Connect with us
Pubblicità

Trento

Trentino Trasporti, via libera al bilancio 2019. Monica Baggia sostituita da Diego Salvatore

Pubblicato

-

Assemblea oggi dei vertici di Trentino Trasporti, con l’approvazione del bilancio 2019, ma soprattutto con la nomina dei componenti di nomina provinciale del nuovo cda ed il commiato della presidente uscente Monica Baggia, a cui sono andati i ringraziamenti del dirigente dell’Unità di missione strategica mobilità della Provincia autonoma Roberto Andreatta, a nome dell’intera Giunta provinciale.

Anche Trentino Trasporti è stata messa a dura prova dalla pandemia di Coronavirus, è stato sottolineato nei diversi interventi, con una perdita di incassi di circa 6 milioni di euro.

La sfida futura sarà anche quella di far fronte al probabile aumento del traffico privato, conseguentemente ai cambiamenti generati dal Covid-19 nelle abitudini dell’utenza.

Pubblicità
Pubblicità

Guardando agli ultimi anni, spicca invece l’impegno sul fronte della riorganizzazione societaria e per il rinnovo del parco mezzi, con l’acquisto di 169 nuovi autobus, ed ancora, il potenziamento delle tratte extraurbane e la lotta al mancato pagamento del titolo di viaggio.

Venendo alle nomine, la Giunta ha designato quali propri rappresentanti nel Consiglio di amministrazione di Trentino Trasporti spa, per il prossimo triennio, Diego Salvatore tecnico indipendente dai partiti,  indicandolo per la carica di presidente, Stefano Dorigotti, con la carica di vicepresidente, e Francesca Gabos.

L’assemblea ha dunque proceduto alla nomina dei tre componenti individuati dalla Giunta, oltre ai due componenti designati dalle autonomie locali, Maria Bosin e Giulio Ruggirello.

Pubblicità
Pubblicità

Rimanendo sempre alle nomine, ma passando all’Organismo di vigilanza, in base a quanto previsto dalla legge provinciale 10 del 2010, che prescrive l’istituzione di un apposito elenco per le società controllate dalla Provincia, sono stati individuati i seguenti componenti: Claudio Sottoriva, con funzioni presidente, Arrigo Spagnolli, Debora Pedrotti, regolarmente iscritti all’elenco in questione.

Relativamente al bilancio 2019 l’esercizio chiude con un leggero utile, pari a circa 6000 euro. Sul 2020, come già detto, pesa l’incognita del Coronavirus e dei suoi effetti sul numero di passeggeri trasportati, anche se va considerato che il costo gestionale dell’azienda, che occupa 1300 dipendenti e registra un costo del personale di 60 milioni circa, viene coperto in maniera preponderante dalla fiscalità.

Nel 2019 – come sottolineato dalla presidente Baggia – è proseguita l’attività di riorganizzazione societaria, particolarmente impegnativa per quanto riguarda l’ambito ferroviario, anche a seguito di modifiche normative nel frattempo intervenute, che hanno sottoposto le ferrovie locali, Trento-Malè e Valsugana, alle regole di sicurezza vigenti sulla rete nazionale.

Le ispezioni di Ansf-Autorità nazionale di sicurezza ferroviaria, hanno peraltro evidenziato che le disposizioni di sicurezza in vigore in Trentino sono all’avanguardia e rappresentano un modello per altre linee analoghe del Paese. Andreatta a sua volta ha sottolineato la crescita sia dei chilometri di trasporto pubblico offerti sia del numero totale di passeggeri, passati da 49 milioni nel 2014 a 56 milioni nel 2019.

Particolarmente significativo l’impegno sulle tratte extraurbane, anche comparandolo con quello di territori simili come il vicino Alto Adige. In Trentino le percorrenze totali ammontano attualmente a 15 milioni di chilometri, fra gomma e ferrovia.

“Ciò significaha sottolineato Andreattache l’accesso dalle aree periferiche ai principali centri urbani del Trentino merita ulteriore valorizzazione per avvicinare l’offerta per abitante a quella di realtà che sostengono in modo importante i flussi da e per la periferia. Era stato avviato un processo per portare la percorrenza su gomma a 14 milioni già nel 2020, obiettivo che a causa del Covid sarà riprogrammato. Ma rispondere in maniera adeguata alle esigenze di mobilità poste dai pendolari che gravitano soprattutto su Trento e Rovereto rimane un impegno determinante”.

Una nota infine sulla qualità: la puntualità registrata sui due servizi ferroviari provinciali è di circa il 95%, quindi estremamente alta. Problemi in questo senso si registrano invece sui servizi di trasporto urbano su gomma, in particolare a Trento. Di nuovo, il principale responsabile è il traffico privato.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza