Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Cassa Rurale Val di Non: i numeri in crescita del bilancio 2019 fanno guardare al futuro con serenità e ottimismo

Pubblicato

-

Silvio Mucchi, a sinistra, e Massimo Pinamonti, a destra, rispettivamente presidente e direttore della Cassa Rurale Val di Non

Una Cassa Rurale che può guardare al futuro con serenità e ottimismo.

Sono numeri molto positivi e in crescita quelli anticipati dalla Cassa Rurale Val di Non in riferimento all’anno 2019, come da bilancio che sarà approvato a fine giugno.

Quest’anno l’emergenza sanitaria ha costretto la Cassa Rurale a organizzare l’annuale assemblea dei soci in una forma nuova e inedita: al fine di evitare assembramenti, i soci non potranno partecipare fisicamente all’assemblea.

Pubblicità
Pubblicità

La legge ha permesso di designare un unico rappresentante, individuato nel notaio Domenico de Pascale. Ognuno potrà delegare il notaio ad essere rappresentato in assemblea, comunicandogli le intenzioni di voto.

Per agevolare i soci, è stata realizzata un’area dedicata nel sito internet della Cassa Rurale www.crvaldinon.it, dove si potrà consultare tutta la documentazione relativa all’assemblea. Si potrà accedere all’area riservata con l’user e la password inviati con l’avviso di convocazione. Per compilare la delega di voto sarà sufficiente recarsi in una delle filiali della Cassa Rurale o all’Ufficio Soci della sede di Cles entro mercoledì 24 giugno.

Questa novità imposta dalla legge non impedirà comunque alla Cassa Rurale di rimanere vicina ai suoi 10.500 soci, persone e aziende che quotidianamente vivono e operano in Valle.

Pubblicità
Pubblicità

Rendere conto ai soci è essenziale, poterlo fare in assemblea è emozionante – dichiara il presidente della Cassa Rurale Silvio Mucchi, anche a nome del Consiglio di Amministrazione –. Questo è il sunto di un pensiero che potrebbe essere composto da ben più parole ma che oggi l’emergenza legata al COVID19 ci impone di saper sintetizzare. Ci mancheranno il vedersi, il dire, l’ascoltare anche il commentare e il discutere, ovvero il condividere nel più alto spirito cooperativo”.

Un nuovo modo, quindi, di fare cooperazione, quest’anno. “Nell’auspicio che il pericolo stia passando, ovvero al fine di garantire sicurezza e nel rispetto e ricordo verso chi ha sofferto, chi è mancato e chi ha donato professionalità a proprio rischio per gli altri, credo si possa comprendere una forma di assemblea alternativa – prosegue il presidente –. Il buon bilancio dell’esercizio 2019, ante pandemia, sia auspicio di sostenibilità per il più difficile momento che ne è seguito e che continua. Valorizzare le filiali, la presenza fisica della Cassa sui territori, per garantire il diritto di espressione anche a chi ha meno confidenza con il digitale, come sintesi di ciò che vogliamo essere. Così, essere rappresentati da un notaio locale, quale garante e delegato, vuole esprimere senso di appartenenza”.

Per concludere, il presidente riafferma i valori secolari della Cassa Rurale, sempre attuali: “La Cassa Rurale Val di Non mantiene forti le radici con il territorio e con la propria storia. Da qui un pensiero di vicinanza a tutta la base sociale, un impegno a lavorare costantemente e attentamente al fine di continuare ad essere riferimento sicuro. L’auspicio di poter riprendere le occasioni consuete di incontro, in particolare l’assemblea, per adempiere al compito di rendicontazione ma anche per riprovare l’emozione di poter essere, come a me piace dire, tra di noi”. Che è poi anche uno degli slogan di successo che lega la Cassa Rurale alla Comunità.

TUTTI I NUMERI DI UN BILANCIO ESTREMAMENTE POSITIVO – Il bilancio 2019 si è chiuso con indici e valori particolarmente importanti, come confermato dal direttore generale Massimo Pinamonti: “È stata un’annata che ha permesso di ottenere un utile netto di 4,5 milioni di euro, a cui si sommano gli accantonamenti ai fondi rischi, oltre a spesare anche 1,6 milioni alla voce “fondo esuberi” – spiega –. Il conseguente incremento di patrimonio, che ora raggiunge i 154 milioni di euro, oltre a garantire solidità e sicurezza a soci e clienti della Cassa Rurale, permette di guardare con tranquillità e fiducia all’anno corrente e al prossimo esercizio, in un momento in cui risulta fondamentale intervenire per sostenere l’economia di valle, soprattutto nei settori che maggiormente hanno sofferto gli effetti delle limitazioni a seguito dell’emergenza sanitaria”.

L’indice CET1, uno dei principali indicatori di solidità patrimoniale delle Banche, ha raggiunto il 23% e quindi è in netto miglioramento rispetto agli anni precedenti e di gran lunga superiore alla media delle banche italiane (13,9%).

Questo dato, che è una sintesi della gestione aziendale –aggiunge il direttore – colloca la nostra Cassa Rurale tra le prime banche in ambito nazionale, segno di assoluta solidità del nostro Istituto”.

Ottime notizie dai crediti deteriorati: nell’anno 2019 diverse posizioni hanno trovato smobilizzo ed altre sono in corso di definizione nel corrente esercizio, confermando l’impegno, dedicato al miglioramento della qualità dell’attivo, che ha consentito di ridurre di circa il 18% le posizioni deteriorate.

Grazie agli accantonamenti realizzati negli ultimi esercizi, la copertura delle sofferenze raggiunge il 71,6% del totale, con una percentuale di sofferenze nette dello 0,83% sul totale impieghi netti.

Incrementi considerevoli anche per la raccolta totale (+4,92%), mentre si mantengono stabili gli impieghi (729.763.000 euro).

Con le sue 25 filiali distribuite nel territorio della Val di Non, i 140 collaboratori, i 30 mila clienti (di cui 10.500 Soci) la Cassa Rurale Val di Non può dunque guardare con serenità e ottimismo al futuro, anche in questa fase delicata per la nostra economia, avendo chiuso con il 2019 una delle annate migliori di sempre.

IMPORTANTI NOVITÀ – La direzione ci tiene anche a rendere nota un’importante novità: nel mese di maggio la Cassa Rurale ha aperto la nuova filiale Area Self in Piazza Granda a Cles, uno sportello automatico aperto 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con macchinari evoluti in grado di eseguire ogni operazione bancaria (anche il versamento di denaro contante).

Parallelamente sono state potenziate le altre due filiali del capoluogo noneso, quella di Viale Degasperi e il Centro Direzionale di Via Marconi, con uffici di consulenza finanziaria e assicurativa sempre a disposizione della clientela.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza