Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Rubata la barca al Lago di Santa Giustina: l’appello di Luca Bortolamedi

Pubblicato

-

Si sono fregati anche la barca. Non un natante di lusso ancorato in una darsena di grido, ma una semplicissima banca a remi in vetroresina messa in secca al Lago di Santa Giustina nella zona di Cagnò.

Il passaparola ha messo in allarme tutta la zona ed a questo punto sarà decisamente meglio per tutti che la barca ricompaia anche se non è la prima volta che al Lago di Santa Giustina, viene rubata un’imbarcazione.

C’è anche la possibilità che la barca possa essere ripitturata ed in qualche modo cambiata rispetto all’originale, ma il proprietario Luca “ Gigi” Bortolamedi assicura di essere in grado di riconoscerla tra mille.

Pubblicità
Pubblicità

Una bravata? Possibile. Un romantico attraversamento del lago o un bagno in notturna, potrebbero essere i motivi alla base del furto.

Si spera che per completare l’opera, i ladri non si siano divertiti ad affondarla. Il furto però è stato ad alto rischio.

Il lago si trova tra dei paesi cui abitanti in queste notti calde possono anche fermarsi ad osservare l’acqua e quindi in tanti potrebbero aver visto qualcosa. “Magari me l’hanno pure riverniciata per non dare nell’occhio ma le sembianze comunque rimarrebbero uguali. Immagino di avere flebili speranze di ritrovarla ma tentar non nuoce…Grazie per l’aiuto popolo di Facebook.” Scrive “ Gigi” nel suo appello, staremo a vedere se arriverà qualche segnalazione utili al ritrovamento. La triste verità è che ormai si è perso il rispetto per qualsiasi cosa.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza