Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

Il punto vendita del Consorzio dei 5 Comuni chiude i battenti, la Lega non ci sta: «Ci attiveremo per la riapertura»

Pubblicato

-

La chiusura del punto vendita del Consorzio dei 5 Comuni ha destato clamore e dispiacere a Lavis e Terre d’Adige, ma un po’ in tutta la Piana Rotaliana.

Uno spaccio storico che aveva aperto i battenti nel 1963, quando i contadini di Zambana e dei Comuni vicini avevano un chiosco dove vendevano i loro prodotti. Considerato motivo d’orgoglio per gli amministratori dell’attuale Consorzio dei 5 Comuni, il punto vendita si è sempre mantenuto autonomamente, ma ora è stato chiuso.

«Nei fatti un tocco al cuore – afferma il consigliere provinciale della Lega Denis Paoliperché quel negozio rappresenta un riferimento per la comunità, tant’è che comunque il fatturato c’è e forse è necessario uno sforzo maggiore nel puntare a tenere aperto un presidio sul territorio che vanta una storia decennale e gloriosa, importante sia per i cittadini della zona che per i turisti che si recano per acquistare le eccellenze enogastronomiche locali».

Pubblicità
Pubblicità

Come spiega il consigliere, la Lega si sta già muovendo nelle sedi opportune tramite i capigruppo comunali di Lavis e Terre d’Adige, Monica Ceccato e Sergio Zadra, al fine di trovare una soluzione per garantire alle comunità interessate la presenza del punto vendita del Consorzio 5 Comuni, tra Lavis e il nuovo Comune di Terre d’Adige. Una realtà importante per la promozione dei prodotti agroalimentari del territorio.

«Cercheremo quindi di trovare soluzioni a riguardo nei limiti di quanto è nella nostra competenza – sottolinea Paoli –. La posizione della Lega sulla tutela dei servizi territoriali e dei piccoli produttori è molto chiara e ci faremo carico delle esigenze del territorio con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione».

LAVIS, L’ORDINE DEL GIORNO DELLA LEGA – Proprio nell’ottica di fare il possibile per mantenere attivo sul territorio il punto vendita del Consorzio dei 5 Comuni, il gruppo della Lega a Lavis, guidato da Monica Ceccato, ha presentato un ordine del giorno in vista del prossimo Consiglio.

Pubblicità
Pubblicità

«Recentemente abbiamo appreso dalla stampa locale che il punto vendita di frutta del Consorzio dei 5 Comuni da martedì 30 giugno ha chiuso i battenti per lasciare il posto alla ditta Vetri speciali, che trasferirà parte del deposito e degli uffici logistici proprio in quei locali che verranno riqualificati – scrive la Lega nel documento –. Tale punto vendita è stato sempre importante per la promozione dei prodotti agroalimentari del territorio e rappresenta da anni un riferimento per la comunità, punto di acquisto visibile per passanti e turisti che hanno potuto deliziarsi il palato con i frutti della terra trentina e acquistare le eccellenze locali».

Per questo, secondo i consiglieri leghisti, è necessario e fondamentale un impegno anche da parte delle amministrazioni per cercare di tenere aperto il presidio sul territorio.

Con il punto all’ordine del giorno, infatti, il gruppo della Lega intende impegnare sindaco e giunta a «farsi portavoce della comunità lavisana, confrontandosi con le amministrazioni che aderiscono al Consorzio, cercando di trovare una soluzione che possa soddisfare le esigenze della collettività, proponendo il Comune di Lavis come luogo ideale per aprire il nuovo punto vendita del Consorzio dei 5 Comuni, in modo da assicurare continuità e professionalità così come avvenuto fino ad oggi».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza