Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Covid-19: il grido dei bambini

Pubblicato

-

Dove sono stati in questi mesi i nostri bambini? Dove sono oggi e dove saranno nei prossimi mesi? C’è chi ha provato a dare risposta a queste domande, chi lo sta facendo con tutto il suo impegno e chi risponde con il silenzio. Un silenzio che viene udito soprattutto da loro, che sono il nostro futuro.

Così una bambina trentina, che da tre anni si è trasferita a Malta per continuare ad andare a scuola studiando anche l’inglese, insieme ad altre famiglie italiane parte dell’Associazione roveretana ‘Grande Quercia’, ha deciso di rompere anche quel silenzio.

In che modo?

Pubblicità
Pubblicità

Con uno strumento che ben conosce da anni: l’arte. Musica, parole e immagini per dire al mondo, senza mezzi termini, cosa le è stato imposto in questi mesi, ciò che le è stato strappato via dalle mani, i suoi dubbi e le sue speranze.

H. B., di 12 anni, ha dato vita ad un video, dal titolo ‘Like a sunflower’ (Come un girasole), che ha vinto il concorso “Progett Qawsalla” – Global Hope from Home del Ministero della Pubblica Istruzione a Malta. Il progetto è finanziato attraverso il GENE (Global Education Network Europe) in riferimento agli obiettivi dell’UNESCO per lo sviluppo sostenibile.

“Mi hanno strappato alla mia infanzia innocente e ciò che una volta era normale per me ora è diventato un divieto” racconta con le sue parole, tra le note del pianoforte e del violino, strumenti che lei suona fin da piccola, aiutata anche dal maestro Andrea Ferroni e dalla sua mamma, Debora Comper, musicista e compositrice, direttrice artistica di Grande Quercia e di Great Oak (l’Associazione gemella che ha sede a Malta).

Pubblicità
Pubblicità

“Sono solo un bambino in questo mondo moderno, ma improvvisamente mi sono trovato a ragionare come un adulto, seguendo una cometa infuocata che semina paura e incertezza sulla sua scia. Una scia che annuncia violazioni di diritti e libertà, relazioni interrotte, imposizioni ingiustificate e un futuro sotto un controllo ingiusto.”

Cosa vedono gli occhi dei bambini?

“Vedo intorno a me un mondo che cambia senza che tutti lo abbiano deciso e voluto, vedo l’incertezza che entra nel cuore delle persone e la paura che sta distruggendo le relazioni. Vedo le famiglie disorientate e in difficoltà economiche, i bambini privati della scuola e la condivisione tra pari, gli insegnanti che affrontano il disumano insegnamento online. Vedo negozi chiusi e teatri deserti, vedo parole di luce che non riescono a trovare uno spazio per essere pronunciate.”

L’appello di H.B arriva chiaro e forte e si unisce al grido di tutti quei bambini ancora inascoltati: “Il mio grido è una chiamata per tutti, chiamo i miei piccoli e grandi fratelli a unirsi alle voci di pace e giustizia per cantare una nuova canzone. La musica è nei nostri cuori, le note sono i nostri talenti, le parole le nostre speranze, i dolci ‘legato’ sono le giostre della fratellanza, i vivaci ‘staccato’ sono le marce di giustizia. Le voci dei bambini sono argento e oro, sanno attraversare le barriere del pregiudizio e della rigidità.”

Chi risponderà a questo grido?

“Le previsioni che si delineano, soprattutto in ambito scolastico, per il tempo futuro non sembrano accogliere queste richieste, i bisogni dei bambini, coloro ai quali l’istruzione e l’insegnamento sono rivolti”.

Come è possibile impedire loro di abbracciarsi, di stare gli uni vicino agli altri? Come è possibile relegarli in uno spazio delimitato, come una sorta di prigione? Che pena devono scontare? I nostri errori?

H. B. definisce ‘disumano’ l‘insegnamento online e infatti i rischi connessi ad un uso eccessivo della tecnologia sono ben noti: lo psichiatra tedesco Manfred Spitzer parla dei danni di una vera e propria patologia, la demenza digitale, che dà anche il titolo al suo libro.

Partendo da studi e ricerche il dottor Spitzer spiega come un eccesso di digitalizzazione indebolisca il corpo e la mente soprattutto dei bambini, creando problemi di concentrazione e favorendo la depressione. Ciò che lui afferma è frutto anche della sua diretta esperienza nelle clinica psichiatrica che dirige; sono tanti i casi di dipendenza da videogiochi e da internet da lui affrontati e in cui la vita dei pazienti è stata completamente distrutta dai media digitali.

Demenza digitale significa disturbi della memoria, dell’attenzione e della concentrazione, un appiattimento emotivo e ottusità.

Un’altra sindrome importata dal Giappone è l’hikikomori: ragazzi chiusi nel loro mondo digitale che diventa una gabbia terribile dalla quale non riescono più a uscire. ‘Spegni lo schermo del nostro dolore’ è l’appello lanciato proprio da una giovane che quella gabbia l’ha aperta e ha ritrovato la luce.

Anche Daniela Lucangeli, docente di Psicologia dello sviluppo all’Università di Padova (che ha curato la ricerca “Digitale sì, digitale no”, promossa da Centro studi ImparaDigitale, Cnis, Acer e Università di Padova con il supporto della Bocconi), pone l’accento sull’importanza della relazione con il bambino e del bisogno di recuperare l’umano. “Dobbiamo comprendere come far ripartire il processo alimentando il sistema delle emozioni, dell’abbraccio, dello sguardo”, afferma la Prof.ssa Lucangeli, “sono questi fattori che innescano nel cervello la connessione della parte razionale con quella emotiva nella intersoggettività comunicativa. In questo processo la tecnologia può essere un alleato fondamentale per agganciare il ragazzo e far crescere la sua voglia di conoscenza: ma è uno strumento, non una sostituzione di quella relazione, strumento che deve essere guidato sempre dall’umano.”

Cara H. B. che il tuo girasole possa raggiungere il sole che cerchi e che è dentro di te, che possa intrecciarsi con i tanti girasoli che come te attendono il giusto nutrimento da noi adulti, giardinieri spesso ciechi e distratti.

I contenuti del video (Musica e testi di Hamal – Arrangiamento di Maurizio Morgantini) sono stati ispirati dalle seguenti risorse:

www.nogeoingegneria.com

www.veritasliberabitvos.info/appeal/

https://childrenshealthdefence.org

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza