Connect with us
Pubblicità

Politica

Nasce “Si Può Fare”: un’alleanza per Trento

Pubblicato

-

Nasce “Si può Fare”, un movimento che si definisce un’alleanza tra Civici, Popolari e Autonomisti uniti per correre alle elezioni comunali della città di Trento.

Questo gruppo è formato da Progetto Trentino di Silvano Grisenti, da Civica Trentina e da Popoli Liberi-Freie Volkers di Paolo Primon.

Lo scopo del movimento: smuovere ed usare le istituzioni per fare il bene della città e della cittadinanza ascoltandola sempre.

Pubblicità
Pubblicità

I gruppi sono uniti come alternativa alla destra e alla sinistra per proporre, non delle ideologia, non dei grandi personaggi ma dei principi e delle finalità.

Gli ideali che vengono proposti sono quelli che hanno caratterizzato la storia della nostra terra; il principio di autonomia, quello di solidarietà, sussidiarietà e bene comune,  le radici cristiane, la famiglia e la valorizzazione dell’iniziativa privata  e del lavoro.

Una particolare attenzione viene posta nei confronti della salubrità della città, che ora decaduta, dev’essere ristabilita; intransigente dev’essere anche la lotta alla droga.

Pubblicità
Pubblicità

  “Finalmente la nostra città, la città del consiglio potrebbe avere un sindaco donna” si augura Paolo Primon facendo un augurio al candidato sindaco Silvia Zanetti.

Silvia ringrazia tutti coloro che sostengono la sua candidatura e  ribadisce la sua intransigenza nei confronti delle alleanze all’ultimo minuto o con partiti distanti dalle posizioni del movimento.

Il manifesto, l’augurio del movimento è questo:”Il nostro desiderio, per Trento, è quello di una città più sicura, più bella ed attraente, capace di affascinare con la sua storia, i suoi monumenti, la sua vivacità, sia i nostri concittadini, sia i turisti; vorremmo una città accogliente, attenta ai bisogni di chi è più debole, più fragile, in difficoltà. Una città in cui ci siano spazi per gli anziani, come per i giovani, affinchè tutti possano provare un rinnovato senso di appartenenza. Così che i Nostri giovani, invece di avere come obbiettivo, o come necessità, quella di emigrare, possano dire con fierezza:”la Nostra amata città!”, la Nostra comunità.”

Anche Francesco Agnoli ha parlato del manifesto del nuovo movimento: «Abbiamo deciso di presentare oggi un manifesto di principi, e non un programma elettorale. Di programmi ne abbiamo letti molti – ne abbiamo uno anche noi – ma i programmi lasciano un po’ il tempo che trovano: spesso si assomigliano tra loro, parlano un po’ di tutto, in modo più o meno vago… Partiamo dunque con dei principi, perché riteniamo che in politica servono principi, competenze, spirito di servizio. Un po’ come in tutti i lavori».

Secondo Agnoli in una cornice di principi le competenze sono finalizzate ad uno scopo che va oltre quello delle nostre persone, che le supera, che le trascende.

«Certo siamo abituati da tempo ad una politica fatta di grandi personalità. Dopo la crisi delle grandi ideologie abbiamo visto la presenza pervasiva dei leader – ha aggiunto ancora Agnoli – oppure l’apparire di ideologie un po’ fumose, talora anche violente. Per fare capire cosa intendo per ideologia, ricorro ad un esempio, cito un caso locale: un consigliere provinciale, maschio, che ha sostenuto un candidato uomo alle provinciali e che supporta un altro maschio alle comunali (cosa del tutto lecita!), ci ha voluto fare un appunto: “ma perché scrivete sindaco e non sindaca!”. Si guarda il dito e non la luna: abbiamo candidato una donna, qualcuno ama dire “sindaco”, qualcuno preferisce un po’ alla moda “sindaca”, ma farne un motivo di divisione, di scontro, appartiene alla mentalità ideologica, non al riconoscimento di una realtà (che come tale dovrebbe imporsi)».

«Le ideologie, anche se si presentano come progressiste – ha concluso poi – portano contrasti, divisioni, muri; gli ideali, i principi riguardano l’uomo di ieri, di oggi, di domani. Nei nostri principi parliamo ad esempio di promozione della famiglia, una realtà che esiste da sempre, che non scade; parliamo di autonomia, perché la patria è un concetto molto concreto, a differenza di concetti ideologici, come il nazionalismo, da una parte, e il globalismo dall’altra; parliamo di sicurezza e di lotta al degrado, senza farne neppure in questo caso un’ideologia, ma guardando al desiderio di ognuno di vivere in una città dove si possa passeggiare tranquillamente, una città pacifica, serena; parliamo di una città libera dalla droga, perché la libertà da ogni forma di dipendenza è un valore per (quasi) tutti».

 

  

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]

Categorie

di tendenza