Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Devastazioni e vandalismi ex Bimac, Fugatti: «Stupore e tanta preoccupazione»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Dopo l’incendio all’ex Bimac si scoprono vandalismi e devastazione del patrimonio pubblico presso una struttura quasi pronta per tornare nelle mani dei roveretani. I danni sono stimati in oltre un milione di euro.

Le vittime in questa vicenda sono solo i cittadini della città della Quercia che da troppi anni subiscono atteggiamenti da parte di delinquenti che creano un doppio danno alla società: uno che è il mancato rispetto delle regole, l’altro il danno economico.

Una città, quella di Rovereto,  forse da troppi anni sotto scacco di un manipolo di delinquenti che ancora impuniti girano per le strade

Pubblicità
Pubblicità

«Per Rovereto è necessaria maggior sicurezza e i responsabili – a nostro parere – dovrebbero ripagare, una volta presi – i loro danni facendo anche lavori socialmente utili» – spiegano a riguardo Mara Dalzocchio e Willy Angeli della Lega che attaccano i «soliti noti».

«Questi soggetti rovinano i territorio appiccando roghi a tralicci, alle macchine della polizia municipale e non solo.  Quanto successo all’ex Bimac è solo l’ultimo caso. Un fatto increscioso che segue un percorso di devastazione che è solo l’ultimo di una lunga serie. Poco fa sono stati inoltre tagliati tutti i cavi della Tim. Ci troviamo di fronte a persone che non hanno alcuna forma di rispetto per il denaro, la proprietà pubblica e il benessere dell’intera comunità perché guardano esclusivamente al loro piccolo interesse, al sentirsi uomini nel compiere atti senza alcuna motivazione, nel gettare denaro pubblico in un momento in cui sempre di più si deve prestare attenzione a questo» – concludono i due rappresentanti della Lega

Nella giornata di ieri anche il governatore Fugatti è stato sul posto per rendersi conto dei danni. 

Pubblicità
Pubblicità

«Con i tecnici stiamo valutando quanto ci vorrà prima che l’intera struttura possa essere consegnata ma sicuramente da parte della Provincia ci sarà il massimo impegno affinchè non ci siano ulteriori ritardi.»

Queste le sue parole dopo essersi recato a Rovereto per verificare di persona quanto avvenuto l’altra notte nell’area dell’ex Bimac interessata da un furioso incendio nella zona dei garages e nel contempo vandalizzata ad opera di ignoti.

Il presidente Fugatti era accompagnato, tra gli altri, dall’assessore allo Sviluppo Economico, Achille Spinelli, dal presidente dell’ITEA, Salvatore Ghirardini, e dal sindaco di Rovereto, Francesco Valduga.

«Da un lato stupore per quanto accaduto – ha affermato il presidente – e dall’altra parte fiducia nelle autorità competenti perchè sono sicuro che presto sapranno dare una risposta a questo brutto episodio. Volevamo renderci conto di persona l’entità di questi gravi fatti – ha proseguito Fugatti – che mettono a rischio nell’immediato la consegna di un’opera molto attesa da Rovereto. È importante capire i motivi di questi vandalismi. Un compito affidato a chi di competenza, ma è ovvio che la preoccupazione è tanta»

Il sopralluogo è iniziato nel garage, dove i danni sono particolarmente ingenti perchè le fiamme, oltre ad annerire l’intero ambiente, hanno interessato la struttura del solaio. Nella palazzina danneggiata dai vandali sono state divelte molte porte, scardinati i termosifoni e distrutti diversi sanitari.

Il tutto proprio nel momento in cui il cantiere, che negli anni ha subito vari ritardi, era a buon punto e mancava davvero poco per la consegna. In questa zona, ai margini del rione di Santa Maria, l’ITEA sta realizzando nuovi uffici per l’Azienda sanitaria e nel contempo alcuni appartamenti da affittare a canone moderato.

L’incendio dell’altra notte è stato contenuto e spento in fretta grazie al pronto intervento dei Vigili del fuoco di Rovereto.

L’indomani, nel sopralluogo dei tecnici per la conta dei danni, ci si è resi conto che non sono state solo le fiamme a provocare danni, ma che prima del rogo alcuni vandali erano entrati nella palazzina.

Alle forze dell’ordine ora il compito di fare luce sui due episodi nella speranza di dare un nome a responsabili di questo episodio che al momento presenta molti lati oscuri.

(l.d.)

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento15 minuti fa

«Aiutami a fare da solo. Bambini oggi, fragilità e risorse»: stasera il secondo appuntamento per le scuole primarie trentine

Trento30 minuti fa

Nasce il Consorzio delle APT del Trentino: «Una grande opportunità»

Fiemme, Fassa e Cembra37 minuti fa

Anna Reolon, «Mamma d’Italia 1970»: Il Sindaco di Fornace racconta la sua incredibile storia

Trento12 ore fa

Basta catene ai cani, multe fino a 800 euro. Claudio Cia: «Disegno di legge di civiltà»

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Messa in sicurezza della SS421, la soddisfazione di Denis Paoli: «Appalto del secondo lotto previsto a inizio 2023»

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Vigili del Fuoco Val di Sole: quest’anno 1.500 interventi per 380 pompieri effettivi

Fiemme, Fassa e Cembra14 ore fa

Ospedale Cavalese: la Giunta dichiara l’interesse pubblico

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Bentornato sci: a Pontedilegno-Tonale aprono gli impianti, via a una nuova stagione invernale

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Melinda vince il premio «Vivere a spreco zero 2022» nella categoria ortofrutta

Sport15 ore fa

Morto il ciclista Davide Rebellin: è stato travolto da un camion

Piana Rotaliana16 ore fa

Living LAB alla FEM «Vite e clima: quali scenari futuri?»

Trento17 ore fa

Trento terza nella classifica italiana delle città più digitalizzate ICity Rank ‘22

Bolzano17 ore fa

Rubano i vestiti ad un anziano in ospedale: l’azienda sanitaria chiede lo scontrino per risarcire

economia e finanza17 ore fa

L’indice di fiducia dei consumatori trentini rimane negativo. Cala anche il potere d’acquisto dei consumatori

Ambiente Abitare17 ore fa

Lupi, Enpa: «un’altra conferma che l’allarme-lupo è strumentale»

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento1 settimana fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza