Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto, Via Paganini trasformata in un Bronx. Progetto di accoglienza diventa zona di spaccio per minori

Pubblicato

-

Quella di via Paganini è una situazione che è lentamente ed inesorabilmente degenerata e che è sfuggita al controllo l’indomani dell’inizio del progetto di accoglienza straordinaria voluto dal sindaco Francesco Valduga.

Il progetto era iniziato nel marzo scorso e ad occuparsi dell’accoglienze doveva essere la Atas Onlus (Associazione trentina accoglienza stranieri).

Nella struttura dell’oratorio Rosmini l’amministrazione Valduga aveva sistemato undici giovani africani: nove richiedenti asilo che avevano fatto ricorso dopo il rifiuto di asilo ottenuto in prima istanza, e due clandestini.

PubblicitàPubblicità

I residenti del centro di età fra i 21 ed i 27 anni sono provenienti dalla Guinea, dal Senegal e dal Gambia. Tutti i soggetti erano stati trovati all’interno dell’ex campo profughi di Marco, che avevano occupato quando la struttura era stata smantellata per ordine della giunta Fugatti. Tutti erano stati rifiutati dal centro di accoglienza «Fersina» di Trento.

Il progetto è terminato con il ritrovamento da parte dei carabinieri e della guardia di Finanza di Trento di una quarantina di grammi di hashish nascosti in un borsone di proprietà di un cittadino gambiano di 22 anni, C.H., già noto alle forze dell’ordine. (qui articolo dettagliato)

L’uomo, denunciato a piede libero dopo essere stato portato in caserma ieri pomeriggio era di nuovo all’oratorio.

Pubblicità
Pubblicità

I giovani extracomunitari dovevano seguire dei percorsi di integrazione  che dovevano essere preparati dall’Atas. Ma qualcosa non è funzionato molto bene, infatti la loro presenza dentro l’oratorio ha trasformato via Paganini in un Bronx e una piazza di spaccio h 24 ore dove i clienti erano per lo più giovanissimi e minorenni.

Pubblicità
Pubblicità

Negli ultimi mesi le lamentele e le segnalazioni di cittadini e commercianti della zona si sono moltiplicate riportando testimonianze di scene di degrado e risse quotidiane. Gli stessi commercianti hanno detto di essere stati minacciati e insultati più volte dopo aver chiesto la fine di comportamenti violenti e criminali da parte dei profughi.

L’ultimo episodio, prima dell’intervento delle forze dell’ordine, è avvenuto pochi giorni prima del blitz quando si è scatenata una rissa fra i «profughi» dove uno di loro completamente fuori controllo e a petto nudo si è scagliato contro la macchina dei Carabinieri battendo i pugni sul cofano con estrema violenza.

Ogni sera dopo le 22.00 – secondo numerose testimonianze – inizia un giro di persone che entrano ed escono dallo stabile senza nessun tipo di controllo. È visibile la presenza di spaccio e consumo di sostanze alcoliche in strada, senza il minimo ritegno.

Sul tardi poi cominciano le liti e gli episodi di violenza dovuti spesso all’abuso di alcool e di sostanze stupefacenti che in teoria dentro la struttura dovrebbero essere vietate.

Questa mattina Leonardo Divan rappresentante della Lega, contattato nei giorni scorsi da numerosi esercenti e privati cittadini della zona si è recato in Via Paganini.

«Ho voluto fare un sopralluogo per capire la situazione che ogni giorno si ripresenta al calar del sole. Un gruppo di richiedenti asilo soggiornanti presso l’Oratorio Rosmini si rende protagonista ogni sera di violente risse, consumo a non finire di alcolici e traffico di sostanze stupefacenti. Gli abitanti del quartiere sono oramai sfiniti dalla situazione che si è venuta a creare e, giustamente, chiedono legalità, correttezza e rispetto degli altri.» – spiega Divan

E ancora: «La Lega è naturale interprete della legalità, considerandola fondamentale per il benessere della comunità. Per noi il rispetto della legge e delle altre persone è fondamentale. Ritengo l’impegno in questa direzione cardine dell’azione politica locale e nazionale».

Divan ha confermato che nei prossimi giorni proseguiranno le due azioni di ascolto del territorio e delle diverse realtà cittadine.

«I fatti di cronaca che tutti abbiamo potuto leggere sono una realtà. Un problema di legalità che coinvolge anche la città della Quercia. È un problema limitato a qualche realtà ma, non per questo va ritenuto indifferente e poco rilevante. È un problema e come tutti i problemi non può essere nascosto sotto il tappeto» – conclude il rappresentante della lega.

Ora rimane da valutare la responsabilità politica di chi ha voluto fortemente questo progetto e quella organizzativa, pagata dai cittadini, di coloro che dovevano portarlo a termine. I risultati in tal senso sono sotto gli occhi di tutti. Un fallimento totale su tutta la linea e solo dopo 3 mesi dal via. 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza