Connect with us
Pubblicità

Trento

Allarme Confcommercio: attenzione alle offerte di lavoro sottocosto

Pubblicato

-

Confcommercio segnala nuovamente l’intensificarsi di iniziative commerciali di alcuni soggetti, spesso società s.r.l. o cooperative che, anche attraverso call center, propongono alle aziende di “esternalizzare” la gestione del personale con un risparmio sui costi del lavoro, garantendo i servizi relativi al contratto, all’elaborazione della busta paga, al versamento dei contributi, ferie, malattia e tutti i costi del lordo della busta paga.

Queste società/cooperative propongono modalità alternative alla normale assunzione di personale da parte dell’impresa, simili alla somministrazione e all’appalto.

La valutazione di casi concreti relativi alle proposte di personale da parte di soggetti non autorizzati ad attivare contratti di somministrazione, può portare ad affermare che si tratti di appalti non genuini.

Pubblicità
Pubblicità

Il contratto di somministrazione prevede che il lavoratore presti la propria attività presso un’azienda utilizzatrice, ma risulta dipendente di un altro soggetto, ma che in realtà è strutturata come un appalto di servizi.

Per verificare che si tratti realmente di un appalto si deve ricordare che l’appaltatore deve organizzare il lavoro e mettere a disposizione eventuali mezzi o attrezzature necessari per svolgerlo.

La sola messa in disponibilità del personale la cui attività è poi coordinata dal committente non è appalto.

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto riguarda il contratto di somministrazione Confcommercio precisa che solo le agenzie autorizzate dal Ministero del Lavoro per effettuare attività di somministrazione di manodopera, possono offrire i propri dipendenti ad un altro datore di lavoro che li potrà quindi impiegare nella propria impresa.

E’ possibile controllare a questo link l’elenco delle Agenzie autorizzate ad effettuare somministrazione di manodopera.

Si rammenta che il costo lordo di un lavoratore corrisponde a quasi il doppio del netto in busta paga, le imprese quindi vengono invitate a diffidare di chi propone manodopera sottocosto, raccomandando correttezza nel rispetto del versamento degli oneri retributivi e contributivi, poiché eventuali inadempienze e irregolarità rilevate dall’INPS e dall’Ispettorato del Lavoro esporrebbero le aziende a gravi sanzioni.

Le imprese che offrono un risparmio sul costo del lavoro, potrebbero ottenerlo non versando i contributi ai lavoratori, utilizzando forme contrattuali non legittime oppure applicando contratti collettivi di lavoro non sottoscritti dalle Organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative.

L’Imprenditore che ha utilizzato lavoratori non correttamente pagati, potrà dover versare al lavoratore retribuzioni e contributi non regolarmente corrisposti.

Per informazioni è possibile telefonare allo Sportello Sicurezza della ConfCommercio Trentino, responsabile Mario Garavelli 0461/880423 oppure all’ufficio relazioni sindacali e lavoro – Giannina Montaruli 0461/880349

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza