Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Ancora chiuso il lungolago a Baselga di Pinè. Santuari:”chiusura all’italiana”. Le minoranze:”senza parole”

Pubblicato

-

Grande è la delusione da parte della cittadinanza di Baselga di Pinè, amareggiata dal fatto che la passeggiata del  lungolago, a distanza di 19 mesi dalla tempesta Vaia, sia ancora ufficialmente chiusa.

Tempo fa, è stata anche fatta una ricostruzione della situazione lungolago da un media trentino che lodava la giunta comunale per aver trasmesso alla Provincia la documentazione per attivare la procedura d’urgenza dopo 19 mesi… forse un po’ in ritardo?

Questo saranno i lettori a deciderlo. Ma purtroppo non è tutto!

Pubblicità
Pubblicità

Nell’articolo in questione si cercava persino di accusare turisti e residenti di violare delle leggi sacre facendo il giro al lago definendole «dei ragazzini ribelli che provano una soddisfazione palpabile nel spostare e tagliare lucchetti pur i fare il giro al lago.»

Secondo le minoranze comunali la realtà è però ben diversa; i consiglieri ritengono infatti che le affermazioni della giornalista “non meritino commento” poiché le barriere della passeggiata sono da un lato aperte e dall’altro aggirate da mesi a causa della mancanza di sorveglianza.

E’ anche importante notare l’assenza di cartelli di divieto o ordinanza sulle barriere; solo da un lato è presente un cartello di pericolo generico.

Pubblicità
Pubblicità

Confesso che anche io faccio il giro al lago, non avendo trovato cartelli di divieto o ordinanze e non ho mai toccato una transenna o un lucchetto. – così ci esprime la sua idea Alessandro Santuari, candidato sindaco del centro-destra alle prossime elezioni comunali, e poi ancora – “Come ingegnere mi sento di escludere che sia stata la progettazione a richiedere tanto tempoUn intervento da poco più di 170 mila euro di opere non comporta certo tempi tanto lunghi, e posso dirlo avendo seguito numerose opere pubbliche da milioni di euro.  Da tecnico poi mi sento di dire che se è vero che c’è una reale situazione di pericolo serve una soluzione efficace e un controllo adeguato. Qualche malizioso potrebbe definire la “chiusura” attuale come la classica soluzione all’italiana (chiudo ma non chiudo…): non penso sia questo il giusto modo di affrontare i problemi. Se c’è pericolo si chiude, se non c’è si apre, così la vedo.”

Il candidato ci dichiara anche di essere ”senza parole e deluso quando vedo migliaia di persone definite dalla stampa come ragazzini ribelli.”

In merito al ritardo nella riapertura della strada Santuari, in accordo con le minoranze, si esprime così:” Sono appena rientrato da un allenamento di orienteering sopra il lago delle Piazze: abbiamo un territorio meraviglioso che aspetta solo di essere giustamente valorizzato e rispettato. Come cittadino e amante del nostro Altipiano penso di interpretare il pensiero di migliaia di persone, residenti e non, rattristate e deluse nel vedere cantieri ovunque e nessun movimento sulla sponda est del nostro lago,  con l’amara prospettiva di una seconda estate di “chiusura”.  Come osservatore esterno della vita amministrativa, ho visto portare a termine opere post Vaia complesse, su terreni privati e in tempi decisamente più brevi.

L’idea che ho potuto maturare cercando di ricostruire la vicenda è che non sia stato portato avanti sin dai primi giorni del post Vaia un dialogo costruttivo con l’amministrazione provinciale, con un rallentamento dell’intero iter. Temo che non sia stata data la stessa priorità che è stata riservata ad altri interventi, non comprendendone sinceramente il motivo. Sono dell’avviso che dovrebbe essere data priorità assoluta a quello che più sta a cuore di cittadini e amici della nostra Valle.

Abbiamo un territorio meraviglioso, un lago unico che tanti ci invidiano. I normali cittadini, come mi giudico, chiedono di poterlo vivere nella sua semplicità ed è giusto a mio avviso che si dia più importanza al “Giro al Lac” rispetto a sistemazioni “urbane” che, pur se importanti, possiamo trovare in qualsiasi altra città

Purtroppo la realtà penso sia evidente a tutti. La speranza è che dialogo e confronto costruttivo per il bene comune prevalgano rispetto a lotte di posizione che tanto sono lontane dalle esigenze della gente.”

Per Santuari è quindi una questione di priorità.

Anche le minoranze (Lega, Pinè Futura e Comunità Pinetana), fanno notare come riguardo ai lavori di somma urgenza si abbia assistito a sistemazioni anche molto critiche (strada provinciale Montagnaga-Pergine, dissesti nel Comune di Bedollo e S.Orsola), realizzate anche su terreni privati, che con le procedure di somma urgenza e pubblica utilità sono state progettate, appaltate ed ultimate in tempi ben più contenuti e oggi fruibili.

Il ritardo, secondo costoro, sarebbe quindi frutto dell’inefficienza o della mancanza di priorità dell’amministrazione comunale che è riuscita a richiedere i lavori di somma urgenza solo dopo 19 mesi dalla tempesta Vaia.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pacchetti “antistress “ in hotel di lusso: giornate alla ricerca del benessere
    Alternare il lavoro con il riposo, mettendo in pausa la routine quotidiana aggiunge una diversione alla vita e permette la splendida occasione di fare esperienze insolite, conoscere luoghi, persone e sopratutto non avere un’agenda giornaliera. In una società iperattiva è quindi indispensabile la ricerca dell’equilibrio perduto anche solo attraverso esclusivi pacchetti antistress in hotel di […]
  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]

Categorie

di tendenza