Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

La scuola serale del Martini di Mezzolombardo ai tempi del Covid-19

Pubblicato

-

L’istituto Martini di Mezzolombardo, oltre alla formazione degli studenti in età scolare, offre un’opportunità formativa anche agli adulti che vogliono riprendere gli studi per conseguire un diploma (link all’articolo).

Al Martini è, infatti, attivo un corso serale per adulti ad indirizzo tecnico economico in Amministrazione, Finanza e Marketing (link).

Si è fatto un gran parlare, in tempi di Covid-19, delle difficoltà riscontrate dalla scuola per portare avanti la propria missione durante l’emergenza sanitaria, si è discusso dei problemi dei minori, dei professori, della didattica a distanza e della situazione degli alunni con disabilità difronte alla maggior segregazione forzata dovuta al virus, ma non abbiamo considerato il disagio vissuto dai lavoratori-studenti.

Pubblicità
Pubblicità

I lavoratori-studenti che nonostante gli inderogabili impegni di lavoro e molto spesso di famiglia, cercano di migliorare la propria posizione nella società attraverso la formazione e la cultura, sono quelli che una volta terminato il lavoro, dopo una giornata pesante, invece di tornare a casa a riposarsi, aprono un libro, accendono un pc e danno fondo a tutte le loro energie per conseguire un titolo di studio.

Come hanno reagito i lavoratori-studenti alla prova del Covid-19?

Abbiamo chiesto al professore Giovanni Piccirella (insegnante di matematica e coordinatore del corso serale) dell’istituto Martini cosa è successo agli studenti del serale in tempo di pandemia.

Pubblicità
Pubblicità

«In tempi di incertezza e crisi come quello che stiamo vivendo, accentuata ancora di più dall’emergenza sanitaria del coronavirus, si è più persuasi a tornare in formazione, a volte, re-inventandosi e provando a cambiare lavoro. 

L’esperienza singolare di quest’anno con l’emergenza sanitaria del Covid-19 e la relativa sospensione in presenza delle attività didattiche ha dato un’ulteriore spinta alla didattica a distanza che nei corsi serali è sperimentata già da alcuni anni. 

Sulla base dell’esperienza maturata al Martini in questa ultima parte dell’anno possiamo affermare che in linea di massima la risposta dei nostri studenti, in termini di partecipazione, è stata soddisfacente e l’attività didattica, rimodulata nei tempi e nei contenuti, ha proceduto senza grosse difficoltà.

In me, però, nonostante questa parvenza di normale alacrità, aleggia una certa tristezza. 

Mi sono comunque mancate le classi,  quei luoghi magici in cui l’apprendimento si nutre del rapporto umano tra docenti e studenti. Certo sarebbe limitante non utilizzare oggi, anche per la scuola, gli strumenti tecnologici che sono quotidianamente a disposizione della maggior parte di noi. Con la didattica a distanza negli ultimi mesi i dirigenti scolastici ma soprattutto i docenti hanno fatto un lavoro immane (in alcuni casi, addirittura superiore in termini di impegno e di ore-lavoro rispetto a quello tradizionale) per cercare di accompagnare gli studenti, anche se da lontano, in questo periodo delicato.

Da docente, da sempre appassionato di tecnologie informatiche, vorrei ribadire però che la scuola è tanto altro: è vedersi ogni mattino o ogni sera come nel nostro caso, di persona, conoscersi e riconoscersi, e farlo sempre con impegno e con serenità ma anche, non di rado, con sano spirito di sacrificio dopo una giornata di duro lavoro dell’adulto-studente.

Credo che la funzione della scuola, dunque, non si esaurisca solo nel campo degli apprendimenti, ma si esprima, in maniera connaturale, anche in quello relazionale. Poi nella scuola serale la componente relazione dell’apprendimento è fondamentale perché gli adulti non sono obbligati da nessuno a frequentare la scuola come avviene per gli studenti del diurno in età dell’obbligo. Al serale se non si riesce a costruire per prima una buona relazione, dopo poco tempo gli adulti spariscono letteralmente e non ti danno nemmeno la possibilità di avere una spiegazione della loro scelta di ritirarsi dalla scuola. Con una didattica esclusivamente a distanza dove la componente relazionale si riduce al lumicino questo rischio è dietro l’angolo.

L’insegnante al serale deve essere soprattutto un motivatore e ad ogni minimo tentativo dell’adulto di allontanarsi dalla scuola, va incoraggiato a non mollare, incentivando la stima del sé, va spronato a fare sempre meglio, cercando di instillare e di suscitare in lui la motivazione intrinseca all’apprendimento che attraverso uno schermo diventa molto più difficile suscitare.

Nonostante i disagi legati al distanziamento sociale, proprio la settimana scorsa si è concluso l’Esame di Stato in presenza che ha visto gli studenti di 5° AFMS raggiungere il tanto ambito traguardo dopo un anno atipico di intenso e duro lavoro. Ecco i nominativi di chi ce l’ha fatta ai tempi del coronavirus!

Aversano Errico, Azuni Virginia, Borz Francesca, Ciobanu Gabriela, Colombini Martina, Ferronato Rossella, Iqbal Bilal, Ricca Nicodemo, Teren Hanna, Tretyakova Veronika, Turdo Federico, Zambon Laura, Zanella Mayra.

Bravi ragazzi! Ad maiora semper».

I centri EDA (centri di educazione degli adulti) ed i corsi serali sono dedicati agli adulti che desiderano riprendere gli studi interrotti in età giovanile per completare un percorso scolastico, ottenere un titolo di studioimparare la lingua italiana per chi non è madrelingua (link agli istituti trentini).

A cura di Mario Amendola

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Chalet Pinocchio, dove sentirsi sempre a casa
    Chalet Pinocchio si trova a Brentonico, nel sud del Trentino, a 16 km dal centro di Rovereto e a 10 km dall’uscita autostradale di Rovereto sud. Situato in una piccola località montana che d’inverno diventa il centro ideale per accedere alla Ski Area Polsa San Valentino, con piste facili ideali anche per chi vuole imparare; d’estate, […]
  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]

Categorie

di tendenza