Connect with us
Pubblicità

Trento

Sondaggio Confcommercio: il 60,5% dichiara che i propri clienti abituali non sono ancora tornati. Solo il 55% chiederà aiuti alla PAT

Pubblicato

-

I pubblici esercizi del Trentino hanno riaperto dopo oltre due mesi di chiusura dell’attività dovuta all’emergenza sanitaria.

L’Associazione dei Pubblici Esercizi del Trentino, attraverso un sondaggio, fa luce sulle difficoltà che gli imprenditori devono affrontare quotidianamente.

Mancanza di liquidità, protocolli da seguire e distanziamento sociale sono solo alcuni fattori che penalizzano la ripartenza delle imprese, ma la buona volontà non manca di certo agli imprenditori.

Pubblicità
Pubblicità

L’Associazione, dopo due settimane dalla riapertura dei pubblici esercizi, ha proposto a livello provinciale ai propri associati un sondaggio per comprendere la situazione attuale.

Durante i mesi di lockdown il 90% dei pubblici esercizi intervistati ha dichiarato di non aver effettuato il servizio di consegna a domicilio, chi invece ha attivato il servizio di consegna a domicilio afferma che lo manterrà attivo anche nei prossimi mesi.

Leggermente diverso il trend per il servizio di asporto dove il 40% dei pubblici esercizi intervistati ha dichiarato di aver provveduto ad effettuare il servizio di asporto e che tale servizio verrà mantenuto attivo.

Pubblicità
Pubblicità

I pubblici esercizi hanno potuto riprendere la loro attività dal 18 maggio e più del 90% ha confermato di aver riaperto, rimane però un 10% che dichiara di voler aspettare a riaprire.

Abbiamo chiesto agli imprenditori come valutassero le linee guida per la gestione del Covid-19 definite dalla Provincia Autonoma di Trento per la riapertura dei locali e il 47,5% ha dichiarato che tali linee guida siano “il meglio che si poteva ottenere, vista la situazione di emergenza”; un 31,3% le trova ragionevoli ma di difficile applicazione e il restante 21,2% le percepisce come complicate da capire e da attuare nella propria attività.

Dalla riapertura dei locali però gli esercenti non hanno visto l’afflusso di clientela che si aspettavano, il 60,5% dichiara che i propri clienti abituali non sono ancora tornati a consumare, il 39,5% invece ha rivisto i clienti affezionati. Secondo gli intervistati i clienti non sono ancora tornati a consumare nei loro locali sostanzialmente per due motivi: per paura del virus e per le disposizioni di distanziamento sociale.

Si nota comunque una risposta molto positiva da parte dei cittadini i quali sono molto ligi alle disposizioni provinciali tanto che l’88% dei gestori di locali vede i propri clienti seguire le indicazioni: indossano la mascherina, stanno distanziati tra loro e utilizzano gel disinfettante; solo il 12% nota qualche disattenzione.

È forte la preoccupazione degli esercenti di un’eventuale adozione da parte delle autorità di provvedimenti restrittivi per arginare/evitare la cosiddetta “movida”; il 65% ha questo timore: se dovesse succedere comporterebbe un ulteriore significativo calo di fatturato già largamente penalizzato dalle attuali disposizioni.

La Provincia Autonoma di Trento ha approvato i criteri per l’approvazione dei finanziamenti da concedere alle attività economiche #RipartiTrentino, però solo il 55% degli intervistati conferma di voler presentare la domanda, il restante 45% o non presenterà la domanda o sta ancora valutando se farlo.

Comunque il 31,2% ritiene siano esigui gli importi stanziati per gli aiuti alle imprese, il 46,5% li ritiene sì esigui ma comunque di aiuto alle imprese e il 22,4% li ritiene congrui vista la situazione di emergenza.

«Riaprire i nostri locali era assolutamente necessario – dichiara la vice presidente dell’Associazione dei Pubblici Esercizi del Trentino Fabia Roman (foto) – dopo quasi tre mesi di chiusura senza incassi. Abbiamo lavorato a stretto contatto con le istituzioni e gli organi sanitari per delineare le disposizioni necessarie che ci permettessero di ripartire garantendo sicurezza ai nostri clienti e collaboratori e ci siamo prontamente adeguati per attuarle al meglio. Voglio ringraziare tutti i nostri associati per aver risposto positivamente e con grande spirito di collaborazione. Abbiamo stretto i denti nei mesi di chiusura forzata e continuiamo a stringerli anche ora perché il lavoro è ripartito sì ma molto lentamente»

«Ora però chiediamo una risposta concreta al governo provinciale e, attraverso la nostra federazione nazionale (FIPE) alla politica nazionale, abbiamo bisogno di sostegni concreti: liquidità a fondo perduto, azzeramento delle imposte per i mesi di chiusura totale e un facile accesso al credito. Noi abbiamo seguito immediatamente e scrupolosamente ogni disposizione, chiediamo risposte altrettanto veloci. Ho timore che molti pubblici esercizi a fine anno saranno costretti a chiudere la propria attività se non supportati velocemente e in modo consistente.»

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Superbonus, arriva la CILA semplificata: il modello che dimezza la burocrazia
    Da oggi sarà più semplice accedere e richiedere lo sgravio per il superbonus 110%, grazie ad una norma all’interno del Decreto Semplificazioni che dimezza la burocrazia. CILA, il documento semplificato per l’accesso al Superbonus, come... The post Superbonus, arriva la CILA semplificata: il modello che dimezza la burocrazia appeared first on Benessere Economico.
  • Grandi imprese, un Fondo di 400 milioni a sostegno delle aziende in momentanea difficoltà
    Dal Ministero dello Sviluppo Economico arriva al notizia di un fondo da 400 milioni istituito per il sostegno delle aziende che si trovano in momentanea difficoltà a causa dell’emergenza covid. Cos’è Si tratta di una... The post Grandi imprese, un Fondo di 400 milioni a sostegno delle aziende in momentanea difficoltà appeared first on Benessere […]
  • Stop cartelle ad agosto, ma ripartono le rate saldo – stralcio e rottamazione -ter
    L’agenzia delle Entrate e riscossione comunica le novità introdotte dal Decreto Sostegni Bis riguardo l’invio delle cartelle esattoriali. In particolare, è stato confermato lo stop ad agosto, ma ripartiranno le rate del saldo -stralcio e... The post Stop cartelle ad agosto, ma ripartono le rate saldo – stralcio e rottamazione -ter appeared first on Benessere […]
  • Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona
    Da qualche giorno è stato varato dal Governo un bonus , il reddito di libertà destinato alle donne vittima di violenza. Reddito di Libertà, cos’è Si tratta di un una misura molto attesa visto che... The post Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo
    Con l’arrivo della stagione estiva l’attenzione è puntata verso il turismo. Per questo, al fine di stimolare gli spostamenti, il Decreto Sostegni Bis prevede finanziamenti alle Regioni destinati al rimborso delle spese mediche ai turisti.... The post Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla
    Con la pandemia è emersa l’esigenza di trovare una nuova organizzazione del lavoro che cercasse di riadattare l’esperienza, trasferendo fuori dalla sede operativa la maggior parte delle attività lavorative. Questo processo ha iniziato a delineare... The post Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla appeared first […]
  • Vacanze nell’aria, in Italia l’incredibile esperienza del viaggio in mongolfiera
    Un turismo diverso, lento ma intenso, sospesi in aria e trasportati dal vento, ma senza la fretta di arrivare. Il fascino di un’escursione in mongolfiera sorprende sempre e regala emozioni difficili da dimenticare. In molte regioni d’Italia le occasioni di viaggiare alla velocità dettata dal vento, ammirando coste e campagne, mare cristallino e vigne, non […]
  • In Italia arriva la prima Beach SPA marina: un’offerta turistica naturale e consapevole
    Gli elementi naturali caratteristici della spiaggia del Salento legati all’acqua salina del mare e all’aria estiva, diventano dei veri percorsi benessere all’interno di una spa che nasce direttamente sulla costa, in spiaggia, all’aria aperta. Un’idea unica per chi ama il mare e l’aria aperta, ma non vuole perdere tutte le conseguenze rigenerati e vitalizzanti tipiche […]
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]

Categorie

di tendenza