Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Tornano le spiagge piene sul Garda Trentino

Pubblicato

-

A pochi giorni dall’inizio ufficiale dell’estate le spiagge del Garda trentino tornano affollate nel weekend complice le belle giornate di sole e la temperatura mite, ancora non afosa, e ben ventilata, specialmente dopo mezzogiorno quando si alza l’Ora, il vento da sud tipico della zona trentina del Garda.

Anche il servizio Spiagge sicure, che permette il controllo della costa, è partito sabato 14 giugno.

“Sembrava non si potesse fare, o che partisse più tardi, magari in luglio”, dice un bagnino della spiaggia Porfiria, di Riva del Garda.

Pubblicità
Pubblicità

“Le regole prevedono un autocontrollo dei bagnanti per mantenere una distanza di sicurezza di almeno un metro”.

Inoltre ci saranno degli addetti che controlleranno eventuali assembramenti e persone che non rispetteranno queste disposizioni.

Anche le forze dell’ordine sorveglieranno in questa prima fase di apertura.

Pubblicità
Pubblicità

La fase tre dunque è iniziata, e quasi sembra un miracolo vedere le spiagge vive, come fosse l’anno scorso. “La raccomandazione principale riguarda tutti, e si tratta di seguire un principio di responsabilità, per cui bisogna avere attenzione e cercare di rispettare le regole”, ci dice ancora il bagnino.

Pubblicità
Pubblicità

Forse la preoccupazione maggiore può venire dai turisti stranieri, che, magari non informati adeguatamente, forse già in fase di lock down avanzata nei loro stati, magari presi dalla voglia di vacanza nello stupendo paradiso gardesano, non si rendono conto che ci sono delle regole basilari per evitari eventuali forme di contagio.

La temperatura ancora fredda dell’acqua, 16 gradi la mattina, non ha fermato i bagni. La caratteristica del Lago di Garda è proprio quella di avere una temperatura piuttosto fredda dell’acqua, e come ci spiega l’amico bagnino, dipende tutto dal vento.

“Se c’è un vento da nord, la temperatura si abbassa di molto, per poi risalire, con un vento più caldo da sud, e ovviamente con le temperature più elevate del pomeriggio.”

Anche i bar sulla spiaggia cominciano ad affollarsi, e questo è un bene, c’è voglia di divertimento, musica, sole, e nuotate, specialmente la mattina quando il lago è in calma piatta.

I prezzi sono in linea con il momento, un caffè sulla spiaggia si prende con 1,20 euro. I servizi sono ben curati, per cui lo standard delle spiagge rivane è in piena fase di rilancio estivo. In attesa dell’arrivo in massa dei turisti tedeschi, che, già sono presenti, e aumenteranno sempre più.

Anche le aiule della passeggiata lungo lago sono abbellite da fiori coloratissimi, e piante belle da vedersi. Il mondo della vela sta ripartendo, il 15 giugno sono ripartiti i corsi di vela per i ragazzi alla Fraglia della Vela di Riva.

Rimangono ferme le regate, cancellate per ora. Si pensa forse a settembre per qualche competizione. E’ un po’ tutto un incognita, e le decisioni verranno prese secondo le condizioni che si presenteranno nel corso della stagione.

Il popolo degli amanti del surf è in pieno ritorno, basta vedere i pomeriggi sul lago quando soffia l’ora. Anche il sentiero della Ponale, è un via vai di escursionisti, in M-bike e a piedi.

Sta tutto iniziando bene, e, si spera che non ci siano ritorni epidemici, che rovinerebbero i grandi sforzi dell’amministrazione e degli operatori, per adeguarsi ai nuovi protocolli, e per ricominciare l’attività.

La stagione è partita, e la fase 3 sembra aiutare il popolo del Garda trentino. Si spera che tutto vada al meglio.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza