Connect with us
Pubblicità

Ambiente Abitare

Parco Nazionale dello Stelvio: si riparte con libertà e responsabilità

Pubblicato

-

Nelle valli di Peio e Rabbi sono state rimodulate le proposte estive ed introdotte attività innovative per permettere ai visitatori della sezione trentina del Parco Nazionale dello Stelvio: di godere in sicurezza di ambienti naturali di pregio, gestiti in modo competente e responsabile.

Il Parco ha incrementato per l’estate 2020 le proposte dedicate al tema del benessere, in collaborazione con strutture termali ed esperti esterni.

Come sempre, particolare attenzione viene data alle attività per famiglie: a maggior ragione dopo un lungo periodo di “chiusura forzata” in casa, i bambini necessitano di stimoli all’aria aperta che permettano loro di sviluppare capacità creative ed alimentare l’immaginazione.

Pubblicità
Pubblicità

Sono state potenziate le proposte di attività da fare in autonomia, per godere della natura in una dimensione privata ed intima, ma anche per partire quando si vuole e seguire il proprio ritmo.

Dai sentieri tematici all’iniziativa speciale dei “Sentieri narranti”, l’esperienza nel Parco Nazionale è ancora più interessante potendo scegliere in autonomia come e quando viverla. Riaperti anche i centri visitatori per raccontare l’impegno nella tutela della biodiversità attraverso suggestivi allestimenti, percorsi interattivi, spazi didattici e mostre.

Dal 5 luglio attivo anche il servizio di mobilità sostenibile “StelvioBus” che ha cambiato il modo di vivere la Val di Rabbi in estate.

Pubblicità
Pubblicità

Il nutrito calendario estivo del Parco Nazionale dello Stelvio vede le consuete C accompagnate dagli esperti del Parco affiancare escursioni più lunghe e impegnative, condotte dalle Guide Alpine in luoghi dai panorami indimenticabili: i laghi del Cevedale, il Monte Vioz, il Rifugio Dorigoni e la Scalinata dei Larici Monumentali.

Novità dell’estate sono “Discover the nature”, un’esperienza in natura per imparare l’inglese nei boschi del Parco, e le “top experience” costruite in collaborazione con Apt Val di Sole: queste fanno parte del ventaglio di proposte dirette a chi ha prestato servizio in emergenza Covid-19 negli ospedali italiani, che la Val di Sole ringrazia regalando una vacanza di 3 notti, per far provare i benefici terapeutici che la montagna sa naturalmente regalare.

E proprio il tema del benessere profondo è alla base di alcune proposte innovative del Parco, i cui boschi di conifere sono particolarmente vocati. Secondo evidenze scientifiche (in Giappone se ne studiano gli effetti da quasi 40 anni), i boschi di larice e abete rosso hanno effetti preventivi e terapeutici sulla salute grazie ai composti organici volatili (VOC) emessi dalle piante. Ecco allora le passeggiate “Bagno di foresta” (lunedì e venerdì) e “Un respiro di natura” (lunedì e martedì) con l’esperta Elisa Zadra e “Park therapy con la Fata dei fiori” (mercoledì), in cui la naturopata Margherita de Carli delle Terme di Rabbi guida nel percorso dedicato principalmente alla camminata a piedi nudi, come attività che stimola il benessere psico-fisico ed emozionale.

Il Parco Nazionale dello Stelvio – 130mila ettari ed ettari di boschi, prati, pascoli, laghi, ghiacciai e rocce – offre una fitta rete di sentieri, mulattiere e strade forestali, per percorrere questi territori in sicurezza, dai luoghi più frequentati agli angoli meno battuti. Molti sono anche i sentieri tematici dotati di pannelli didattici che raccontano gli aspetti più interessanti degli ambienti attraversati, con il vantaggio che possono essere percorsi in autonomia.

Per l’estate 2020 è stata messa in campo l’iniziativa speciale “Sentieri Narranti”, per visitare splendidi luoghi del Parco, camminando in autonomia ma assistiti dagli esperti presenti durante tutta la giornata: lungo il sentiero, dopo ogni tratto di cammino si incontra un operatore del Parco che può dare delle informazioni, consigliare sui possibili itinerari, risponde a tante curiosità.

Ad esempio in Val di Rabbi il percorso, facile e alla portata di tutti, porta alla visita degli alpeggi Caldesa e Samocleva, passando dai boschi della Consortela (antico istituto di gestione dei beni collettivi) ricchi di larici forati per l’estrazione della trementina, attività tuttora praticata.

In autonomia si può percorrere anche il sentiero ad accesso libero “A piedi nudi nel Parco”, nato in collaborazione con le Terme di Rabbi in località Còler. Tolte scarpe e calzini, si cammina su terra, muschio, erba, pigne secche di abete, pietre di fiume levigate, tronchi di larice e abete, lungo un percorso di circa 500 metri, per immergere infine i piedi in acqua di sorgente, limpida e gelata.

Il barefooting, o camminata a piedi nudi, è un modo originale ed efficace per godere appieno i benefici del contatto con la terra ed è perfetto anche per i bambini: apporta vantaggi sia a livello fisico (su postura, circolazione sanguigna, equilibrio, respirazione…) che mentale, poiché riduce lo stress, stimola i sensi ed incrementa l’energia.

Servizio Stelviobus in Val di Rabbi – Riparte domenica 5 luglio (fino al 6 settembre) il servizio di mobilità sostenibile “Stelviobus”: per la terza stagione, la navetta favorisce l’accesso senz’auto all’alta Val di Rabbi, punto di partenza per raggiungere alcuni dei luoghi più belli e suggestivi del Parco Nazionale dello Stelvio.

A causa delle limitazioni previste fino alla settimana scorsa per l’emergenza Covid, al momento riparte solo la linea principale che collega il parcheggio di Plazze dei Forni con la località Còler, ma si sta verificando la possibilità di attivare nei prossimi giorni anche altre linee.

Il parcheggio a Plazze dei Forni è gratuito mentre quelli interni alla valle, raggiungibili prima delle 9.45, sono a pagamento (5€ al giorno).

Da Plazze dei Forni è anche possibile proseguire a piedi lungo il fondovalle pianeggiante adatto anche ai diversamente abili e alle famiglie con passeggino (tra le 9.45 e le 17 senza nessun disturbo da parte delle auto), raggiungendo il ponte sospeso sulla Cascata del Ragaiolo e le antiche segherie veneziane dei Braghje e dei Bègoi, lungo il Torrente Rabbiés.

Tra le ore 9.45 e le 17 si può dunque accedere alla valle solo a piedi, con mezzi sostenibili come biciclette o e-bike oppure con la navetta Stelviobus, il cui biglietto costa 5€ per tutta la giornata, 3€ per la sola discesa, con sconti per i bambini.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]
  • Uno sguardo a Kazan, un microcosmo di stili e culture che vivono in armonia
    A circa 820 kilometri da Mosca, dove i fiumi Volga e Kazanka si uniscono, si erge da oltre 1000 anni la splendida capitale della repubblica del Tatarstan: Kazan. Il suo splendore e le sue innumerevoli caratteristiche l’hanno portata ad essere nominata, nel 2005, la Terza Capitale della Russia (appellativo a cui può essere ufficialmente associata […]
  • Riscoprire il turismo lento in Italia, con le mini crociere fluviali
    Una parte della penisola Italiana è composta da un piccolo mosaico di isole e canali che insieme rappresentano la perfetta geometria di un mondo pieno di fascino. Riscoprire una dimensione lenta del turismo, attraverso gli imperdibili itinerari fluviali italiani è uno dei modi migliori per visitare questo mondo. Le crociere fluviali in houseboat sono in […]
  • Il rosmarino e le sue innumerevoli caratteristiche che fanno bene alla salute
    Il rosmarino è un arbusto perenne e sempreverde del genere della Salvia, originario dell’area mediterranea. Questa pianta, infatti, cresce nelle zone litoranee, macchia mediterranea, dirupi sassosi e assolati dell’entroterra, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma si può trovare e coltivare anche nella zona dei laghi prealpini e nella Pianura Padana. Sin dall’antichità, […]

Categorie

di tendenza