Connect with us
Pubblicità

Psicologia & Crescita personale

La manipolazione sociale: c’è un rischio di venir manipolati nelle proprie scelte?

Pubblicato

-


Ai tempi del coronavirus la manipolazione sociale è diventato un aspetto inquietante della vita, perché il rischio di un controllo generalizzato si è manifestato nella sua più evidente espressione di possibile realtà.

Secondo il grande studioso americano Noam Chomsky: la massa non sa cosa sta succedendo nel mondo. E non sa neanche di non saperlo”.

Per cui il risultato evidente, è che il pensiero può essere manipolato, e i comportamenti sono condizionati in tanti modi.

Pubblicità
Pubblicità

Assistiamo quotidianamente a forme di distorsione del pensiero, che ci vengono proposte in maniera garbatamente subdola dal potere diffuso, e veicolato dai mass media o da chi vuole dettare le regole dell’opinione.

Veniamo a conoscenza dei fatti con la narrazione che ci viene proposta, che segue un punto di vista che non è totalmente oggettivo, e comprende dei principi per cui determinati valori sono veicolati al fine di ottenere un’approvazione quanto più grande.

Il rischio della manipolazione del pensiero che poi determina scelte e comportamenti è davvero una condizione preoccupante e non riguarda solo le scelte di consumo.

Pubblicità
Pubblicità

Ci siamo mai chiesti come mai l’agenda dei nostri pensieri su quello che sta succedendo intorno a noi è legata direttamente all’agenda dei media? E’ un principio basilare della comunicazione, per cui l’agenda dei media determina l’agenda del pubblico fruitore.

Da questo aspetto, alla manipolazione del pensiero il tempo è breve, visto che possiamo affermare che siamo molto quello che pensiamo. Quando l’importanza che diamo alle nostre convinzioni dipende dall’opinione che ci facciamo mutuandolo dai media, significa che diventiamo delle “spugne” da riempire di contenuti secondo regole di marketing utilizzate nel mondo della comunicazione massificata.

Anche se possiamo non averne la consapevolezza, il sistema di potere e quindi in generale chi governa, ha come obiettivo, certamente non troppo dichiarato, di ottenere un consenso sicuro per poter esercitare un controllo.

Il meccanismo è semplice, creare dei bisogni o dei problemi, metterli in luce come importanti facendoli derivare da un’evoluzione della società, paradigma di un disegno più grande che è inevitabile, e quindi imporre una serie di misure che sono necessarie per affrontarli e gestirli. Se il problema non si fosse creato, non ci sarebbe bisogno di soluzioni….

Un altro punto chiave per svolgere un disegno di controllo sociale, è quello di proporre all’attenzione del pubblico degli argomenti di pensiero di basso livello cognitivo. Temi più o meno inutili, certamente non fondamentali, su cui discutere.

Un processo di proposta graduale, che sviluppa in maniera continuativa argomenti che portano la mente a ragionare d’altro, rispetto a questioni di evidente importanza.

E’ questa una delle tecniche più elementari, ma anche più diffuse, per mantenere alto il livello di mediocrità intellettuale delle persone, grazie ad un sonno del pensiero critico.

La crescita culturale, e soprattutto la crescita personale, fatta di impegno e volontà dirette a spegnere le voci inutili e fuorvianti rispetto ai nostri obiettivi, e legate invece a indirizzare i nostri comportamenti verso scelte che fanno gli interessi di altri, sono un momento necessario che ognuno dovrebbe compiere per avere piena autonomia di giudizio e capacità di decisione.

Infatti utilizzando il pensiero in forma dubitativa, facendosi delle domande, si esercita una facoltà di critica, che porta a riflettere in maniera autonoma. La strategia della distrazione provoca dei danni incalcolabili, perché porta a distogliere l’attenzione dalle questioni rilevanti per il benessere e la vita sociale.

La mente cosi impegnata a seguire temi che non sono essenziali, non è indirizzata a porsi domande. Si crea così un tessuto di acquiescenza verso strategie di grandi e potenti lobbyies economiche e politiche, che essere libere di agire per i loro obiettivi di solito economici e di potere.

Quando invece i cittadini riescono a fare massa critica su determinate tematiche, che subiscono più o meno in forma consapevole, creano dei seri problemi alle potenti elites di potere.

E’ proprio questo che viene maggiormente temuto, la forza della presa di coscienza da parte dei cittadini. Ed in questo passaggio, possono stare i fondamenti per porre le basi di un cambiamento sociale.

Quando in Italia c’è più interesse e preoccupazione sulla riapertura del campionato di calcio, rispetto alla riapertura delle scuole, siamo in una situazione che dimostra l’effettiva presenza di una distorsione cognitiva, che esclude dal far pensare a questioni di importanza generale.

I temi fondamentali vengono lasciati da parte, posti in secondo piano. Infatti senza un sistema dell’istruzione che funzioni, e funzioni bene, è difficile alimentare le menti in modo costruttivo e portarle ad una maturità di scelta, tale per cui possano pensare in modo autonomo e produttivo.

Si crea invece un parco utenti, consumatori o fruitori, educati a spendere il proprio tempo e le proprie risorse, secondo le linee guide imposte da poteri forti.

Il meccanismo è applicabile a tutto, dalla politica, l’economia, la medicina, la scienza, la cultura e tanto altro. All’impoverimento mentale che ne consegue, o meglio all’incapacità di saper cogliere le questioni fondamentali che riguardano la vita e il proprio futuro, il passo successivo è quello di imporre gradualmente il proprio disegno di controllo.

Un esempio pertinente è quello di agire con riforme “impopolari”, indirizzate a colpire chi è meno difendibile, i più deboli, i meno garantiti, e i più solvibili.

Questa possibilità di soluzione dei problemi, viene giustificata con nuovi paradigmi dell’economia mondiale che impone nuove regole, nuovi protocolli, a cui bisogna adeguarsi in risposta alla inevitabile globalizzazione. Certamente questo garantisce il potere dei più forti, che altrimenti potrebbero vedere a rischio i propri interessi.

Nella comunicazione manipolatoria ci sono delle tecniche che permettono di raggiungere l’obiettivo in maniera efficace. Tra queste una delle più usate è quella di usare un linguaggio e una forma di spiegazione dei fatti e dei temi, come se ci si rivolgesse ad un pubblico infantile.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]
  • Tempo di vacanze: conoscete già l’Hotel Alpen Tesitin a Tesido?
    A Monguelfo si trova un eccezionale luogo di benessere e relax, dove ci si dedica ai piaceri della bella vita. Gli spazi inondati di luce e la piacevole sensazione di essere a proprio agio sono frutto dell’arte dell’accoglienza che si respira dal primo momento durante le vacanze in Val Pusteria all’Hotel Alpen Tesitin. La posizione […]

Categorie

di tendenza