Connect with us
Pubblicità

Società

I giovani e le droghe: nessun futuro per chi diventa dipendente dagli stupefacenti

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

il desiderio di assumere droghe si perde nella notte dei tempi. L’essere umano, attraverso l’utilizzo di sostanze stupefacenti, ha sempre cercato di alleviare il dolore, le sofferenze emotive o, all’opposto, potenziare le facoltà giungendo anche alla speranza di avere una sorta di contatto con il divino.

Etimologicamente la parola droga deriva dall’olandese “droge-vate” letteralmente “barili secchi” riferendosi ai barili che contenevano le piante medicinali secche.

In inglese il termine drugs riporta sia alle sostanze medicinali, sia a quelle che comunemente in Italia vengono chiamate droghe classificabili come leggere o pesanti, legali o illegali, inibenti o eccitanti o che portano le persone a fare veri e propri viaggi con la mente.

Pubblicità
Pubblicità

Dati gli evidenti effetti delle droghe perché le persone continuano a farsi?

Ci potrebbero essere tante risposte diverse quante sono le persone alle quali si pone questa domanda. Tuttavia, in generale, in seguito ad una piccola raccolta dati, emerge che la maggior parte delle persone maggiorenni che utilizzano droghe legali non valuta il rischio di malattia e di morte come possibile nell’immediato, per cui la sensazione di benessere causata dal tabacco o dall’alcool è sicuramente percepito come più vantaggioso rispetto alle conseguenze che si possono manifestare nel presente.

Infatti molti grandi fumatori o molti alcolisti tendono a volere interrompere la loro dipendenza solo in seguito ad un fattore scatenante come un infarto o comunque una grave malattia.

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto riguarda invece l’assunzione di droghe così dette leggere viene coinvolto sia il desiderio di sperimentare qualcosa che alteri le proprie sensazioni, sia il bisogno di sfidare oltremisura l’autorità (famiglia o società di riferimento) creando un forte legame con persone che condividono i propri desideri e le proprie idee.

Alcuni vogliono emulare il proprio gruppo di appartenenza, altri invece ricercano semplicemente chi, come loro, desidera andare oltre. Molti pensano che sono le brutte compagnie a rovinare un giovane, ma non sempre è così. A volte è proprio quel giovane a cercare persone simili a lui con cui condividere certe esperienze.

D’altra parte i genitori attribuiscono spesso e volentieri la responsabilità agli amici, ai compagni di scuola, al fidanzato/a perché è davvero difficile e doloroso guardare dentro l’anima dei propri figli. In altre occasioni invece i giovani mantengono un equilibrio emotivo che li protegge dall’uso e abuso di sostanze fino a quando rimangono in contatto con le proprie figure di riferimento, ma nel momento in cui hanno raggiunto la maggiore età e si allontanano da casa per lavoro o per studio, scivolano in un baratro che li porta all’abuso di droghe leggere e/o pesanti che, nella precedente situazione protetta della vita in famiglia, avrebbero sicuramente disdegnato e disprezzato.

Infine ci sono anche quei giovani che hanno subito traumi e la droga sembra diventare l’alleviamento di ogni emozione, altri invece sono cresciuti senza valori, non hanno avuto il sostegno dai propri familiari e si sono buttati nelle droghe per affievolire una grande sofferenza interiore che li ha gettati nel vuoto più assoluto.

Questi giovani hanno bisogno di entrare in un sistema educativo che li guidi nel trovare la loro strada non lasciandosi andare all’annullamento di se stessi e della loro vita.

In generale le persone che abusano di sostanze stupefacenti, mancano di obiettivi da raggiungere, oppure nel caso questi ultimi ci fossero, la loro realizzazione sarebbe quasi del tutto impossibile per cui o insorge il bisogno di sostanze calmanti per trovare una sorta di pace con se stessi e con il mondo o nasce la necessità di sostanze eccitanti per aver la forza di raggiungere il proprio obiettivo con più forza e il più breve tempo possibile senza alcun rispetto dei limiti dell’essere umano.

Infine per quanto riguarda gli allucinogeni, si riporta l’esperienza di un quattordicenne che ha fatto colloqui al servizio delle tossicodipendenze nel quale praticavo il mio tirocinio abilitante la professione.

Giacomo (nome di fantasia) accompagnato dai genitori del tutto spaventati per il comportamento del figlio, diceva che, anche dopo diverso tempo l’assunzione di un allucinogeno si sentiva parte di un tutto, di un tavolo, della seggiola, e a volte vedeva i bordi degli oggetti fluorescenti.

Tutto questo era per lui una sensazione meravigliosa, ma nella realtà non riusciva a camminare da solo, sbandava ovunque e, se non era guidato a sufficienza, non riusciva neanche a sedersi sulla sedia. Perdere le proprie facoltà può essere davvero pericoloso per se stessi e per gli altri oltre che danneggiare le proprie funzioni cerebrali in modo più o meno duraturo e a volte permanente.

Occorre chiedersi se si vuole una società indebolita dalle droghe o persone forti che sanno quello che vogliono e che cercano di ottenerlo per il proprio bene e quello degli altri.

Crescendo dei giovani forti e sereni si ha la speranza di contribuire alla nostra società che oggigiorno sta attraversando un periodo di grande crisi non solo economica, ma anche sociale e soprattutto etica. I valori sono importantissimi per essere seguiti, abbandonati e sostituiti con altri.

La società è in continua evoluzione e quello che aveva importanza nel passato, perde forza per dare vita a qualcosa di nuovo e innovativo.

Non bisogna crescere la nuova generazione facendo riferimento solo ai nostri valori, ma ponendo anche attenzione alle idee nuove che i giovani hanno e che in modo più o meno esplicito ci propongono.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Valsugana e Primiero23 minuti fa

Frontale tra due vetture, una abbatte un palo telefonico: feriti i due conducenti

Val di Non – Sole – Paganella35 minuti fa

La Fondazione Ivo de Carneri raccoglie fondi per due nuovi progetti con regali solidali

Riflessioni fra Cronaca e Storia43 minuti fa

Un appello al papa, per una tregua di Natale, come fece De Gasperi

Trento2 ore fa

Firmato il protocollo di intesa con il comparto Sanità – area della categorie

Trento12 ore fa

100 anni di Itea: concluso il concorso “Scuole in copertina”

Trento12 ore fa

A22, finanza di progetto: via libera del Ministero per 7,5 miliardi di euro di investimenti

Trento12 ore fa

Gruppo italiano interparlamentare, Ambrosi: «Mia elezione a vicepresidente grande onore e responsabilità»

Ambiente Abitare14 ore fa

Gli studenti, grazie a un fumetto, insegnano agli adulti come difendersi dalle alluvioni

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Attraversamento dell’abitato di Romallo, aggiudicati i lavori per la messa in sicurezza

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Mobilità sicura e scorrevole sulla statale 42 del Tonale: una rotatoria per lo svincolo Ossana-Peio

Giudicarie e Rendena15 ore fa

Giudicarie: fermato 3 volte in pochi giorni sprovvisto di patente

Rovereto e Vallagarina15 ore fa

“Giotto e il Novecento”: a cavallo tra passato e futuro, una mostra sorprendente

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

La magia del Natale avvolge Ville d’Anaunia: ecco tutti gli appuntamenti

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

Vigili del Fuoco Denno, consegnate le benemerenze di servizio attivo a Pier Luigi Poda e Paolo Vielmetti

Bolzano17 ore fa

Una stazione di polizia cinese In Trentino Alto Adige: Safeguard Defenders fornisce le prove

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…5 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento4 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento7 giorni fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza