Connect with us
Pubblicità

Trento

Arrivano i nuovi Buoni di Servizio per le attività estive

Pubblicato

-

La Giunta provinciale, su indicazione dell’assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli, ha approvato un altro importante strumento a supporto dei genitori che lavorano, si tratta dei Buoni di Servizio Fse per le attività estive, che consentiranno alle madri lavoratrici di ottenere servizi di cura e custodia per i propri figli durante il periodo estivo a partire dal 15 giugno 2020 e fino al 15 settembre.

Si tratta – ha commentato l’assessore Spinelli – di un intervento straordinario e limitato nel tempo, fino al rientro alla normalità e alla riapertura degli asili nido, delle scuole e degli altri servizi, che prevede la modifica sostanziale delle quote fino ad ora riconosciute innalzando i valori sia per i costi degli operatori sia del riconoscimento spese alla famiglia“.

La misura è rivolta a tutte le lavoratrici oppure, nel caso di nuclei monoparentali, ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato (anche nelle forme “atipiche” previste ex lege) o che prestano attività professionale/imprenditoriale in forma autonoma, anche in modalità lavoro agile (smart working).

Pubblicità
Pubblicità

Viene riconosciuto un buono pari al 90% o al 85% del costo massimo riconosciuto, in relazione all’età del minore (90% per i minori con età 3 mesi – 6 anni, 85% per età 6 – 14 anni).

La modifica approvata prevede anche la proroga al 15 giugno delle domande che scadevano il 31 maggio, restano invariate le altre scadenze.

Il dispositivo oggi approvato dà continuità con il servizio di baby sitting recentemente licenziato dall’esecutivo e consente, a a partire dal 15 di giugno, l’attivazione dei servizi estivi per conciliare famiglia lavoro, dando la possibilità alle madri di tutti i comparti di poter affidare durante il lavoro i propri figli agli enti accreditati per un servizio di cura e custodia.

Pubblicità
Pubblicità

Rispetto agli anni scorsi, che prevedeva 3 fasce di età – ovvero dai 3 mesi ai 3 anni; dai 3 ai 6 anni e dai 6 ai 14 anni, si prevedono gruppi molto ristretti di ragazzi per ogni educatore per ogni fascia:

  • per servizi conciliativi erogati per minori con età 3 mesi – 3 anni il rapporto massimo di minori per singola risorsa professionale è pari a 4;
  • per servizi conciliativi erogati per minori con età 3 anni – 6 anni il rapporto massimo di minori per singola risorsa professionale è pari a 6;
  • per servizi conciliativi erogati per minori con età 6 anni – 11 anni il rapporto massimo di minori per singola risorsa professionale è pari a 7;
  • per servizi conciliativi erogati per minori con età 11 anni – 14 anni il rapporto massimo di minori per singola risorsa professionale è pari a 10;

In presenza di portatori con handicap si prevede il rapporto i 1 educatore dedicato per 1 al massimo 2 portatori di handicap quale potenziamento dell’educatore di gruppo.
Per garantire agli Enti erogatori un adeguato importo per coprire i costi verrà innalzata la quota Provincia e richiesta una compartecipazione alle famiglie differenziata a seconda della fascia.

Il valore del Buono viene così fissato:

  • ad un massimo di 9,50 euro per ogni ora di servizio erogato a minori di età compresa tra 3 mesi – 3 anni; alla famiglia, su tale valore, è richiesta una compartecipazione del 10% il resto a carico della Provincia.
  • fino ad un massimo di 8,00 euro per ogni ora di servizio erogato a minori di età compresa tra 3 anni – 6 anni; alla famiglia, su tale valore, è richiesta una compartecipazione del 10% il resto a carico della Provincia.
  • fino ad un massimo di 7,00 euro per ogni ora di servizio erogato a minori di età compresa tra 6 anni – 11 anni; alla famiglia, su tale valore, è richiesta una compartecipazione del 15% il resto a carico della Provincia
  • fino ad un massimo di 6,00 euro per ogni ora di servizio erogato a minori di età compresa tra 11 -14 anni (18 anni non compiuti nel caso di portatori di handicap certificati o di minori con difficoltà di apprendimento o situazioni di particolare disagio attestate da personale di competenza); alla famiglia, su tale valore, è richiesta una compartecipazione del 15% il resto a carico della Provincia.

La misura è in grado di offrire una risposta a circa 1.500 nuclei famigliari fino al 15 settembre 2020; l’intervento permetterà di erogare fino a 94.000 ore di servizio per la fascia 3 mesi – 3 anni, fino a 165.000 ore di servizio per la fascia 3 anni – 6 anni e fino a 211.000 ore di servizio per la fascia 6 anni – 14 anni.

L’attivazione potenziale sul territorio provinciale è di 130 Enti Accreditati per l’erogazione del servizio.

Conversioni dei buoni già assegnati e nuove domande:

  • per chi è già assegnatario di Buono di Servizio, c’è la possibilità di modificare i progetti di erogazione dei servizi (PES) già depositati, anche sui Buoni già attivati, al fine di richiedere i servizi estivi;
  • per i nuovi richiedenti, madri lavoratrici appartenenti a nucleo famigliari con indicatore ICEF entro il valore 0,40 – possibilità di sottoscrizione on line della domanda generata dal sistema informatico, attraverso l’utilizzo della firma OTP (one time password) senza obbligo di presentarsi presso gli Sportelli della Struttura Ad Personam del Servizio Europa

Informazioni – Struttura Multifunzionale Territoriale Ad Personam (SMT) del Fondo Sociale Europeo tel. 800 163870.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza