Connect with us
Pubblicità

Trento

Paolo Frizzi è il nuovo presidente dell’Ana di Trento

Pubblicato

-

Con 16.150 voti Paolo Frizzi, già vicepresidente vicario, è il nuovo presidente della Sezione dell’Ana di Trento.

L’ufficialità è arrivata alle 11.15 di questa mattina quando i 344 delegati – collegati in videoconferenza da 19 zone del Trentino – hanno fatto pervenire presso la sede legale di vicolo Benassuti le loro preferenze.

Paolo Frizzi, unico candidato in corsa, succede a Maurizio Pinamonti, da 9 anni alla guida delle penne nere trentine. A portare il suo saluto anche il presidente dell’Ana nazionale Sebastiano Favero.

Pubblicità
Pubblicità

Un lungo applauso, seppur virtuale, per Maurizio Pinamonti. E un forte in bocca al lupo al suo successore, Paolo Frizzi, eletto questa mattina alla guida dell’Ana di Trentino con 16.150 voti.

Il cambio al vertice degli alpini trentini avviene secondo una formula insolita ma non per questo meno sentita: l’assemblea sezionale per la prima volta in 100 anni di storia si è svolta in video-conferenza: in collegamento con la sede centrale di vicolo Benassuti, dove si sono svolti i lavori assembleari, i 19 seggi territoriali, uno per ogni zona che caratterizza la geografia associativa della Sezione.

Un’assemblea fuori dall’ordinario – Un’assemblea anomale, organizzata e gestita nel rispetto delle misure di sicurezza dettata dall’emergenza sanitaria, che come ha rimarcato il consigliere nazionale Mauro Bondi, nominato a presiedere i lavori, “si svolge secondo una formula particolare per noi che siamo abituati alla fisicità, ad essere sempre numerosi nei nostri ritrovi e tra la gente. Particolare perché salutiamo dopo 9 anni il nostro presidente Maurizio Pinamonti: lo salutiamo a distanza anche se l’abbraccio dei 24 mila alpini trentini sarebbe stato il giusto riconoscimento. Particolare perché, seppur nella continuità, si apre una nuova stagione per la nostra Sezione”.

Pubblicità
Pubblicità

Un lungo applauso è partito al termine della relazione morale di Maurizio Pinamonti, l’ultima del suo mandato. Tutti in piedi in segno di riconoscenza nelle 19 le sedi collegate a distanza. E tanti occhi lucidi.

Pubblicità
Pubblicità

“Nei cent’anni della nostra storia associativa, mai avremmo pensato di dover convocare il nostro importante incontro annuale attraverso i sistemi informatici e non poter incontrarci, abbracciarci, salutarci e dare la possibilità al presidente di ringraziarvi per il vostro impegno, la vostra dedizione e per avermi sempre accompagnato e sostenuto in questi miei nove anni di presidenza. Nove anni di impegno e intenso lavoro alla guida della grande famiglia verde, ricompensati però da tanti traguardi, emozioni e soddisfazioni che rimarranno per sempre impresse nel mio cuore e nella memoria. Dalla costruzione della casa dello sport “Tina Zuccoli” a Rovereto Secchia alla meravigliosa 91^ Adunata nazionale, dalla ricostruzione del Museo Nazionale Storico degli Alpini sul Doss Trent agli ultimi impegni nel combattere l’emergenza Covid-19: sono tanti i momenti indelebili. Ora è il momento di fare “zaino a terra”, anche se nell’immaginario collettivo, si sa, un alpino dovrebbe sempre tenerselo ben stretto sulle spalle. Al futuro direttivo chiedo un rinnovato impegno. E a Paolo Frizzi, il 18 esimo presidente della Sezione Ana di Trento, un grande in bocca al lupo. A te affido i nostri soci nella convinzione che il tuo mandato fonda le sue basi sulla continuità associativa e su un’indiscussa fede alpina. Buon lavoro!”.

I saluti dei presenti  – Il presidente dell’Ana nazionale Sebastiano Favero: “Per gli alpini non esiste l’impossibile: lo dimostrano ogni giorno. In silenzio, senza clamori, ci siamo stati e ci siamo ancora in questo difficile momento: questa è la forza che ci accompagna. E questa è la forza che ha dimostrato Maurizio Pinamonti in questi anni di impegno alpino. Un’amicizia, la nostra, nata durante il servizio militare, e che da allora ci ha sempre legato. Hai portato avanti la Sezione di Trento con un modo di essere e di fare esemplari, riuscendo a trasmettere serenità e autorevolezza anche nelle sfide più ardue. Preparati perché non è ancora il momento di porre lo zaino a terra: sarai il presidente dell’assemblea nazionale dei delegati nazionale che si terrà a fine luglio: ti vogliamo ancora con noi. A Paolo Frizzi un grande augurio: condivido questa scelta e sono certo che con la tua determinazione, capacità di sintesi e spirito di servizio porterai avanti l’Ana di Trento nel migliore dei modi, trasmettendo questi valori ai più giovani”.

Il presidente del Consiglio regionale Roberto Paccher: “Grazie a quello che fate da sempre per le nostre comunità, nelle valli, nelle periferie. Il vostro è un impegno gratuito, un’assunzione di responsabilità senza se e senza ma. Molti dei nostri paesi vivono grazie a voi, alle 261 gruppi e altrettante sedi sparse sul territorio: luoghi dove traspare socialità, generosità e voglia di fare. A tutti voi, al nuovo presidente e al futuro direttivo l’augurio di continuare su questa strada fatta di bontà, dialogo e ascolto”.

Il sindaco di Trento Alessandro Andreatta: “Grazie di cuore. Ci siete sempre stati anche in questo periodo di emergenza sanitaria, con umiltà e grande efficienza, consegnando tablet e vestiti negli ospedali, presidiando i parchi cittadini e consegnando pacchi vivere a chi ne aveva bisogno. Gli anni appena trascorsi sono stati entusiasmanti, impegnativi e delicati. Penso alla 91^Adunata nazionale: un grande successo per la nostra città e la nostra provincia. Gli alpini sono una riserva di concretezza, motore di solidarietà, che continueranno – anche negli anni a venire – a rispondere alle esigenze della comunità. Gli alpini sono sintonizzati sui bisogni della gente e per questo non passeranno mai di moda”.

A portare un saluto virtuale all’assemblea anche il Comandante delle Truppe Alpine gen. Claudio Berto, il presidente dei Nuvola trentini Giorgio Seppi e il presidente di Cassa di Trento, Lavis – Mezzocorona e Valle di Cembra e del Gruppo Cassa Centrale Banca Giorgio Fracalossi.

A moderare l’assemblea lo speaker di tante Adunate, Nicola Stefani. Alle 11.15 l’esito del voto: Paolo Frizzi è il nuovo presidente

“Sono un uomo fortunato perché ho avuto un nonno e un papà artiglieri alpini. Loro mi hanno mostrato la strada dell’associazionismo, un cammino lungo quasi 30 anni. Ho avuto il privilegio di servire il mio Paese con il cappello alpino ben piantato in testa. E ho avuto il privilegio di essere al fianco di Maurizio in questi anni vissuti sempre al massimo: insieme abbiamo raggiunto tante vette, condividendo fortune, soddisfazioni e molta esperienza. La Sezione di Trento – e non me ne vogliano le altre – resta sempre la migliore, anche se gli anni passano e i presidenti cambiano. Noi ci siamo e non ci tireremo mai indietro: questo, tra l’altro, è l’anno del nostro anniversario di vita associativa. A tutti noi, quindi, i migliori auguri”. – queste le prime parole del nuovo presidente

Una Sezione, quella di Trento, che oggi conta 23.544 soci, di cui 17.528 alpini e 6.016 soci aggregati. I Gruppi, nelle 19 zone, sono 261.

Nel corso del 2019 gli alpini trentini hanno lavorato gratuitamente in favore di chi ne aveva bisogno per un totale di 137.867 ore e hanno devoluto in beneficenza 249.042,68 euro.

Clicca qui per vedere i consiglieri eletti ANA

Clicca qui per vedere i consiglieri eletti di zona

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]
  • Uno sguardo a Kazan, un microcosmo di stili e culture che vivono in armonia
    A circa 820 kilometri da Mosca, dove i fiumi Volga e Kazanka si uniscono, si erge da oltre 1000 anni la splendida capitale della repubblica del Tatarstan: Kazan. Il suo splendore e le sue innumerevoli caratteristiche l’hanno portata ad essere nominata, nel 2005, la Terza Capitale della Russia (appellativo a cui può essere ufficialmente associata […]
  • Riscoprire il turismo lento in Italia, con le mini crociere fluviali
    Una parte della penisola Italiana è composta da un piccolo mosaico di isole e canali che insieme rappresentano la perfetta geometria di un mondo pieno di fascino. Riscoprire una dimensione lenta del turismo, attraverso gli imperdibili itinerari fluviali italiani è uno dei modi migliori per visitare questo mondo. Le crociere fluviali in houseboat sono in […]
  • Il rosmarino e le sue innumerevoli caratteristiche che fanno bene alla salute
    Il rosmarino è un arbusto perenne e sempreverde del genere della Salvia, originario dell’area mediterranea. Questa pianta, infatti, cresce nelle zone litoranee, macchia mediterranea, dirupi sassosi e assolati dell’entroterra, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma si può trovare e coltivare anche nella zona dei laghi prealpini e nella Pianura Padana. Sin dall’antichità, […]

Categorie

di tendenza