Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

‘Ndrangheta in Trentino: è Angelo Zito domiciliato a Pergine la persona arrestata ieri

Pubblicato

-

È stata portata a termine ieri la maxi-operazione contro la ‘ndrangheta che ha coinvolto anche una 62 enne di Pergine.

L’operazione, chiamata “Freeland“, ha visto impegnati 200 agenti della Polizia di Stato di Trento, che coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia hanno smantellato una locale di ‘ndrangheta da anni operante a Bolzano e legata alla ‘ndrina Italiano-Papalia di Delianuova, ai Barbaro-Papalia di Plati e ai Alvaro-Macrì-Violi di Sinopoli. Sono tutte ‘ndrine operanti nella provincia di Reggio Calabria.

L’operazione ha portato all’esecuzione di venti ordinanze di custodia cautelare in carcere. Le venti persone arrestate sono accusate di associazione mafiosa, estorsione, sequestro di persona, bancarotta fraudolenta, illegale vendita di stupefacenti, illegale detenzione di armi e contraffazione di documenti.

Pubblicità
Pubblicità

Fra le venti persone arrestate è presente anche Angelo Zito, 62 anni, domiciliato a Pergine. E’ l’unico ad essere stato arrestato in territorio trentino.

Angelo Zito, originario di Santa Maria del Cedro, piccolo centro in provincia di Cosenza, è residente a Laives ma risulta domiciliato a Pergine. L’uomo pare che lavorasse presso un panificio e che fosse dedito al trasporto di farmaci, ma la realtà è un’altra, e cioè che fosse un esponente mafioso legato alla ‘ndrangheta.

Secondo gli inquirenti l’uomo si è reso protagonista di minacce e estorsioni con l’aggravante del metodo mafioso.

Pubblicità
Pubblicità

Nell’ordinanza di custodia cautelare si fa in particolare riferimento all’estate 2018, quando lo stesso Angelo Zito insieme a Giuliano Callipari hanno sequestrato un socio in affari che era debitore nei loro confronti. Per riscuotere il debito i due malviventi lo hanno chiuso per ore in un magazzino e minacciato con il martello.

Nell’ordinanza si fa anche riferimento a un’intercettazione ambientale avvenuta durante un viaggio che Angelo Zito ha compiuto insieme a un’altra persona.

Da una conversazione è emersa la partecipazione del 62 enne al sequestro del 18 enne Carlo Celadon nel 1988. Zito si sarebbe vantato del fatto che fosse presente al momento del pagamento del riscatto.

Il ragazzo di nome Carlo Celadon, figlio di un imprenditore veneto, era stato sequestrano nel luglio del 1988 e nascosto sull’Aspromonte.

E’ stato uno dei sequestri di persona più lunghi operati dalla ‘ndrangheta: il ragazzo era rimasto prigioniero per 831 giorni e una volta liberato era senza forze e ridotto a pelle ossa.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza