Connect with us
Pubblicità

Trento

Quando l’orso aggredisce l’uomo viene sempre abbattuto: Daniza e KJ2 i casi più famosi

Pubblicato

-

Prima dell’aggressione di ieri (qui l’articolo) erano tre anni che in Trentino non erano segnalate aggressioni di orsi nei confronti dell’uomo. Le orse Daniza e KJ2 tra il 2014 e il 2017 avevano compiuto tre aggressioni ed entrambe erano state poi abbattute.

Il caso dell’orsa Daniza fu il più famoso e quello che suscitò più proteste. Era la mattina di Ferragosto del 2014 quando il 38 enne Daniele Maturi stava passeggiando nei boschi sopra Pinzolo e si ritrovò faccia a faccia con Daniza e i suoi cuccioli.

L’uomo venne aggredito e riportò ferite alla schiena e a una gamba. Si decise quindi di andare alla caccia dell’orsa e catturarla.

Pubblicità
Pubblicità

Daniza venne trovata i primi di settembre ma morì a causa dell’anestesia fatta per catturarla. L’evento fece scattare forti proteste da parte degli animalisti di tutta Italia che per anni hanno protestato contro la sua morte.

Dal quel momento in poi si decise di nominare gli orsi con un’anonima e meno affettuosa sigla, piuttosto che con un nome vero e proprio.

L’orsa KJ2 invece, prima di essere catturata, aveva compiuto ben due aggressioni. La prima avvenne nel giugno del 2015.

Pubblicità
Pubblicità

 Il 30 maggio del 2015 toccò a Marco Zadra vedersela brutta nei boschi di Zambana.

Era il 10 giugno quando invece verso le 17 e 30 Wladimir Molinari, 45 anni, (foto) stava passeggiando nei dintorni di Cadine e dopo un paio di chilometri si ritrovò a tu per tu con l’orsa.

L’uomo finì all’ospedale e affermò che l’animale volesse ucciderlo. Disse di essere vivo per miracolo.

Dopo tale l’episodio si decise che l’orsa dovesse essere catturata e radiocontrollata. Nell’ottobre del 2015, visto l’imminente letargo, era stata lasciata andare ma comunque radiocontrollata.

Al risveglio, nella primavera del 2016, l’orsa era riuscita a liberarsi del collare e un anno più tardi si rese protagonista di un’altra aggressione.

Era il 22 luglio del 2017 quando Angelo Metlicovec, 69 anni, stava passeggiando sulla strada che collega Terlago con i laghi di Lamar e all’improvviso venne attaccato da KJ2, che lo colpì al braccio e ad entrambe le gambe.

Anche l’uomo affermò che l’orsa volesse ucciderlo, e di essere vivo solo grazie al suo cane, che abbaiando fece sì che l’animale se ne andasse.

Due giorni più tardi Ugo Rossi firmò un’ordinanza in cui si decise per la cattura e l’uccisione. Il 13 agosto del 2017 l’orsa fu individuata dai forestali sul Monte Bondone e venne quindi uccisa.

L’argomento fin dall’inizio ha diviso la comunità trentina in due ben distinte fazioni: gli animalisti che ritengono che gli orsi debbano proliferare in Trentino anche a scapito dei rischi che corrono i residenti ed invece chi ritiene di essere danneggiato dalla loro presenza ritenuta ora, visto l’alto numero, rischiosa non solo per i residenti ma anche per i turisti e soprattutto per gli allevatori che spesso hanno visto l’orso uccidere i propri animali.

I plantigradi in tempo di lockdown si sono pericolosamente avvicinati ai centri abitati. Il caso di Calliano, dove un orso ha tentato di entrare in casa di una coppia per poi scendere e fuggire dalla terrazza è stato in tal senso piuttosto eclatante

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza