Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Tragico gioco: 20 enne residente a Pergine trovato morto sopra un treno

Pubblicato

-

Potrebbe essere stato un tragico gioco finito in tragedia quello che ha visto la morte di George Alexandru Ciobanu, un ragazzo di 20 anni residente con la famiglia a Pergine Valsugana.

Il ragazzo è stato ritrovato privo di vita questa mattina alle 7 alla stazione di Primolano in territorio comunale di Valbrenta, sul tetto del vagone di un treno partito all’alba da Trento.

Il dramma si sarebbe consumato ieri sera dopo le 22: saltando dalla pensilina della stazione di Levico Terme sul tetto del Treno sarebbe scivolato sbattendo violentemente la testa contro il radiatore del treno e morendo sul colpo. Era in compagnia di un gruppo di amici che sono saliti sulle carrozze del treno e non si sono accorti di quanto stava succedendo all’amico. 

Pubblicità
Pubblicità

Il corpo senza vita è stato trovato stamattina a Primolano dal capotreno durante la normale ispezione prima di ripartire.

Gli inquirenti stanno vagliando anche la possibilità che nel saltare sul tetto del treno il ragazzo sia rimasto impigliato in qualche filo elettrico rimanendo folgorato.

Il personale medico ha infatti riscontrato anche un forte trauma cranico sul ragazzo, probabilmente accorso dopo la scarica elettrica e la seguente caduta.

Pubblicità
Pubblicità

Occorrerà ora fare chiarezza sulla morte del 20 enne e la speranza delle forze dell’ordine è quella di poter utilizzare i video delle telecamere di sorveglianza della stazione per poter chiarire la dinamica dell’accaduto.

George Alexandru Ciobanu era solito fare il parkour, lo sport estremo che consiste nel tentare di superare ostacoli pericolosi in velocità. Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri di Borgo Valsugana, il giovane morto avrebbe già tentato in altre occasioni di salire sul tetto dei treni. In più occasione era stato però fermato.

Pubblicità
Pubblicità

L’intervento sul luogo dell’incidente dei vigili del fuoco hanno permesso di mettere in sicurezza i vagoni – togliendo l’elettricità – per consentire un primo tentativo di soccorso da parte del personale sanitario.

Ma il giovane purtroppo era già deceduto molte ore prima.

Iscriviti gratuitamente alla nostre newsletter con un solo clic

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza