Connect with us
Pubblicità

Musica

È morto Ennio Morricone il più grande compositore di colonne sonore

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

È morto Ennio Morricone, uno dei più grandi e famosi compositori di colonne sonore cinematografiche del Novecento. Aveva 91 anni.

Qualche giorno fa Morricone era caduto in casa e si era rotto un femore; l’agenzia ANSA scrive che Morricone è morto durante il ricovero al Campus Biomedico di Roma per le conseguenze di quella caduta. La famiglia ha fatto sapere che i funerali si svolgeranno in forma privata.

Nel cinema, il nome di Morricone è legato innanzitutto alla collaborazione con il regista Sergio Leone, per il quale compose negli anni Sessanta le colonne sonore dei film “spaghetti-western” Per un pugno di dollariPer qualche dollaro in piùIl buono, il brutto, il cattivo, C’era una volta il West, Giù la testa, e poi negli anni Ottanta di C’era una volta in America, l’ultimo film della carriera di Leone. Ma Morricone fece anche moltissimo altro, nel cinema e nella musica.

Pubblicità
Pubblicità

Nella sua lunga carriera arrangiò diverse canzoni, comprese almeno un paio che è praticamente impossibile non conoscere, e decine di colonne sonore, collaborando con registi italiani e stranieri: scrisse le musiche per I giorni del cielo di Terrence Malick, Mission di Roland Joffé e The Untouchables – Gli intoccabili, di Brian De Palma, La battaglia di Algeri di Gillo Pontecorvo e Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore. Vinse un premio Oscar alla carriera nel 2007 e, nove anni dopo, un Oscar per la miglior colonna sonora per The Hateful Eight, di Quentin Tarantino, con cui aveva un rapporto di stima e amicizia.

Prima delle colonne sonore – Morricone era nato a Roma il 10 novembre del 1928. A 12 anni, negli anni della Seconda guerra mondiale e della Roma occupata dai nazisti, studiò al Conservatorio di Santa Cecilia. Iniziando a suonare la tromba – grazie al padre trombettista – ma sembra che da ragazzo fosse anche bravo a calcio (è sempre stato un tifoso della Roma).

Dopo il Conservatorio e dopo aver studiato armonia complementare e composizione, Morricone iniziò a scrivere e comporre per il cinema nella metà degli anni Cinquanta, mentre intanto era anche arrangiatore di canzoni per la RCA Italiana, una nota casa discografica. Tra le canzoni più famose che Morricone arrangiò in quel periodo ci sono le famosissime “Pinne fucile ed occhiali” e “Guarda come dondolo” di Edoardo Vianello, “Sapore di sale” di Gino Paoli e “Se telefonando” di Mina.

Pubblicità
Pubblicità

Con Sergio Leone – Leone e Morricone, che erano stati compagni di scuola alle elementari, iniziarono a collaborare dagli anni Sessanta. La loro prima collaborazione fu per il film Per un pugno di dollari, il primo della cosiddetta trilogia del dollaro e il primo “spaghetti-western” di Leone, in cui è evidente l’importanza della tromba, strumento con cui era particolarmente familiare. Morricone e Leone continuarono a collaborare, spesso con un’intesa e una correlazione tra scene e musiche con pochissimi paragoni nella storia del cinema, fino a C’era una volta in America, ultimo film di Leone.

Con tutti gli altri – Morricone collaborò con diversi altri registi, non solo italiani e non solo di western. Si occupò infatti di colonne sonore per film thriller e di fantascienza, lavorando tra gli altri con Brian De Palma, John Carpenter, Barry Levinson, Mike Nichols e Quentin Tarantino. Oltre alla carriera da arrangiatore e compositore, Morricone è stato insegnante di conservatorio, autore di diversi dischi e, come direttore d’orchestra, protagonista di tanti apprezzati concerti in Italia e nel mondo.

L’Oscar alla carriera gli fu consegnato da Clint Eastwood, con standing ovation e :lungo applauso del pubblico di addetti ai lavori, e Morricone lo dedicò «a tutti quelli che lo hanno meritato e non lo hanno mai avuto». Dopo l’Oscar per The Hateful Eight Morricone disse invece di credere di aver scritto colonne sonore migliori di quella per la quale vinse l’Oscar.

Fuori dal cinema – Oltre che nel cinema, Morricone ha lasciato un grande segno anche nella musica, anche in questo caso sperimentando e svariando tra generi e attività tra loro molto diverse. A fine anni Ottanta collaborò con i Pet Shop Boys alla canzone “It Couldn’t Happen Here” (poi colonna sonora di un omonimo film musicale); diversi grandi artisti, tra cui il chitarrista degli U2 The Edge, hanno parlato di lui come del loro musicista preferito e di una delle loro principali influenze artistiche.

Nel 2014, rispondendo a Repubblica alla domanda “Cos’è il potere della musica”, Morricone disse: «È la sua natura evocativa, ma cosa evochi resta chiuso nel sentimento di ciascuno. Ma al tempo stesso è un potere che crea un legame collettivo, una comunità dell’ascolto. O, più paradossalmente, del silenzio».

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Alto Garda e Ledro53 minuti fa

Cade con la moto, 21 enne elitrasportato al santa Chiara

economia e finanza1 ora fa

Aziende italiane in Russia, Razov: “Molte lavorano ancora con la Russia. In tanti non appoggiano le sanzioni”

Trento1 ora fa

Universitari e studenti iscritti a corsi post diploma: sui mezzi pubblici locali a prezzi scontati

Trento1 ora fa

Oggi alle ore 10 scatta la 71ª Trento Bondone. Ieri le prove funestate da numerosi incidenti

Riflessioni fra Cronaca e Storia2 ore fa

I neri e l’aborto negli Usa

Trento2 ore fa

La Provincia aderisce alla Carta di Missione UE “Adattamento ai cambiamenti climatici”

Hi Tech e Ricerca2 ore fa

La provincia investe nella ricerca e nell’innovazione sul territorio

Trento2 ore fa

Anziani e persone vulnerabili, i consigli per vincere il caldo

Italia ed estero2 ore fa

Vola sopra il filo spinato e si spezza l’osso del collo. Tragedia per un biker di 63 anni

Trento3 ore fa

Recupero dell’architettura e del paesaggio rurale, riaperti i termini per i contributi

Hi Tech e Ricerca3 ore fa

Wonderflow eletta migliore startup dell’Innovation Village Retail

Trento3 ore fa

Premio Eccellenza Formazione: tre riconoscimenti per Tsm-Trentino School of Management

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

L’invito ai medici di base: «Ambulatorio anche ad Avio»

Bolzano11 ore fa

Tragico tamponamento in A22: un morto e un ferito grave

Rovereto e Vallagarina12 ore fa

Si lancia su una highline sui «Denti della Sega di Ala»: impatta la roccia e muore

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza