Connect with us
Pubblicità

Trento

Riforma Turismo: tutti i soggetti e le Apt d’accordo, tranne quella di Rovereto e Vallagarina

Pubblicato

-

Sono iniziare ieri in II Commissione le audizioni sulla riforma del turismo portata avanti dall’assessore Failoni e la modifica alla normativa del 2002 sulla promozione del settore proposta dal ddl di Dallapiccola.

A favore della riforma quasi tutte le Apt. Contraria quella di Rovereto e Vallagarina che vuole rimanere autonoma. Per tutti resta da chiarire il ruolo delle future Agenzie territoriali d’area, ente pubblico intermedio tra Apt e Trentino Marketing.

Durante le audizioni sono il presidente Luca Guglielmi ha raccolto i pareri dei soggetti interessati ai due disegni di legge dedicati alla promozione turistica e al marketing territoriale: il 53 proposto dalla Giunta con l’assessore Failoni, che punta a una vera e propria riforma del settore; e il 16 di Michele Dallapiccola del Patt (ed ex assessore competente), che modifica invece solo alcuni articoli dell’attuale normativa provinciale, datata 2002.

Pubblicità
Pubblicità

Dai presidenti delle Apt è emerso un orientamento favorevole alla riforma dell’assessore. L’unica voce contraria al ddl Failoni è stata quella di Giulio Prosser, presidente dell’Apt Rovereto e Vallagarina, che ha presentato un documento distinto nel quale critica la proposta di riforma per l’assenza di un obiettivo strategico, contesta le Ata che introdurrebbero un ulteriore e dispersivo livello nel già articolato sistema della promozione, e chiede il riconoscimento autonomo per quest’ambito.

Il coordinatore provinciale dei presidenti delle Apt Luciano Rizzi, che è anche presidente dell’Apt della Val di Sole, ha motivato la posizione complessivamente favorevole maturata dalla maggior parte dei presidenti delle Apt nei confronti della riforma proposta dall’assessore Failoni con il ddl 53. La principale preoccupazione manifestata da Rizzi è che le Apt possano finalmente operare senza correre rischi in regime privatistico per poter costruire ciascuna, attraverso i rapporti con gli operatori economici del territorio, il miglior prodotto turistico da promuovere all’interno del proprio ambito.

Bene, in questo senso, che la riforma preveda che le Apt siano finanziate al 51% dai privati Tullio Serafini, presidente Apt Madonna di Campiglio, Pinzolo e Val Rendena ha condiviso la riforma proposta da Failoni che a suo avviso presenta sia alcuni punti di forza importanti sia aspetti da approfondire. Sulla fusione dei territori per la promozione turistica secondo Serafini all’inizio potrà esservi qualche difficoltà ma poi si lavorerà in un’ottica di area territoriale più vasta come è accaduto per le amministrazioni comunali. Fondamentale è che si continui a sviluppare un prodotto turistico con risorse adeguate.

Pubblicità
Pubblicità

Alessandro Cadrobbi, presidente Apt Val di Cembra ha ribadito l’importanza dei tre punti fondamentali segnalati da Rizzi. Fausto Lorenz, presidente dell’Apt della Val di Fassa, ha ricordato i tanti momenti di confronto avuti con l’assessore sulla riforma che a suo avviso corrisponde ai cambiamenti avvenuti nel settore turistico.

Per Lorenz alle Apt serve un nuovo posizionamento sul territorio per diventare più forti. Restano delle perplessità sulle Ata che si dovranno far “digerire” anche ai privati che sostengono finanziariamente la promozione. Come? Spiegando che queste nuove Agenzie lavoreranno anche per i singoli ambiti. Fiemme e Fassa sono territori simili che non avranno difficoltà a collaborare a favore di quest’area. Fassa chiede comunque un’agenzia d’area dedicata.

Giulio Prosser, presidente dell’Apt Rovereto e Vallagarina ha letto il documento distribuito ai commissari che critica pesantemente la riforma proposta dall’assessore perché ignora il proficuo lavoro portato avanti negli anni anche dalle aziende di promozione turistica considerate “minori” ma grazie alle quali tutto il Trentino oggi è diventato turistico. Per Prosser l’emergenza Covid-19 suggeriva di dare continuità ad un sistema di promozione che ha dimostrato di funzionare bene e di produrre risultati che hanno permesso la crescita dell’offerta turistica territoriale e di prodotto.

Il documento di Prosser si conclude con 7 proposte di integrazione del ddl proposto dall’assessore: definire gli obiettivi strategici che si vogliono raggiungere, ufficializzare la competenza di Apt Rovereto e Vallagarina come ambito a sé stante, valutare l’impostazione delle Ata partendo dal presupposto che oggi sarebbe dispendioso un ulteriore ente collocato tra le Apt e Trentino Marketing, ipotizzare una progettualità territoriale che non implichi la creazione di un ente terzo, definire le risorse umane e tecniche di cui le Ata avrebbero bisogno per realizzare una strategia di prodotto interambito, garantire una suddivisione per prodotto degli organi di Ata affidando alle Apt un ruolo importante nella creazione del prodotto sovraterritoriale e di rappresentanza anche nelle strategie promozionali attivate da Trentino Marketing. Infine il documento chiede di posticipare l’ipotesi di aumento dell’imposta di soggiorno pur mantenendo una differenziazione della quota tra i territori tenuto conto delle diverse tipologie di ospiti di ciascuno.

L’amministratore unico di TM Maurizio Rossini ha detto subito di condividere il concetto di base della riforma che l’intero Trentino è una grande destinazione turistica. “Abbiamo superato i 30 milioni di visitatori con 95 mila posti letto alberghiere più altri posti in strutture ricettive diverse e nelle seconde case”, ha ricordato.

Oggi per Rossini è soprattutto importante che l’ospite viva una “esperienza di vacanza” nel Trentino. E ha spiegato che quindi, per competere di più, dovremo capire l’importanza di prenderci maggiormente cura della cura del territorio e del rapporto con il turista. Come? Creando un tessuto a rete molto forte valle per valle e garantendo una coerenza interna all’offerta di ambito. Secondo, offrendo all’ospite, ovunque sul territorio, dei servizio. “Finora – ha argomentato Rossini – ci siamo molto occupati dell’aspetto promozionale, mentre oggi i due elementi cruciali per competere sono la cura del territorio e l’attenzione al turista perché viva un’esperienza forte di vacanza”.

Un turista soddisfatto – ha proseguito – è la chiave più importante per attrarre nuovi turisti nel futuro. Un secondo aspetto chiave della riforma per Rossini è la volontà di implementare i prodotti turistici forti. Non solo con il Garda e le Dolomiti. Queste azioni vanno posti in capo alle nuove Apt che, per questo, devono avere un management adeguato e poter strutture sufficientemente robuste. Secondo l’amministratore di TM il territorio come vallata oggi non è più sufficiente. Ecco perché la riforma punta sulle macroaree che possano competere con altre destinazioni: Dolomiti di Brenta, Dolomiti Orientali, il Garda e le città più grandi con il loro sistema culturale. Si tratta di mettere insieme più soggetti che su progetti di prodotto a valenza internazionale tengano insieme ambiti ampi e di grande valenza. Si possono creare così anche prodotti trasversali di territori non contigui. Quanto alla promozione e alla comunicazione, – ha detto Rossini – si tratta di funzioni oggi digitalizzate e sempre più complesse che hanno bisogno di competenze e risorse adeguate. Il presidio garantito da TM per 52 settimane all’anno ha prodotto risultati migliori anche nelle stagioni primaverili e autunnali. In quest’ottica le Apt – ha concluso il manager – diventano i depositari dei prodotti locali e dell’esperienza del turista.Trentino School of Management a favore della riforma.

Per il direttore di TSM Paolo Grigolli, il cui parere favorevole alla riforma è stato confermato poi dalla direttrice generale Paola Borz, il ddl dell’assessore è impostato molto bene perché già nella premessa delinea un contesto adeguato al turismo. Turismo che punta al valore dell’esperienza vissuta dal turista sul territorio. Si sceglie quel che si fa in un territorio più che per il suo brand. Opportuna per Grigolli anche la previsione delle Ata per svolgere un’azione infrastrutturale sullo sviluppo del prodotto.

Al ddl Failoni è arrivato anche l’apprezzamento da parte di Gianni Battaiola (presidente Asat) e da confcommercio che ha aggiunto alcuni suggerimenti

Per la Cooperazione, rappresentata da Patrizia Gentil la «proposta è apprezzabile, con alcune integrazioni tecniche», mentre Confesercenti nella persona del direttore Aldi Cekrezi la «parola d’ordine è partecipazione»

Aldi Cekrezi (direttore di Confesercenti) ha sottolineato in particolare il ruolo fondamentale di alcune realtà attualmente non presenti nel Tavolo Azzurro e auspicando un allargamento quanto più ampio possibile della condivisione e partecipazione di tutti.

Si anche da Confindustria: «sugli Ata occorre lavorare su un doppio binario territoriale e di prodotto» e dai maestri di sci Alberto Cosner e Mario Panizza: «Bene l’istituzione delle 4 agenzie territoriali, tenendo presente anche gli aspetti di prodotto per evitare di creare troppi confini. Importante l’accento posto sulla formazione continua, per la quale si è chiesto di poter partecipare in aspetti che possano riguardare la categoria dei maestri di sci e il prodotto stagionale “neve”.»

Piena condivisione degli obiettivi della riforma anche da parte di Michele Passerini della Camera di Commercio che ha ricordato che «il comparto turistico ha assunto un rilievo notevole negli anni, con un raddoppio delle presenze dall’87 al 2019: un settore reattivo, dunque, che negli anni ha adottato un’importante serie di trasformazioni numeriche e qualitative. Da qui, considerata anche l’incidenza del turismo sul Pil provinciale, l’intervento normativo appare del tutto condivisibile. Condivisa la regia unitaria a tutto tondo che è uno dei punti di forza della proposta di riforma, compresa la dotazione di massa critica alle agenzie di ambito, indispensabile per poter esercitare il ruolo con efficacia e operare in coerenza con il territorio. C’è un punto su cui è stata fatta una sottolineatura e riguarda la formazione, particolarmente apprezzata come strumento indispensabile per la crescita e l’aggiornamento».

A chiusura dell’audizione l’assessore Roberto Failoni ha garantito massima attenzione al settore, con un occhio di particolare riguardo alla risorsa montagna e alle iniziative legate all’aspetto digitale e della comunicazione. Ci credo molto, ha detto, ed ho già avuto modo di esprimere in maniera chiara gli obiettivi della Giunta, insieme all’intendimento di andare avanti in maniera decisa e di partire al più presto con questa riforma di cui il settore ha estremo bisogno.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]
  • Domus Aventino: a Roma un museo archeologico all’interno del nuovo condominio, da novembre aperto a tutti
    L’Italia come sempre è una meravigliosa sorpresa. Durante dei lavori per la riconversione di alcuni uffici della Bnl in appartamenti di lusso nel centro di Roma, sono affiorati dei mosaici e una sontuosa residenza romana. La bellezza della scoperta ha spinto l’idea di valorizzazione del ritrovamento che convivesse sinergicamente con il complesso residenziale. Si parla […]
  • Spostarsi con un taxi volante: dal 2023 inizia il progetto Volocopter 2X
    Negli ultimi anni l’idea di mobilità cittadina sta cambiando ed evolvendo in nuovi modelli di business affacciandosi ed avvicinandosi sul mercato automobilistico. Per ovviare al problema del fiume di automobili e veicoli senza fine, tipici di un traffico congestionato, la compagnia tedesca Volocopter in parntership con la Japan airlines ha annunciato la possibilità di sfruttare […]

Categorie

di tendenza