Connect with us
Pubblicità

Politica

Il clamoroso scivolone: il notaio Piccoli sponsorizza un post copiato dal leghista Tapparelli

Pubblicato

-

Per Paolo Piccoli notaio, in questo periodo più noto come candidato in appoggio a Franco Ianeselli candidato della sinistra, non sono giorni fortunati.

Dopo l’acceso dibattito sull’opportunità che possa essere lui e non un suo collega, ad essere indicato dalla Cassa Rurale di Trento come “ notaio gradito” per l’assemblea del 3 luglio, arriva anche il post copiato.

Piccoli scrive il post che è anche sponsorizzato a pagamento su facebook dicendo: «𝐈𝐧 𝐩𝐨𝐥𝐢𝐭𝐢𝐜𝐚 𝐢𝐥 𝐝𝐢𝐥𝐞𝐭𝐭𝐚𝐧𝐭𝐢𝐬𝐦𝐨 𝐨 𝐢𝐥 𝐧𝐮𝐨𝐯𝐢𝐬𝐦𝐨 𝐧𝐨𝐧 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐯𝐚𝐥𝐨𝐫𝐢 𝐢𝐧 𝐬𝐞́. Sono necessarie competenze, affidabilità, visione. E dunque è importante 𝙧𝙞𝙪𝙨𝙘𝙞𝙧𝙚 𝙖 𝙘𝙤𝙢𝙗𝙞𝙣𝙖𝙧𝙚 𝙡𝙖 𝙨𝙥𝙞𝙣𝙩𝙖 𝙚 𝙡𝙖 𝙛𝙤𝙧𝙯𝙖 𝙙𝙞 𝙘𝙖𝙢𝙗𝙞𝙖𝙢𝙚𝙣𝙩𝙤 𝙙𝙚𝙞 𝙜𝙞𝙤𝙫𝙖𝙣𝙞 𝙘𝙤𝙣 𝙡’𝙚𝙨𝙥𝙚𝙧𝙞𝙚𝙣𝙯𝙖 𝙚 𝙡𝙖 𝙥𝙤𝙣𝙙𝙚𝙧𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙙𝙞 𝙘𝙝𝙞 𝙝𝙖 𝙘𝙤𝙢𝙥𝙞𝙪𝙩𝙤 𝙪𝙣 𝙩𝙧𝙖𝙩𝙩𝙤 𝙙𝙞 𝙨𝙩𝙧𝙖𝙙𝙖 𝙞𝙣 𝙥𝙞𝙪̀ e ha ancora l’energia per aiutare a raggiungere i traguardi ambiziosi che ci aspettano per la nostra città».

Pubblicità
Pubblicità

La frase scritta male e con font e grandezza diversi, cosa che nel web non si deve mai fare, in realtà è una clamorosa scopiazzatura. 

A segnalarlo è Francesco Dellagiacoma presidente di LiberaMente, l’associazione universitaria di centro destra.

Piccoli infatti ha copiato parola per parola il post pubblicato da Luca Tapparelli esponente trentino della Lega.

Pubblicità
Pubblicità

Il testo? Un breve riflessione sul ruolo del “ nuovismo” e del “ dilettantismo” in politica.

A Piccoli per evitare una brutta figura, sarebbe bastato copiare l’idea di Tapparelli ed esprimerla con parole proprie, cosa che per un notaio non sarebbe dovuta essere un’impresa improba.

Evidentemente la supponente sicurezza della sinistra deve aver contagiato anche Piccoli che è espressione della ricca borghesia trentina che non ama essere criticata o messa in discussione.

Piccoli o forse qualcuno del suo staff, si sarà chiesto “ Tapparelli chi? “ facendo un tranquillo copia incolla considerando il bieco leghista non certo in grado di avere comuni amici che ne avrebbero potuto segnalare la scopiazzatura.

Ma non è andata così. Ovviamente da Piccoli non arriveranno giustificazioni: non è cosa propria di un esponente della sinistra. La povertà di idee da parte della sinistra continua e del notaio Piccoli in particolare. Nulla di nuovo all’orizzonte insomma.   

Dice il vero Piccoli sul fatto che il dilettantismo non è un valore in politica e la sua scopiazzatura lo dimostra in modo incontrovertibile.

Se poi la visione del candidato della sinistra trentina, le competenze e l’affidabilità è quella di copiare i post degli avversari politici allora siamo messi davvero male.

(c.c.)

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza