Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Ruba farmaci ipnotici dalla sala operatoria dell’ospedale di Borgo: denunciato dipendente infedele

Pubblicato

-

I militari della Compagnia Carabinieri di Borgo Valsugana, a termine di una rapida indagine, hanno denunciato un 32 enne responsabile di furto aggravato, perpetrato lo scorso primo giugno, presso la sala operatoria dell’ospedale San Lorenzo di Borgo Valsugana, dove sono state rubate 8 scatole di “midazolam”, un ipnotico derivato dall’oppio.

Il ladro, per entrare nella sala, aveva forzato le porte, attirando l’attenzione degli operatori sanitari, che subito hanno fatto un controllo, constatando l’ammanco del farmaco usato per delicati interventi chirurgici.

La direzione ha immediatamente avvisato l’Arma locale dell’accaduto, facendo partire le indagini.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo i primi accertamenti e la raccolta delle testimonianze, i carabinieri di Borgo hanno orientato le investigazioni su un ragazzo ligure, che lavora per una ditta fornitrice dell’ospedale e richiesto un decreto urgente di perquisizione alla Procura della Repubblica di Trento, hanno trovato le necessarie prove.

Infatti, l’attività ha permesso di rinvenire le 8 scatole matricolate, contenenti ben 64 fiale di midazolam, in casa dell’infedele dipendente, che pertanto è stato deferito in stato di libertà all’A.G. tridentina.

Anche in questo caso il rapido inoltro delle segnalazioni e l’immediato avvio delle indagini, senza soluzione di continuità, ha consentito ai Carabinieri del Radiomobile e della Stazione di Borgo V.na di individuare senza dubbi l’autore del furti, recuperando la refurtiva e mettendo fine al traffico illegale di “stupefacente”.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza