mia precedente esperienza in Forza Italia, che nel gennaio di quest’anno si è tradotta in una interrogazione al sottosegretario Fraccaro. L’interessamento del governo, però, può e deve produrre migliori e più evidenti risultati: nessun sostanziale miglioramento è stato infatti registrato a favore del nostro connazionale nella sua condizione carceraria. Come fatto per tanti detenuti stranieri che sono tornati nei loro paesi di origine, chiediamo quindi che anche per Forti sia accordata questa possibilità, e che la stessa faccia parte di un più generale processo di revisione della vicenda del nostro concittadino».

Sulla questione è intervenuto anche  Cosimo Maria Ferri, Componente Commissione Giustizia Camera dei Deputati: «Sono 20 anni che Chico Forti è rinchiuso in un carcere degli Stati Uniti, a seguito della condanna all’ergastolo inflittagli al termine di una vicenda giudiziaria controversa, dove lui si è sempre dichiarato innocente e vittima di un errore giudiziario. In passato, in qualità di Sottosegretario al Ministero della Giustizia, mi sono occupato del caso, durante una missione a Washington ho cercato di sensibilizzare le istituzioni americane alla vicenda, auspicando che le autorità competenti potessero valutare con favore la richiesta di revisione del processo presentata dal collegio difensore di Chico Forti. Istanza che fino a questo momento non è mai state accolta».

E ancora: «Il rapporto tra la Giustizia Italiana e americana è sempre stato caratterizzato dalla più ampia collaborazione, in quest’ottica ci aspettiamo di poter chiudere questa vicenda. Al momento penso che sia importante che il Ministro Di Maio rinnovi le richieste fatte dai Governi precedenti e chieda intanto il trasferimento in Italia di Forti dove potrà continuare a scontare la pena fino a quando la sua posizione giudiziaria non sarà chiarita».

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza