Connect with us
Pubblicità

Trento

Operazione ascolto pensieri durante la pandemia: c’è voglia di ambiente, cultura, e mantenimento dei rapporti famigliari

Pubblicato

-

La conferenza stampa di mercoledì ha restituito i risultati di 21.626 questionari compilati da famiglie, bambini e ragazzi nel periodo del lockdown tra il 28 aprile e il 19 maggio 2020.

L’iniziativa è stata promossa dalla Provincia autonoma di Trento, tramite l’Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili e il Dipartimento Salute e politiche sociali, e con il supporto scientifico della Fondazione Demarchi.

A seguito dei risultati emersi verrà organizzato un webinar il 23 luglio, rivolto agli operatori di settore e finalizzato a orientare le future politiche a favore delle famiglie e presentare il Rapporto di dettaglio sui questionari che sarà anche diffuso ai territori e consegnato all’assessore per ridisegnare in autunno le prossime politiche educative.

PubblicitàPubblicità

Tra i dati emersi di maggior rilievo le preoccupazioni degli adulti, la mancanza di relazioni da parte dei giovani e la fatica delle famiglie con bimbi in fascia 0-4 anni, che hanno registrato durante il lockdown malesseri mentali e fisici.

Ha aperto la conferenza stampa Stefania Segnana, assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia della Provincia autonoma di Trento che ha dichiarato:

“Grazie a tutti coloro che hanno lavorato a questo progetto: Agenzia famiglia, Dipartimento salute, Forum, Fondazione Demarchi, Unicef Trento e Sovrintendenza Scolastica. Il questionario è stato proposto al fine di capire come le famiglie, i bambini e i ragazzi hanno vissuto questo periodo di emergenza sanitaria. Tanti i giovani che hanno risposto e questo è un dato molto importante da rilevare.Dopo il periodo di lockdown, che ribadisco è stato necessario per poter limitare i contagi, abbiamo riaperto le scuole materne, i nidi e i centri estivi per poter restituire ai nostri bambini/ragazzi una sorta di vita normale, dargli la possibilità di riprendere a socializzare e stare insieme, che come vedremo dai risultati del questionario è la parte che è mancata di più. Il nostro assessorato ora dovrà valutare i risultati per comprendere come organizzare al meglio questa nuova fase post Covid. Ora abbiamo qualche conoscenza in più del Covid e dobbiamo cercare di affrontare al meglio un eventuale ritorno. Concludo affermando con orgoglio che sembra siamo gli unici in Italia ad aver realizzato un’operazione così strutturata durante la pandemia e per questo ringrazio tutte le famiglie che hanno partecipato rispondendo al questionario”.

Pubblicità
Pubblicità

Ha poi preso la parola la sovrintendente scolastica Viviana Sbardella: “La distanza è stata una misura che ha permesso all’istituzione scuola di tenere viva la relazione tra alunni e la scuola, certamente questa non è la scuola ideale. Avere dati oggettivi ci servirà molto per avere la misura di come è stata vissuta questa esperienza. Non è la scuola che vogliamo ma è l’unica scuola che siamo riusciti ad offrire in emergenza. La volontà è che si possa da settembre fare scuola in presenza, tutti assieme.”

Moderatore della conferenza stampa è stato Luciano Malfer, dirigente generale dell’Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili, che ha presentato il processo messo in campo per giungere a questa Operazione ascolto: “Due percorsi: l’ascolto tramite il questionario e l’ascolto del territorio che per noi è rappresentato dai Distretti famiglia e dai Comuni amici della famiglia. Il progetto è stato messo in campo grazie a stakeholders qualificati che sono un grande capitale sociale”.

Presente oggi anche Anna Pedrotti del Dipartimento Salute e politiche sociali che è intervenuta dichiarando: “Per noi l’Operazione ascolto è stato un modo per dire alle famiglie e ai giovani “ci siamo, vi siamo vicini”. Sono emersi tanti dati, tra cui malesseri fisici e mentali e mancanza di relazioni, i bambini in particolare hanno fatto molta fatica, il Covid ha tolto loro contatti, relazioni, libertà di uscire, di vedere amici, insegnanti, compagni di studio e di scuola.”

Hanno preso poi la parola Annalisa Pasini del Forum delle associazioni familiari del Trentino: “E’ stato un processo al quale abbiamo creduto fin dall’inizio in quanto associazione che funge da anello tra le istituzioni e le famiglie” e Natalina Mosna del Comitato Provinciale Unicef “noi lavoriamo con le istituzioni per far valere la Convenzione dei diritti dei bambini del 1991, tra cui vi è l’ascolto e la partecipazione dei giovani. Ci hanno colpito le tante risposte dei bambini e alla domanda “cosa ti mancava di più durante il Covid?” le risposte sono state davvero eloquenti: “poter salutare gli amici della materna prima di andare alla primaria, mi piacerebbe tornare all’asilo e andare al parco giochi, fare un pigiama party, in bici in libertà e mangiare un gelato”.

I ragazzi 8-19 anni invece hanno risposto alla domanda: “cosa pensi sia importante per il futuro dopo questa esperienza?”

Oltre 7000 risposte tra cui è emerso il riuscire a mantenere un rapporto con i familiari, rispettare l’ambiente, avere siti web con news reali, attenzione alla salute, alto livello culturale nel web, diffondere messaggi di fratellanza.

Laura Ravanelli, Fondazione Franco Demarchi, ha sintetizzato il supporto scientifico fornito dalla fondazione prima di dare la parola alla ricercatrice Liria Veronesi: “I questionari erano strutturati per diverse categorie: profilo socio demografico, quotidianità, benessere e stili di vita, emozioni, relazioni, scuola/lavoro, soddisfazione alle iniziative messe in campo dai servizi territoriali. Complessivamente hanno risposto per la fascia 5-8 anni il 17,1%; 9-19 anni l’11,6%, superiore ai 20 anni il 2,3%.” 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]
  • Uno sguardo a Kazan, un microcosmo di stili e culture che vivono in armonia
    A circa 820 kilometri da Mosca, dove i fiumi Volga e Kazanka si uniscono, si erge da oltre 1000 anni la splendida capitale della repubblica del Tatarstan: Kazan. Il suo splendore e le sue innumerevoli caratteristiche l’hanno portata ad essere nominata, nel 2005, la Terza Capitale della Russia (appellativo a cui può essere ufficialmente associata […]
  • Riscoprire il turismo lento in Italia, con le mini crociere fluviali
    Una parte della penisola Italiana è composta da un piccolo mosaico di isole e canali che insieme rappresentano la perfetta geometria di un mondo pieno di fascino. Riscoprire una dimensione lenta del turismo, attraverso gli imperdibili itinerari fluviali italiani è uno dei modi migliori per visitare questo mondo. Le crociere fluviali in houseboat sono in […]
  • Il rosmarino e le sue innumerevoli caratteristiche che fanno bene alla salute
    Il rosmarino è un arbusto perenne e sempreverde del genere della Salvia, originario dell’area mediterranea. Questa pianta, infatti, cresce nelle zone litoranee, macchia mediterranea, dirupi sassosi e assolati dell’entroterra, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma si può trovare e coltivare anche nella zona dei laghi prealpini e nella Pianura Padana. Sin dall’antichità, […]
  • Il messaggio di Banksy colpisce con un video anche la metropolitana londinese
    La decisione tardiva del Governo inglese nel procedere con il Lockdown in Inghilterra, accompagnata dal disappunto di molti cittadini britannici, è stata presa di mira dall’artista britannico Banksy. Lo steet artist britannico dopo aver coperto di divertenti topi il suo bagno mesi fa, torna a colpire facendo della tesa situazione inglese la sua musa ispiratrice, […]

Categorie

di tendenza