Connect with us
Pubblicità

Riflessioni fra Cronaca e Storia

Statue abbattute: le pericolosa cancellazione della memoria del passato

Pubblicato

-

In questo periodo in cui assistiamo alla distruzione e al vilipendio di statue dedicate ai personaggi più disparati, da Cristoforo Colombo a Mohāndās Karamchand Gāndhī sino ad Indro Montanelli, non può non venire un sospetto: ma questi giovani demolitori sono davvero da ammirare per il loro zelo?

Certamente i personaggi di cui si è detto non erano perfetti, avevano tutti i loro limiti, più o meno gravi: ma c’è qualche personaggio storico che possiamo considerare immune da colpe? Un tempo si diceva: “chi è senza peccato scagli la prima pietra”.

Abbattere statue, saccheggiare negozi e vetrine, inginocchiarsi davanti a Tizio o a Caio, mentre si calpesta Sempronio per il suo colore della pelle, cambierà il mondo in meglio? Si sta lottando davvero per la pacificazione, per costruire ponti, per migliorare la società, o si stanno scavando nuovi solchi, in nome dell’utopia? Sono solo alcune delle domande che mi vengono in mente, osservando quanto accade in America, proprio in questi giorni.

Pubblicità
Pubblicità

Mi chiedo anche perché questo improvviso risveglio proprio a ridosso delle elezioni presidenziali, dal momento che l’uccisione di afroamericani da parte di poliziotti non è certo una novità dell’ultima ora, e tanto meno è collegabile – in una città governata dal partito democratico, con un capo della polizia di colore, in uno stato democratico – all’attuale presidenza (checché se ne possa pensare).

Non è che ancora una volta queste manifestazioni sono molto meno spontanee di quello che si vuole far credere? Perché i Clinton e i Bush, che hanno incendiato il mondo in tempi non lontani, ora si ergono a paladini dei manifestanti?

Perché l’ex segretario di Stato repubblicano, Colin Powell, l’uomo che nel 2003 raccontò al mondo la bugia immensa delle armi chimiche in mano all’Iraq, oggi, invece di tacere, soffia sul fuoco “interno”, come allora soffiava per appiccare l’incendio bellico verso l’esterno?

Pubblicità
Pubblicità

E perché quegli stessi manifestanti che oggi sono così agguerriti, non hanno mai mosso e non muovono un dito per i civili libici che muoiono a migliaia ogni mese, a causa di un’ iniqua guerra scatenata da Francia e Inghilterra, nel 2011, ma con il decisivo consenso del presidente Obama e dal suo segretario di Stato Hillary Clinton?

Al di là delle domande, più o meno retoriche, viene immediato un confronto con il passato: i nazisti di Hitler, i comunisti di Lenin, Stalin, Mao e Pol Pot procedettero sistematicamente alla cancellazione della memoria del passato, in nome del “bene” di cui si ritenevano portatori e detentori (vedi qui).

In particolare il dittatore comunista cinese Mao, negli anni della rivoluzione culturale, riuscì a convincere i giovani – che sono sempre un po’ idealisti, ma anche molto ingenui e per questo più facilmente strumentalizzabili -, a percorrere il paese abbattendo statue di Confucio, monumenti, incisioni, libri del passato…: tutto andava distrutto, perché tutto era detestabile.

Solo il libretto rosso di Mao aveva diritto all’esistenza. Solo i devastatori potevano considerarsi “buoni e giusti”.

Nell’Occidente di oggi non siamo ancora a questi livelli, ma quando si comincia, non si sa dove si finirà…

A cura di Francesco Agnoli

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • AVA&MAY: home decor e candele dai profumi esotici
    A chi non piacciono le candele? A chi non piace entrare in casa e sentire subito il profumo fresco di pulito e di casa? Quanto si parla di candele, profumi e prodotti per la casa, si va subito a pensare ad Ava&May, un brand relativamente giovane ma di altissima qualità e dai prodotti con profumi […]
  • VIDEO – Scegliere il mondo come ufficio e diventare nomadi digitali: intervista ad Armando Costantino
    Negli ultimi anni, la tentazione sempre più frequente del “mollo tutto” combinata  all’aumento dello smart working ha creato una nuova tendenza all’interno del panorama lavorativo: i nomadi digitali, conosciuti anche come fulltimers. Persone che hanno scelto di spostare la loro casa in camper e il loro ufficio nel mondo, investendo su loro stessi per riprendersi […]
  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]

Categorie

di tendenza