Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

“Uffizi in Passeier. Chi protegge l’arte in guerra?”: una nuova mostra a Trento

Pubblicato

-

Il 1° luglio a Trento apre al pubblico la mostraUffizi in Passeier. Chi protegge l’arte in guerra?”, curata e prodotta dal Museo Passiria e riallestita presso Le Gallerie nell’ambito del programma di collaborazione istituzionale tra i due Musei.

Un interessante percorso, visitabile fino al 1° novembre 2020, che racconta la vicenda delle importanti opere d’arte fiorentine custodite in un deposito in Alto Adige durante la seconda guerra mondiale.

Perché, durante il secondo conflitto mondiale le opere d’arte arrivano in Alto Adige? Quali capolavori si trovavano tra queste? È possibile che si trattasse di un tentativo di trafugamento sotto mentite spoglie?

Pubblicità
Pubblicità

Partendo da questi interrogativi la mostra “Uffizi in Passeier” ricostruisce una vicenda fuori dall’ordinario, nella quale si intrecciano storia locale e capolavori di fama mondiale.

Fotografie e filmati storici riportano i visitatori e le visitatrici nel pieno degli anni di guerra 1944/45.

Il percorso è incentrato sulle due prospettive che si alternano attraverso gli attori che le rappresentano: il Deutscher Kunstschutz difende il trasferimento delle opere d’arte definendolo un’azione di salvataggio dagli attacchi aerei degli americani, la US-Army mette in evidenza il recupero delle opere d’arte dalle mani dei tedeschi che intendevano trafugarle.

Pubblicità
Pubblicità

Sulla base di brani estratti da atti, lettere e diari, i curatori della mostra, Judith Schwarz e Albert Pinggera, avvicinano le persone coinvolte nei fatti: su due scrivanie si trova la corrispondenza ufficiale e privata per attirare l’attenzione sulle difficoltà da superare, sulle esperienze particolari e sulla responsabilità immensa nell’aver a che fare con opere d’arte di rilevanza mondiale.

Da un lato la mostra racconta le storie che si svolgono attorno al deposito dell’epoca con capolavori di artisti quali Rubens, Tiziano, Caravaggio, Cranach e Botticelli e inscena le riproduzioni dei dipinti a grandezza originale. Dall’altro, nel percorso trilingue, emergono anche altre domande cruciali e attuali: la propaganda culturale della guerra mondiale si è radicata nelle nostre menti? A chi appartiene il patrimonio dell’umanità? Si può proteggere un’identità culturale?

La storia –  Nell’estate bellica del 1944 gli Alleati sono vicini alla vittoria, l’armata di Hitler in Italia è in ritirata. I tesori artistici di Firenze, che per paura dei bombardamenti erano stati trasferiti in chiese, conventi e ville fuori città, corrono il pericolo di essere distrutti o saccheggiati nella confusione dei combattimenti.

Il Deutscher Kunstschutz, una sezione dell’amministrazione militare tedesca per la tutela dei beni culturali nell’Italia occupata, sgombera i depositi e porta le opere d’arte in Alto Adige.

Queste opere dell’arte mondiale devono essere protette in località remote nella zona prealpina. Qui, dove le opere d’arte sono ancora in territorio italiano, ma saldamente in mano tedesca, viene scelto un ex edificio giudiziario come deposito per i capolavori del valore di svariati milioni di euro.

I dipinti – trasportati senza imballaggio sui camion, protetti solo da paglia e coperte di lana – raggiungono la loro destinazione dell’agosto 1944 e vi rimangono per sei mesi scarsi.

Poco prima della fine della guerra il generale Karl Wolff, comandante in capo delle SS in Italia, ordina di consegnare le opere d’arte solo ed esclusivamente agli americani.

La 5th US-Army prende in consegna i dipinti nel maggio 1945 e nei due mesi successivi lavora alacremente per catalogare e imballare le 293 opere in casse di legno realizzate allo scopo. In luglio le opere ritornano a Firenze su un treno. La città le accoglie con un corteo festante.

La mostra, che sarà visitabile fino al 1° novembre 2020, rientra nell’ambito del programma di collaborazione istituzionale tra il Museo di San Leonardo in Passiria e la Fondazione Museo storico del Trentino e, come sottolinea il direttore Giuseppe Ferrandi, “rappresenta un’occasione interessante per conoscere una vicenda particolare e poco nota che coinvolse la Wehrmacht tedesca, le autorità fasciste di Mussolini e la US-Army”

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]

Categorie

di tendenza