Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Allarme dal FMI: pil globale -4.9%, Italia ultima in classifica -12,8%

Pubblicato

-

Nei giorni in cui le più importanti organizzazioni nazionali ed internazionali tirano le ultime somme sulle condizioni economiche mondiali post covid – 19, arriva anche il Fondo monetario internazionale con dati allarmanti ma forse già previsti.

Riaprire dopo il grande lockdown”: questo è il titolo del rapporto presentato direttamente da Washington dal Fmi, che fotografa una situazione economica globale estremante preoccupante, ma per l’Italia lo sarà ancora di più. A livello globale infatti, la contrazione del pil sarà del -4,9 % con una perdita globale di oltre 12 miliardi di dollari, solo la Cina con un +1% manterrà segno positivo.

Per l’Italia invece, il Fondo Monetario Internazionale prevede una situazione più grave, con un Prodotto Interno Lordo in discesa del 12,8 % e un drastico peggioramento di tutti i conti pubblici, con un debito che schizzerà dal 134,8% del 2019 al 166,1 % del pil nel 2020. Solo la Spagna fa male come noi.

Pubblicità
Pubblicità

Le conseguenze di questa pensante situazione graverà sia sulle borse ma soprattutto sul mercato del lavoro che, nonostante gli aiuti pubblici per oltre 10 mila miliardi di dollari stanziati a sostegno dell’economia mondiale subirà inevitabilmente una pensante recessione.

Consapevoli di questi dubbi ed incertezze mondiali, nel Governo italiano è ormai apertissima la discussione sull’Economia, con Conte che insiste sul taglio dell’Iva, senza però convincere PD e neanche 5 Stelle. L’alternativa proposta è un taglio del cuneo fiscale con la Corte dei Conti che punta sulla necessità di abbassare le tasse soprattutto quelle sul lavoro.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza