Connect with us
Pubblicità

Società

I giovani e le droghe: nessun futuro per chi diventa dipendente dagli stupefacenti

Pubblicato

-

il desiderio di assumere droghe si perde nella notte dei tempi. L’essere umano, attraverso l’utilizzo di sostanze stupefacenti, ha sempre cercato di alleviare il dolore, le sofferenze emotive o, all’opposto, potenziare le facoltà giungendo anche alla speranza di avere una sorta di contatto con il divino.

Etimologicamente la parola droga deriva dall’olandese “droge-vate” letteralmente “barili secchi” riferendosi ai barili che contenevano le piante medicinali secche.

In inglese il termine drugs riporta sia alle sostanze medicinali, sia a quelle che comunemente in Italia vengono chiamate droghe classificabili come leggere o pesanti, legali o illegali, inibenti o eccitanti o che portano le persone a fare veri e propri viaggi con la mente.

Pubblicità
Pubblicità

Dati gli evidenti effetti delle droghe perché le persone continuano a farsi?

Ci potrebbero essere tante risposte diverse quante sono le persone alle quali si pone questa domanda. Tuttavia, in generale, in seguito ad una piccola raccolta dati, emerge che la maggior parte delle persone maggiorenni che utilizzano droghe legali non valuta il rischio di malattia e di morte come possibile nell’immediato, per cui la sensazione di benessere causata dal tabacco o dall’alcool è sicuramente percepito come più vantaggioso rispetto alle conseguenze che si possono manifestare nel presente.

Infatti molti grandi fumatori o molti alcolisti tendono a volere interrompere la loro dipendenza solo in seguito ad un fattore scatenante come un infarto o comunque una grave malattia.

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto riguarda invece l’assunzione di droghe così dette leggere viene coinvolto sia il desiderio di sperimentare qualcosa che alteri le proprie sensazioni, sia il bisogno di sfidare oltremisura l’autorità (famiglia o società di riferimento) creando un forte legame con persone che condividono i propri desideri e le proprie idee.

Alcuni vogliono emulare il proprio gruppo di appartenenza, altri invece ricercano semplicemente chi, come loro, desidera andare oltre. Molti pensano che sono le brutte compagnie a rovinare un giovane, ma non sempre è così. A volte è proprio quel giovane a cercare persone simili a lui con cui condividere certe esperienze.

D’altra parte i genitori attribuiscono spesso e volentieri la responsabilità agli amici, ai compagni di scuola, al fidanzato/a perché è davvero difficile e doloroso guardare dentro l’anima dei propri figli. In altre occasioni invece i giovani mantengono un equilibrio emotivo che li protegge dall’uso e abuso di sostanze fino a quando rimangono in contatto con le proprie figure di riferimento, ma nel momento in cui hanno raggiunto la maggiore età e si allontanano da casa per lavoro o per studio, scivolano in un baratro che li porta all’abuso di droghe leggere e/o pesanti che, nella precedente situazione protetta della vita in famiglia, avrebbero sicuramente disdegnato e disprezzato.

Infine ci sono anche quei giovani che hanno subito traumi e la droga sembra diventare l’alleviamento di ogni emozione, altri invece sono cresciuti senza valori, non hanno avuto il sostegno dai propri familiari e si sono buttati nelle droghe per affievolire una grande sofferenza interiore che li ha gettati nel vuoto più assoluto.

Questi giovani hanno bisogno di entrare in un sistema educativo che li guidi nel trovare la loro strada non lasciandosi andare all’annullamento di se stessi e della loro vita.

In generale le persone che abusano di sostanze stupefacenti, mancano di obiettivi da raggiungere, oppure nel caso questi ultimi ci fossero, la loro realizzazione sarebbe quasi del tutto impossibile per cui o insorge il bisogno di sostanze calmanti per trovare una sorta di pace con se stessi e con il mondo o nasce la necessità di sostanze eccitanti per aver la forza di raggiungere il proprio obiettivo con più forza e il più breve tempo possibile senza alcun rispetto dei limiti dell’essere umano.

Infine per quanto riguarda gli allucinogeni, si riporta l’esperienza di un quattordicenne che ha fatto colloqui al servizio delle tossicodipendenze nel quale praticavo il mio tirocinio abilitante la professione.

Giacomo (nome di fantasia) accompagnato dai genitori del tutto spaventati per il comportamento del figlio, diceva che, anche dopo diverso tempo l’assunzione di un allucinogeno si sentiva parte di un tutto, di un tavolo, della seggiola, e a volte vedeva i bordi degli oggetti fluorescenti.

Tutto questo era per lui una sensazione meravigliosa, ma nella realtà non riusciva a camminare da solo, sbandava ovunque e, se non era guidato a sufficienza, non riusciva neanche a sedersi sulla sedia. Perdere le proprie facoltà può essere davvero pericoloso per se stessi e per gli altri oltre che danneggiare le proprie funzioni cerebrali in modo più o meno duraturo e a volte permanente.

Occorre chiedersi se si vuole una società indebolita dalle droghe o persone forti che sanno quello che vogliono e che cercano di ottenerlo per il proprio bene e quello degli altri.

Crescendo dei giovani forti e sereni si ha la speranza di contribuire alla nostra società che oggigiorno sta attraversando un periodo di grande crisi non solo economica, ma anche sociale e soprattutto etica. I valori sono importantissimi per essere seguiti, abbandonati e sostituiti con altri.

La società è in continua evoluzione e quello che aveva importanza nel passato, perde forza per dare vita a qualcosa di nuovo e innovativo.

Non bisogna crescere la nuova generazione facendo riferimento solo ai nostri valori, ma ponendo anche attenzione alle idee nuove che i giovani hanno e che in modo più o meno esplicito ci propongono.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Il futuro abbraccia l’ecologia e la natura: anche in Italia spopola la moda delle Tiny House
    Sono conosciute come le” Students Tiny house talk”, ovvero 10 metri quadrati di vivere ecosostenibile. Si tratta di tipiche casette svedesi completamente costruite in legno dal design moderno e pensate inizialmente per ospitare universitari. L’efficienza energetica e l’impronta ecologia sono l’aspetto fondamentale di queste abitazioni che puntano a minimizzare al massimo le emissioni di carbonio […]
  • La Nasa lo conferma: sulla Luna c’è acqua ed è accessibile
    Sulla Luna c’è acqua, un annuncio clamoroso ma vero. L’incredibile notizia arriva da due studi della Nasa pubblicati su Nature. Il primo studio coordianato dalla Nasa dimostra la scoperta rilevata dal telescopio volante Sofia della molecola dell’acqua sulla Luna. Grazie al telescopio Sofia, montato a bordo di un boeing 747 ha infatti risolto il mistero […]
  • A Trento è arrivato l’innovativo franchise di SkinMedic Beauty Clinic
    SkinMedic è un nuovo modo di concepire il mercato dell’estetica, in cui la realtà in franchising diventa un’opportunità di crescita condivisa. Da qualche mese, il noto marchio ha aperto anche una Beauty Clinic a Trento, presso il quartiere Le Albere. “Operiamo sul campo nel settore medicale-estetico da oltre 20 anni, inizialmente come produttori di attrezzatura […]
  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]

Categorie

di tendenza